The Legend of Zelda: The Wind Waker HD – Recensione

Recensioni Videogiochi 1.0 Videogiochi

windwakerhd-0

Titolo: The Legend of Zelda: The Wind Waker HD
Sviluppatore: Nintendo
Publisher: Nintendo
Genere: Action/Adventure
Numero di Giocatori: 1
Piattaforme: Nintendo Wii U
Localizzazione: Testi in italiano

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=5kEABvUU5bk]

Nintendo Wii U non è certo una console che sta avendo vita facile. Le vendite non sono incoraggianti e la line-up fatica a proporre produzioni capaci di fare presa sul grande pubblico. Tuttavia, l’ultima piattaforma Nintendo potrà presto contare su titoli di assoluto richiamo, basti citare Super Mario 3D World, ormai prossimo all’uscita. Non da meno, però, è stata la riedizione in alta definizione di The Legend of Zelda: The Wind Waker, che da sola è riuscita a far impennare le vendite della console. Malgrado non si tratti di un nuovo capitolo della serie, infatti, The Legend of Zelda: The Wind Waker HD ha sin dall’annuncio entusiasmato i fan, vogliosi di rituffarsi (è proprio il caso di dirlo) nell’avventura marina per eccellenza di Link. Vero, proprio come accaduto all’uscita per GameCube, non sono mancate le critiche, perlopiù rivolte alla nuova veste estetica, ma dopo aver (ri)giocato a fondo l’opera su Wii U, possiamo affermare con assoluta certezza che il lavoro di pulizia svolto da Nintendo merita tutta l’approvazione possibile: The Wind Waker HD si riconferma incantevole, uno spettacolo visivo che trova nuova forza grazie all’alta definizione.

Per terra e per mare

The Legend of Zelda: The Wind Waker può certamente essere catalogato come un capitolo controverso, ma va detto che, superate le perplessità iniziali e con il passare degli anni, sempre più giocatori si sono dimostrati profondamente legati e affezionati al viaggio in barca di Link. La grafica cartoon, prima ritenuta inappropriata ed eccessivamente infantile, viene ora esaltata, così come l’ambientazione, dapprima considerata insolita per un’avventura della serie. Non c’è quindi da stupirsi se al momento dell’annuncio di The Wind Waker HD, tantissimi appassionati siano letteralmente esplosi in canti di gioia. Perché, pur con le sue imperfezioni, The Wind Waker rimane un cammino sorprendente ancora oggi, a distanza di oltre dieci anni. E non è di certo cosa da poco.

The Legend of Zelda: The Wind Waker HD

Viaggiare per mare non è mai stato così bello

L’amore per l’esplorazione, per la scoperta, per la libertà, le piacevoli peregrinazioni via mare, cullati dalle onde e dalla fresca brezza, lasciandosi ipnotizzare dai colori delle albe e dei tramonti, sono sensazioni tuttora tangibili. Manca il cosiddetto “effetto novità”, ovvio, ma The Wind Waker non è mai stato così bello e affascinante, tanto da vedere, quanto da giocare. Contenutisticamente ci troviamo dinnanzi allo stesso gioco che avevamo ampiamente apprezzato a suo tempo: la trama non rivela nuovi retroscena o dettagli e il gameplay non si avvale di inediti dungeon o sezioni extra. Per chi non ha ancora avuto modo di intraprendere questa esperienza, tale adattamento in HD rappresenta l’opportunità perfetta per scoprire per la prima volta, e in tutto il suo splendore, un’opera eccezionale. Tutti gli altri, invece, potrebbero essere attratti dalle novità introdotte dal team, che rendono The Legend of Zelda: The Wind Waker HD la migliore versione del gioco disponibile in commercio. Solo questo potrebbe essere un motivo sufficiente per procedere all’acquisto.

Il peculiare controller di Nintendo Wii U, il GamePad, ha concesso agli sviluppatori di introdurre alcune migliorie e feature che, pur non stravolgendo l’esperienza, la avvalorano e la rendono maggiormente appetibile anche per l’utente moderno medio. Il sistema di controllo è così stato leggermente rivisto per adattarsi al GamePad e il risultato è assolutamente convincente. Ora è consentito gestire in tempo reale il proprio inventario (per esempio equipaggiando oggetti o consultando la mappa), semplicemente toccando il touch screen del GamePad. Un’idea all’apparenza banale, ma che nella pratica costituisce un vantaggio non da poco, limitando al minimo i tempi morti e donando all’azione una fluidità impareggiabile. Un assaggio di ciò che il futuro Zelda potrà offrirci. Anche giroscopio e accelerometro vengono sfruttati, ma il loro funzionamento si dimostra altalenante. Quando si hanno tra le mani alcuni strumenti, come il rampino o l’arco, è perciò possibile indirizzare la mira muovendo il GamePad nello spazio. Peccato che il puntamento non si riveli sempre preciso e comodo. In ogni caso, ne abbiamo fatto piacevolmente uso dall’inizio alla fine dell’avventura. Tra l’altro, è consentito disattivare questa funzionalità dalle opzioni, pratica che onestamente ci sentiamo di sconsigliare. Inoltre, i più tradizionalisti potranno giocare The Wind Waker HD anche con il Wii U Pro Controller.

