Dishonored: Le Streghe di Brigmore – Recensione

Titolo: Dishonored: Le Streghe di Brigmore
Sviluppatore: Arkane Studios
Publisher: Bethesda Softworks
Genere: Action, Sparatutto
Numero Giocatori: 1
Piattaforme: Playstation 3, Xbox 360, PC
Localizzazione: Completamente in Italiano

Daud non dovrebbe essere un uomo tanto schizzinoso: egli è, dopo tutto, l’assassino la cui mano ha guidato il coltello nel cuore dell’imperatrice di Dunwall , con il suo bambino tremante a lato durante le sequenze d’apertura di Dishonored . Ma nonostante questo, la prima volta che incontrerete la strega di Brigmore – una sirena che padroneggia la magia nera – verrete perdonati per esservi lasciati scappare un solo grido esile. Queste streghe sono probabilmente gli antagonisti più sconvolgenti del gioco d’azione – stealth di Arkane (di cui Le Streghe Brigmore è la seconda grande espansione), anche perché esse sono guidate dal più allarmante dei demoni creativi: il pittore pazzo.

Dalila e la sua congrega vivono nel fatiscente palazzo di Brigmore , sede un tempo di un’antica famiglia, che è stato mandato in rovina una generazione fa. Il decadimento mentale che sta dietro la sua bella faccia si riflette nella muratura fatiscente e nello scorrere dell’acqua marrone del suo quartier generale, che sono resi ancora più inquietanti dalla splendida cornice di questo residence. Ma prima di avventurarsi nella vasta tenuta Brigmore, è necessario iniziare con una manciata di altre missioni nell’ arco narrativo di Daud, come introdotto dal precedente episodio, Il pugnale di Dunwall.

La prima di queste vede Daud entrare nel carcere Coldridge – poco dopo Corvo, il protagonista del gioco originale, sfuggendo ad una delle sue cellule. Lontano da un riutilizzo diretto del luogo, questa volta sarete in grado di esplorare le varie ali del carcere, scegliere quale dei suoi detenuti  liberare e anche essere testimoni dell’esecuzione (o della salvezza, se si sceglie di intervenire) della guardia ritenuta responsabile della fuga di Corvo. Si tratta di un ingegnoso set-up, che offre una prospettiva alternativa in una situazione a noi già familiare , e di cui conosciamo già le conseguenze. Ma con set unico e nuovo di abilità , con le quali Daud potrà evocare in avanti assassini, o tirare i nemici verso di lui e soffocarli mentre è sospeso in aria.

Drapers Ward è il pilastro centrale della storia. Diviso in diverse aree interconnesse, che si estendono dal porto di Dunwall alle fogne Moping sotto una fabbrica di tessuti. Le proprietà di lungomare e il  centro si guardano l’un l’altro verso il basso attraverso un canale, che divide le due bande rivali della zona. Le Hatters sono benestanti, uomini in gilet colorati e cappelli a cilindro, mentre le Anguille sono pirati urbani che utilizzano pali ad uncino per sventrare i loro rivali. Le due bande si danno battaglia sparandosi sulle passerelle e si picchiano senza sosta in un incessante cul-de-sac,  aggiungendo quindi alla storia un conflitto di terze parti. Mentre state procedendo nella trama,sta quindi a voi se prestare i vostri pugnali e le vostre frecciette velenose a favore di una o dell’altra fazione, o agire furtivamente e restare nell’ombra. Nella maggior parte dei casi, le loro schermaglie consentiranno tuttavia di continuare il vostro lavoro inosservato.

Prima di ogni missione, avrete la possibilità di acquistare materiali di consumo, utilizzare eventuali progetti che avete trovato nella missione precedente, al fine di potenziare gli strumenti e, cosa più interessante, l’acquisto di ‘favori’ , i quali aumenteranno le probabilità a tuo favore nella missione successiva. Come prima cosa i favori,  potrebbero rivelare informazioni o consentire l’accesso ad apparecchiature con munizioni e anche rune bonus. Ma ci sono opzioni più costose che alterano in modo significativo il modo in cui ci si avvicina a una missione, ad esempio, fornendo a Daud un travestimento per facilitare il suo ingresso nel carcere Coldridge, o tagliando un buco in qualche recinzione perimetrale per consentire un più furtivo approccio.

La combinazione di acquisti, aggiornamenti e favori rafforza l’importanza della moneta nel gioco; senza fondi sufficienti per investire, le possibilità di successo (o, almeno, la progressione senza essere scoperti) diminuiscono. In questo modo si ha una motivazione più forte che spinge a ricercare l’oro, l’olio, le erbe e ninnoli disseminati attraverso il gioco, essendo premiati in modo massivo. E ricordate con non siamo in uno sparatutto!

Il senso di meraviglia di Dishonored viene dalla varietà di modi con i quali sarete in grado di completare gli obiettivi, con le più grandi ricompense riservate a quei giocatori che avranno superato ogni attività né con le mani insanguinate, né una traccia della loro presenza nella memoria di nessuno. Arkane con questo add-on,  offre una vasta e motivante gamma di opzioni per completare ogni attività. Accanto a queste scelte grandangolari, è necessario anche andare a caccia di Rune, che possono essere utilizzate per aggiornare in modo permanente le capacità di Daud, e ossa, che offrono miglioramenti di vario tipo.

Il mito di Dishonored, continua in modo sontuoso con questo secondo dlc, dimostrando non solo di essere ben strutturato, ma collegando magistralmente scenari e scenografie al fine di contribuire al senso di  appartenenza ad un luogo. Ma introduce anche intelligenti e significative modifiche al vostro set di strumenti interattivi, e varie vie di diramazione verso i vostri obiettivi. Ci sono, missioni secondarie  che girano contemporaneamente attorno alla tua missione principale (in una, è necessario ricreare il matrimonio portando una sposa, uno sposo e un anello al fine di creare un diorama). E, in contrasto con la trama principale Dishonored, finalmente c’è un antagonista chiaro, spaventoso e potente. Più grande e più complessa rispetto al Pugnale di Dunwall, Le Streghe di Brigmore emerge come uno dei migliori esempi di come non solo si amplia un videogioco blockbuster, ma anche di come arricchirlo e approfondirlo

The Wild Sheep


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.