I premi dell’XI edizione di Asiatica, Incontri con il cinema asiatico

Cinema Featured

Asiatica_Incontri con il cinema asiatico

Si è conclusa lunedi` sera l’undicesima edizione di Asiatica, Incontri con il cinema asiatico, il Festival diretto dal regista Italo Spinelli,  che a ingresso libero fino ad esaurimento posti alla Pelanda – Centro di Produzione Culturale della zona di Testaccio a Roma ha presentato i migliori lungometraggi e documentari asiatici. Numerosi gli incontri con registi, attori e produttori arrivati a Roma a presentare i propri lavori. Un grandissimo successo di pubblico ha caratterizzato questa edizione del Festival.

I membri della Giuria Film della quattordicesima edizione di Asiatica – Incontri con il cinema asiatico, Emanuele Trevi, Mimma Nocelli e Luciano Tovoli, hanno assegnato il Premio Città di Roma per il Miglior Film 2013 a Television di Mostofa Sarwar Farooki (Bangladesh):”Per avere affrontato una delle questioni più laceranti e protagoniste dei nostri tempi: la globalizzazione dell’accesso ad un mondo di immagini, con molteplicità di registri, intelligente ironia e geniale estro dissacrante”.

I membri della Giuria Documentario, Mario Simondi, Stephen Natanson e Gaia Ceriana Franchetti, hanno consegnato il Premio Città di Roma per il Miglior Documentario 2013 a 1001 Apples di Taha Karimy (Irak): ”Per aver raccontato una tragica storia con un linguaggio fortemente simbolico ed emotivo, raramente utilizzato nel campo del documentario”.

La Menzione Speciale invece va a Without Shepherds di Cary McClelland e Imran Babur (Pakistan) ”Per avere affrontato un tema politico e sociale di grande interesse attraverso un brillante ed efficace linguaggio cinematografico e restituendo un’immagine complessiva dei problemi del Paese molto chiara”.
 
Il Premio della Giuria NETPAC (Network for the Promotion of Asian Cinema) formata da Alka Sadat, Brian Bennet e Mara Matta, in questa edizione è stato assegnato al film Snow On Pines di Payman Maadi (Iran) con la motivazione: ”Al suo primo film come regista, Payman Maadi racconta una storia sentimentale e commovente attraverso la prospettiva di una donna e riesce ad affrontare temi sensibili con toni delicati”.

Il Premio del Pubblico al Miglior Film 2013 è stato assegnato a Television di Mostofa Sarwar Farooki(Bangladesh).

Il Premio del Pubblico al Miglior Documentario 2013 è stato vinto da Mohtaramadi Malek Shafi’i e Diana Saqueb (Afghanistan).

La serata di chiusura della XIV edizione di Asiatica ha ospitato anche la presentazione de L’Archivio a Oriente 3,  coprodotto da Italo Spinelli e Marco Aureli per Mnemosyne con l’Istituto Luce Cinecittà. Asiatica ha invitato tre registi a realizzare cortometraggi usando film, documentari, fotografie e cinegiornali, girati nei loro paesi e conservati  presso l’Archivio Storico del Luce. I tre corti sono stati proiettati in una versione non ancora definitiva: Monkey Dance di Adilkhan Yerzhanov (Kazakhstan) ”un film sull’assurdità della vita e sull’alternanza del bene e del male”, Memories Of The Future di Amira Chebli (Tunisia) ”un film che spiega che forse non c’è differenza fra ieri, oggi e domani” e Il Sale Della Vita di Hisham al-Zouki (Siria), ”un omaggio alle memorie che ci restano dentro e che portiamo con noi fin dall’infanzia”.

Simonetta Menossi
Studiosa di cinema

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Password Persa

Sign Up