Justin e i Cavalieri Valorosi – Recensione

Cinema Recensioni Cinema 1.0

Se una volta c’erano i principi azzurri Disney a salvare Regno e fanciulla, nel 2013 tocca a Justin della Kandor Graphics proteggere la mura della città. Con la stretta collaborazione di Antonio Banderas (produttore e voce di Sir Clorex) Manuel Sicilia riprende un racconto legato alla nostalgia degli eroi e all’epoca in cui il valore e l’etica morale illuminavano le gesta di uomini romantici.

Justin-cavalieri-valororosiIn Justin e i Cavalieri Valorosi però il sogno di un giovane quanto esile aspirante eroe si scontra con la volontà del padre che lo vuole uomo di legge e contro un Regno che ha estromesso i cavalieri dal proprio ruolo. A governare sono ormai burocrati colmi di regole, ma incapaci di fronteggiare il nemico vecchio stampo che impugna ancora la spada.

Determinato a realizzarsi e incoraggiato dalla nonna Justin non si arrende e si reca nell’abbazia degli intrepidi saggi custodi delle tradizioni cavalleresche. Un terzetto ben assortito di simpatia scientifica maldestra, di magia e neutralità e di puro spirito battagliero. L’addestramento non si conclude con la medaglia, ma quando Sir Heraclio minaccia la distruzione del Regno il neo Valoroso Cavaliere abbraccia con coraggio il proprio destino. Con lui l’anziano saggio Blucher, l’esuberante cameriera Talia e un mago schizofrenico con la voce di Pino Insegno. Tra gli antagonisti risalta la spalla comica di Heraclio: un brillante quanto vanitoso stratega il cui motto è “Potere e stile!”.

Nell’ambientazione di un restyling gotico, compreso tra taverna fast-food e stilizzazioni medievali, spiccano i colori come espressioni dello stato d’animo del protagonista. Grigio e monotono il mondo degli avvocati, energetico e vivace il disegno dei paladini. Il cambiamento del giovane eroe sarà sia fisico sia mentale, a partire dal taglio di capelli: caschetto liscio e squadrato prima, ciocche disordinate e robuste verso il finale.

Dopo 20 anni dall’ideazione e 4 di produzione Manuel Sicilia porta sul grande schermo il suo sogno con un’animazione  lineare e sobria. Come rivela il regista: l’avventura di Justin rappresenta la storia della Kandor Graphics, “l’importanza di essere se stessi e di realizzare i propri sogni”. La morale del film è tra le più classiche delle favole sul filone tenacia e incoscienza, annoia un po’ gli adulti, ma appassiona i piccoli.

<<A volte la giustizia e la legge non sono la stessa cosa>>.

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=yd9shnJsK4Q]

Scheda film

Titolo: Justin e i Cavalieri Valorosi (Justin and the Knights of Valor)
Regia: Manuel Sicilia
Sceneggiatura: Manuel Sicilia, Matthew Jacobs
Cast: Freddie Highmore, Antonio Banderas, Alfred Molina, Julie Walters, Saoirse Ronan, Mark Strong, Rupert Everett
Genere: animazione
Durata: 96’
Produzione: Kandor Graphics, Out Of The Box Feature
Distribuzione: Moviemax
Nazione: Spagna
Uscita: 24/10/2013.

"Quando sei in dubbio, Meriadoc, segui sempre il tuo naso"

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Password Persa

Sign Up