Grand Theft Auto: Online – Recensione

gta-online_eb5iy9

 

Titolo: Grand Theft Auto: Online
Sviluppatore: Rockstar
Publisher: Rockstar
Genere: Sandbox
Numero di Giocatori: 16 online
Piattaforma: Xbox360PS3
Localizzazione: Inglese, testi in italiano

There’s no crime, like the american crime

GTA V si è rivelato, come prevedibile, la gallina dalle uova d’oro per Rockstar: una trama profonda, un gameplay vario ed appagante e una longevità  elevata ne hanno decretato il successo.

A distanza di poche settimane dal giorno del lancio Rockstar ha rilasciato l’update per “sbloccare” la tanto attesa modalità online, e purtroppo i problemi sono stati molteplici. Per più di una settimana giocare a Grand Theft Auto: Online è stato pressoché impossibile, se non sfruttando le differenze di fuso orario con gli USA per trovare i server meno intasati.

Nonostante queste prime incertezze, la modalità online del sandbox più famoso e venduto del mondo ora è perfettamente giocabile.
Ma riuscirà a soddisfare le richieste dei fan?

“Sei un ragazzo, o una ragazza?”

CharacterCreate

Entrati in GTA:  Online attraverso la ruota dei personaggi del single player cominceremo la nostra scalata nel mondo della criminalità di Los Santos creando il nostro criminale virtuale.

L’editor è decisamente originale: invece di modificare personalmente i connotati del personaggio, ci verrà dato modo di scegliere nonni e genitori, e decretare a quale ramo della famiglia (madre o padre) assomigliamo di più (con la possibilità di scegliere di essere discendenti del John Marston di Red Dead Redemption)
Le nostre statistiche iniziali invece verranno modificate in base alle attività quotidiane del nostro personaggio: decidendo le ore che egli dedica abitualmente all’ozio, agli sport o alle attività lavorative (legali e non) influenzeremo parametri come guida e resistenza.

Una volta fatto questo potremo avventurarci nella Los Santos di GTA:Online, cronologicamente posta 6 mesi prima delle vicende di GTA V, permettendoci di incontrare alcuni volti noti.

Fra questi, il primo sarà Lamar, che ci verrà a prendere all’aeroporto.
Le prime due missioni che affronteremo fungeranno da tutorial e, bisogna dirlo, sono decisamente il peggior modo di cominciare un’esperienza di gioco, offline o online che sia. Una breve gara a Vinewood seguita da una sparatoria contro alcuni spacciatori.

Fatto questo saremo tuttavia liberi di vagare per San Andreas, incontrando altri giocatori

Uno smartphone, mille contatti

gta-online-gameplay-street-racing-2

San Andreas si è trasformata in un gigantesco hub, pieno zeppo di missioni di ogni tipo ad ogni angolo della strada: deathmatch, gare per strada e non, combattimenti a bordo di jet (!) e numerose varianti (come le frenetiche Gare GTA, dove è possibile giocare sporco).

A queste attività più convenzionali si legano quelle inerenti i personaggi dell’originale GTA V: Simeon ad esempio farà la sua comparsa per chiedervi di rubare auto ai suoi clienti, mentre Ron vi userà per mettere i bastoni tra le ruote agli odiati Lost.

Salendo di livello sbloccherete nuovi personaggi con cui mettervi in contatto e, di conseguenza, missioni, che potrete completare da soli o in compagnia.

E per la gioia degli amanti delle sfide, possiamo assicurarvi che la difficoltà media è decisamente aumentata, e certe missioni richiederanno una buona sinergia tra i giocatori, specie se si calcola che i respawn sono spesso contati.

In altri casi potremo invece chiamare servizi di vario genere: Lester potrà azzerare il nostro livello di sospetto, mentre la Merryweather Security sarà felice di bombardare una zona a nostro piacere in cambio di un equo pagamento.

Tramite il nostro smartphone avremo persino modo di contattare altri giocatori, mandando loro degli sms oppure chiamandoli per avere una chat vocale privata.

Perché GTA:Online vi farà sentire sempre la presenza degli altri players, e spesso non si tratterà di incontri amichevoli.

Criminali d’onore, oppure no?

Sulla mappa di gioco saranno sempre visibili gli altri giocatori, con cui potremo decidere di collaborare per scorrazzare liberamente lungo le strade di Los Santos, magari derubando i vari negozi (molto più remunerativi rispetto al single player) oppure andando a uccidere altri giocatori.

gaming-gta-5-online-multiplayer-trailer-screenshot

Spesso infatti trovare altri player coinciderà con una furiosa sparatoria, magari per rubare il bottino al nemico, oppure semplicemente perché non ci stava simpatico.

