Battlefield 4 – Anteprima

Videogiochi

Nonostante mi reputi un grande fan della saga di Battlefield, non attendevo con grandissima ansia l’arrivo di questo nuovo capitolo, alcune migliorie e aggiunte, però, mi hanno fatto in parte cambiare idea, almeno per quanto riguarda la versione PC, pur con qualche difetto abbastanza rilevante. Con questo articolo andremo ad analizzare ogni aspetto della Beta di Battlefield 4, mettendo in risalto ogni pregio e ogni problema che si spera possa essere risolto dal team di sviluppo.

La versione di prova per il comparto multigiocatore di BF4 propone una sola mappa, Assedio di Shangay, con tre modalità: Conuquest, Domination e Obliteration.

Prima di addentrarci nell’analisi, è doveroso spendere qualche parola sull’interfaccia di gioco. Il sistema di respawn è stato notevolmente migliorato, in quanto grazie alla presenza di una mini-mappa potremo tenere sotto controllo la posizione dei nostri alleati e la situazione nelle varie basi, elemento che permetterà di evitare una morte rapida subito dopo lo spawn. Inoltre attraverso la schermata di pre-spawn potremo modificare o cambiare il nostro equipaggiamento, feature ancora più ricca rispetto al passato, con la possibilità di personalizzare i nostri veicoli, e con una grandissima varietà di accessori per le armi. Riuscitissimo anche il Battlelog 2.0, sopratutto su tablet e smartphone, grazie alla possibilità di modificare il nostro soldato anche con la console spenta. Non è tutto, perchè il nuovo Battlelog, più chiaro rispetto al passato, ci permetterà di metterci in contatto con gli amici e, per la versione PC, di scegliere i nostri server preferiti.

Dal punto di vista del gameplay non ci troviamo di fronte ad una vera e propria rivoluzione, ma lo sviluppatore ha introdotto alcune aggiunte che ho gradito abbastanza. Tra tutte troviamo l’interazione con la mappa, attraverso la quale attivare ascensori, alzare saracinesche per proteggerci, bloccare un carroarmato alzando dei paletti al centro della strada, o “catturare” il nemico chiudendolo in un container e altro ancora. Ho apprezzato molto Levolution, in quanto permette di rendere più varie le partite multiplayer e di adottare nuove strategie, pur deludendomi per quanto riguarda la distruttibilità ambientale. Infatti ci troviamo di fronte alla limitata distruttibilità di Battlefield 3, con la possibilità di far cadere letteralmente a terra un enorme grattacielo presente al centro della mappa, attraverso un’azione fortemente scriptata (l’abbattimento dei piloni dell’edificio); si tratta, però, dell’unico elemento dello scenario realmente “distruttibile”, che per giunta provoca un notevole calo di frame rate. Per il resto si tratta dello stesso gameplay di BF3, semplificato ulteriormente, a causa del rinculo delle armi notevolmente ridotto, ma reso più spettacolare e frenetico; interessante anche l’utilizzo dell’arma secondaria quando ci troviamo in acqua e la possibilità di sporgersi da un riparo per colpire il nemico. Elemento mal bilanciato è, invece, la contro pugnalata che personalmente eliminerei del tutto o, almeno, renderei meno semplice da realizzare. A stupirmi è stato anche il design della mappa, in pieno stile DICE, piena di tanti elementi su schermo, costruzioni e ripari e dimensioni piuttosto generose, nonostante la mappa presente non permetta di mostrare tutte le potenzialità del titolo, in quanto l’uso di veicoli è sicuramente limitato.

Parlando delle modalità, la più convincente è senza dubbio Conquest, nonostante sia un classico per la serie. Come sempre dovremo cercare di conquistare tre basi presenti sulla mappa mantenendone il controllo per il maggior tempo possibile; nonostante questo il divertimeno offerto da conquest è assicurato. Domination rappresenta sostanzialmente la stessa modalità, ma la mappa sarà notevolmente ridotta (in stile Call of Duty), puntando, quindi, su una maggiore frenesia dovuta anche ad un minor tempo di cattura dei punti strategici. La new entry è Obliteration, durante la quale i due team avversari dovranno cercare di far detonare una bomba nei tre punti strategici di Assedio di Shangai. Anche in questo caso grande frenesia, ma al tempo stesso grande tattcità, in quanto per ottenere la vittoria sarà necessario giocare di squadra ed aiutare il portatore della bomba.

Dal punto di vista grafico bisogna fare una netta distinzione tra versione PC e versione console. Da un lato abbiamo un motore tecnico impressionante, con effetti di luci, ombre, texture ed effetti poligonali realizzati magistralmente, nonostante evidenti cali di framerate nelle situazioni più concitate e in generale una grande “pesantezza”, dovuta al fatto che ci troviamo di fronte ancora alla versione Beta e non al prodotto finale. La versione console, invece, è rimastra praticamente identica rispetto al passato, con diversi problemi tecnici, tra cui un fastidiosissimo ritardo nel caricamento delle texture. Pesa molto anche il massimo di 24 giocatori, elemento che rende sicuramete meno godibile l’esperienza globale. Ottima la componente fisica, con animazioni decisamente migliorate, mentre resta grandioso il comparto sonoro, con effetti delle armi ed esplosioni incredibilmente realistici.

Per concludere, la Beta di Battlefield 4 mi ha complessivamente convinto per quanto riguarda la versione PC, con il Frostbite 3 che riesce ad introdurre nette migliorie nel comparto tecnico, la solita cura per i dettagli e per i level design ed un gameplay magari meno “realistico” rispetto al passato, ma comunque soddisfaciente. La versione console current-gen,invece, resta caldamente sconsigliata a fronte di poche novità e dei soliti problemi tecnici; per questi motivi vi consiglio di attendere la versione Xbox One e PS4 di BF4.

Fan di Halo e PCista, vado matto per il cinema, le serie tv, lo sport, la musica rock anni 60-70, i Simpson e Futurama, Tolkien e Asimov. Amante di natura e animali, spero in futuro di poter lavorare come redattore per un sito videoludico. Per contattarmi: [email protected]

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Password Persa

Sign Up

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com