Speciali

Virtual Games, un successo multicanale

Il mondo dell’intrattenimento, come ogni realtà, non smette di cambiare. In un universo sempre più dinamico e in movimento, il settore entertainment si è dovuto reinventare in particolare nell’ultimo decennio, superando paradossalmente la prova del nove proprio nel corso della pandemia da Covid-19. Se non ci fossero stati i virtual games, probabilmente, la quarantena sarebbe stata una carcerazione coatta per milioni di persone sparse nel mondo.

Ma cosa sono i virtual games e qual è la loro importanza? Si tratta, per dare una definizione, di rappresentazioni di eventi reali simulati al pc o su dispositivi elettronici, su cui è anche possibile piazzare delle scommesse, trasformando il divertimento in guadagno. Dal 2013, quando cioè in Italia sono partite le sperimentazioni, i virtual games sono divenuti un must per gli amanti del gioco e del betting in generale.

L’anno passato diversi operatori di gioco non direttamente legati al mondo del betting hanno deciso di puntarvi, in particolare StarCasino. Il sito online del marchio Betsson ha introdotto nella propria offerta di gioco una sezione completamente dedicata ai virtual games. StarCasino offre varie possibilità ai propri giocatori: puntare fino a cinque secondi prima dell’inizio della partita, giocare su tutti i campionati del mondo per la durata di centoventi secondi conditi da azioni reali ma simulate, come se si stesse giocando alla PlayStation per davvero. Infine, offre anche agli utenti la possibilità di provare una versione free, la cosiddetta demo. In definitiva, una nuova frontiera del mondo del gioco e dell’intrattenimento destinata a rivoluzionare l’idea stessa di divertimento da qui al prossimo decennio. Con una penetrazione sempre più forte degli eSports, ed i miglioramenti tecnologici, è impossibile non prevedere un futuro roseo per il settore.

Il successo dei virtual games risiede nel fatto che questa categoria affonda le radici nei cosiddetti giochi manageriali, Football Manager su tutti, che negli ultimi vent’anni hanno visto una popolarità sempre più crescente e sconfinante. Ed ovviamente al fatto che l’intrattenimento digitale si sia trasformato in una autentica esperienza che mischia la realtà effettiva con la simulazione. Per esempio l’evento viene effettivamente simulato ma il suo esito è garantito da un algoritmo che introduce, nel gioco, anche la componente casuale.

Nell’anno in cui le agenzie di betting hanno vissuto la loro personalissima Waterloo, il betting virtuale ha rappresentato l’unica ancora di salvezza e forse un punto saldo da cui impostare una ripartenza.

Mostra tutto
Back to top button