Questo può scatenare vere e guerre tra gruppi di giocatori e, nel caso qualcuno vi inizi seriamente ad odiare, potreste trovarvi una taglia sulla testa che porterà tutti i giocatori presenti a darvi la caccia.

A tutto ciò però si aggiungono le (poche) regole di “netiquette” del gioco: abbandonare missioni e distruggere auto personali degli altri giocatori vi renderà un antisportivo e perseverare nei vostri metodi vi porterà ad essere bollati come cattivi giocatori, costretti a giocare con altri players antisportivi.

In nome del Dio Denaro

xl_GTA-Online-Screenshot-5-624

Come già detto, le missioni presenti in GTA: Online sono moltissime, e potremo accedere a ciascuna di esse raggiungendo la zona indicata sulla mappa oppure semplicemente selezionandola dalla mappa nel menu di pausa. Questa soluzione, per  quanto necessaria, limita la componente free roaming del titolo, in quanto non ha più senso compiere lunghi viaggi per raggiungere una posizione.

Ad ogni modo, una volta creata la sessione potremo invitare amici e giocatori presenti nel mondo di gioco.

Le partite si rivelano sempre molto frenetiche, poco importa se si tratti di una gara o di un deathmatch. Anzi, in certi casi si è potuta apprezzare la verticalità di alcune mappe di gioco, portandoci a salire sui tetti per ottenere una posizione di vantaggio, feature praticamente inutile e scarsamente utilizzata nel single player.

Il net code si è rivelato finalmente stabile e permette tranquillamente di giocare senza intoppi.

Tutte le nostre azioni avranno comunque sempre un singolo scopo: arricchirsi. Al termine di ciascuna partita otterremo denaro e i cosiddetti Punti Reputazione. Quest’ultimi ci saranno necessari per sbloccare elementi di gioco da acquistare.

Così, qualora avessimo molto denaro (magari acquistandolo attraverso lo store), non potremo comunque armarci con un arsenale di alto livello finché non avremo raggiunto un grado alto a sufficienza da permettercelo.

Un mondo evoluto

Sotto il profilo degli acquisti in gioco GTA: Online mostra grosse differenze rispetto alla controparte offline.

Avremo modo infatti di comprare case e garage (a prezzi modici e non) per poter trovare riparo (magari quando saremo cercati da cacciatori di taglie) o anche solo per invitare i nostri amici, magari per chattare in previsione di guerre tra clan.

A ciò si aggiungono le avanzate possibilità di personalizzare il nostro personaggio attraverso i negozi di abbigliamento, con un numero di capi di vestiario anche maggiore rispetto a quello visto in single player, o comunque meno limitato (ci riferiamo all’impossibilità di vestire determinati personaggi con alcuni vestiti particolari).

GTA_V_Online

Infine menzione particolare per l’importanza data ai propri veicoli, che potranno essere assicurati.

Alla fine, con la giusta dose di pazienza ed impegno, anche il più infimo dei criminali potrà diventare un riccone con attico a Vinewood da cui ammirare lo splendido panorama di Los Santos, peraltro poco intaccato dal passaggio all’online, visto che il downgrade grafico non si farà sentire in modo marcato.

Spiace solo per la totale mancanza di abitazioni acquistabili nell’enorme area della Blaine County.

Chi ha detto che il crimine non paga?

L’esperienza di GTA:Online presenta moltissime differenze concettuali rispetto a quella del single player: da un lato abbiamo un titolo che punta molto sull’atmosfera, sulla capacità di coinvolgerci con una trama ben studiata, dall’altra abbiamo una azione più caciarona ma allo stesso tempo capace di offrire molte più attività.

Due anime di GTA a cui siamo abituati da tempo, ma che vengono ora scisse in due componenti separate. Non c’è da meravigliarsi se alcuni non apprezzeranno questo GTA:Online, ma a qualsiasi gruppo voi apparteniate, noi non possiamo che promuovere il lavoro dei Rockstar, capaci di sviluppare un mondo di gioco condiviso tra più utenti, in grado di divertire ed entusiasmare per molto tempo.

Consigliatissimo trovarsi in fretta una crew dal Social Club di Rockstar per giocare in gruppo.


Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.