The Legend of Zelda: The Wind Waker HD

E’ anche possibile utilizzare il GamePad come una console portatile per giocare

La giocabilità, quindi, è stata resa più accessibile e immediata. Nintendo ha persino deciso di semplificare leggermente la sezione relativa alla raccolta dei pezzi di Triforza, notoriamente ritenuta una delle parti meno riuscite del gioco, in quanto eccessivamente prolissa. A questo si aggiunge l’introduzione di un’inedita vela che rende gli spostamenti in mare decisamente più rapidi, tutto a vantaggio del ritmo di gioco. Un altro aspetto che riteniamo abbia giovato a The Wind Waker HD, poi, è rappresentato dalla presenza della modalità eroica, un particolare livello di difficoltà introdotto per la prima volta in The Legend of Zelda: Skyward Sword che rende i combattimenti più impegnativi. Non solo semplificazioni dunque!

Un’altra novità di questa edizione riguarda la presenza di bottiglie sparse per il mondo di gioco, le quali contengono messaggi e/o immagini di altri giocatori. Si tratta di un’idea vincente e molto divertente, capace di donare vita all’universo del titolo.

Bello come non mai

Il pezzo forte di The Legend of Zelda: The Wind Waker HD, però, è senza alcun dubbio il comparto audio-visivo. L’unica parola che può venirci alla mente è: stupendo. E se questo valeva prima, figuriamoci adesso. La grafica cel-shading, concentrandosi molto sullo stile e sulla qualità artistica, bada certamente meno all’aspetto meramente tecnico. Ciò ha permesso alla versione originale di The Wind Waker di essere tuttora ammirevole. Non possiamo, perciò, biasimare coloro che inizialmente avevano sollevato dei dubbi su questa operazione di restauro, preoccupati che i ritocchi potessero minare lo stile originario. Ma non c’è nulla da temere, perché se già dalle immagini rilasciate è possibile farsi un’idea del lavoro compiuto, vedere con i propri occhi The Legend of Zelda: The Wind Waker HD in movimento dissipa ogni incertezza. Visivamente è tanto ricercato quanto lo era all’epoca, se non di più. Il mondo di The Wind Waker non è mai stato così vivo: nuovi dettagli ed effetti grafici, nuova gestione dell’illuminazione con tanto di ombre dinamiche, nuove texture, colori vivacissimi e sgargianti; ogni cosa trasmette energia e vivacità. Osservare il cielo o i folti ciuffi di erba acquisisce quasi un nuovo significato, tanto che se prima, armati della propria spada, ci si avventava senza pietà su quest’ultimi, ora lo sferrare il fendente è spesso preceduto da attimi di tentennamento. La pulizia grafica è tale da lasciare realmente ammaliati. Le poche cut-scene, poi, sono davvero spettacolari. Gli unici aspetti su cui potremmo puntare il dito riguardano cali di frame-rate durante le situazioni più concitate, alcuni fenomeni di pop-up, una telecamera che poteva essere perfezionata e la complessità poligonale, rimasta invariata. Eppure non si tratta di nulla che possa in qualche modo inficiare l’eccellente risultato finale. Gli stessi personaggi, inoltre, (soprattutto Link) hanno assunto contorni più morbidi e questo, in combinazione con la nuova illuminazione, li fa sembrare più “pacioccosi” (passateci il termine). Una scelta che può piacere oppure no. A noi non è affatto dispiaciuta.

The Legend of Zelda: The Wind Waker HD

The Wind Waker HD è una vera gioia per gli occhi

Ottimo anche il lavoro svolto sul versante sonoro. Perfino la qualità delle musiche è stata migliorata, con brani riarrangiati per l’occasione. Tenendo conto che la colonna sonora di The Wind Waker era di per sé già fantastica e indimenticabile, non può che trattarsi di una “modifica” graditissima, che rende il soggiorno nel mondo del gioco ancora più emozionante.

Verdetto finale

Rovinare un’opera bella come The Wind Waker costituirebbe un’impresa difficile, ma migliorarla lo sarebbe ancora di più; soprattutto considerando la scarsa qualità di molti adattamenti in alta definizione. Con The Legend of Zelda: The Wind Waker HD, però, Nintendo è riuscita a centrare a pieno l’obiettivo, rendendo giustizia a un titolo importantissimo. Il gioco è quello che abbiamo imparato ad amare su GameCube, ma acquisisce nuova luce e vigore grazie alle inedite funzionalità legate all’uso del GamePad e, ovviamente, al comparto grafico riaggiornato, che regala un impatto visivo superbo. The Legend of Zelda: The Wind Waker HD è il coronamento di un viaggio, la massima espressione di un’avventura grandiosa, uno dei motivi migliori per accendere il proprio Nintendo Wii U. Non è, tuttavia, un acquisto imprescindibile per coloro che lo hanno spolpato all’epoca, esclusi i fedelissimi fan della serie (che a quest’ora si staranno già rifacendo gli occhi ammirando la nuova grafica in HD). Per tutti gli altri, invece, risulta semplicemente imperdibile.

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Password Persa

Sign Up

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com