Giornata dedicata a Giuseppe Casu: 17 ottobre al cinema Trevi di Roma

Cinema Featured

la mine 053

Giovedì 17 ottobre presso il cinema Trevi in vicolo del Puttarello 25, un’intera giornata sarà dedicata al lavoro di Giuseppe Casu che presenterà tre dei suoi documentari, già apprezzati nei numerosi festival a cui hanno preso parte, all’interno della rassegna Incontro con il Cinema Sardo.

Alle ore 17.00 sarà presentato Senza Ferro che parte da una storia di famiglia. Antonio Casu, ormai 71enne, si dedica completamente alla vita della sua atipica scuderia: il Giara Club. Qui da circa 30 anni realizza il suo sogno d’infanzia, far correre i bambini sui cavallini selvaggi della Giara. Ora rivive ogni giorno i successi e le delusioni di quando lui era cavaliere alla Sartiglia, la grande festa equestre di Oristano, mentre i giovani crescono e si responsabilizzano.
Alle Ore 18.00 sarà presentato Manca solo il Mare realizzato con Cristina Agostini. Il doc è ambientato nel quartiere romano di Tor Bella Monaca, una delle zone periferiche della capitale nate agli inizi degli anni ’80 da un progetto di edilizia popolare. Gli appartamenti di quei palazzoni sono stati assegnati a persone con una forte difficoltà economica e fisica. A ciò vanno sommati gli effetti di una diffusa occupazione fraudolenta degli appartamenti e della compravendita clandestina degli stessi. Venticinque anni dopo, tra il 2005 e il 2007, gli autori sono andati in giro tra le torri e gli scomparti di Tor Bella Monaca. E’ qui che gli abitanti li hanno introdotti alle molteplici sfaccettature del labile tessuto sociale formatosi nel corso degli anni.

Alle ore 19.00 sarà la volta dell’ultimo lavoro di Giuseppe Casu L’amore e la Follia, presentato nella sezione  italiana doc. della 30ª edizione del Torino Film Festival e che affronta il tema della chiusura delle miniere in Sardegna. Manlio ottantaduenne cominciò a lavorare come cronometrista nella miniera di San Giovanni, nel Sulcis Iglesiente, all’età di 40 anni dopo aver lasciato l’insegnamento. Figlio di minatori, il sessantunenne Silvestro, invece, cominciò a lavorarci a 23. Le strade dei due uomini si intrecciano nel 1992 nella miniera di San Giovanni quando, con un gruppo di altri minatori, piazzarono dell’esplosivo all’ingresso barricandosi dentro per scongiurare il pericolo di chiusura della miniera e la desertificazione del territorio. Vent’anni dopo quella singolare protesta, San Giovanni è stata ormai definitivamente chiusa ma Manlio e Silvestro hanno ancora un messaggio da trasmettere. Nei ricordi degli inizi della rivolta, tra immagini di repertorio e gallerie murate, i loro spiriti di combattenti ci fanno vivere il trauma della chiusura delle miniere: ora che il temuto deserto avanza, intaccando l’orgoglio di aver partecipato a una grande lotta con la malinconia di un futuro incerto.

Al termine delle proiezioni, alle ore 20.45 Cristina Agostini e Giuseppe Casu risponderanno alle domande del pubblico presente in sala, con loro il critico Giulio Latini. Introdurrà l’incontro Antonio Maria Masia moderato da Alessandra Peralta.

L’incontro con il cinema sardo e la giornata del 17 Ottobre nascono nell’ambito del Gremio dei Sardi che quest’anno festeggia il suo 65° anniversario (1948-2013). Il Gremio ha organizzato con la collaborazione della FASI (Federazione delle Associazioni Sarde in Italia), della Cineteca Sarda – Società Umanitaria e della Cineteca Nazionale proiezioni e dibattiti con gli autori, da questo mese e per tutto il 2014 presso il Cinema Trevi di Roma. Il programma è a curato da Franca Farina.

Simonetta Menossi
Studiosa di cinema

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Password Persa

Sign Up

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com