FeaturedRecensioni

Trollhunter: I Difensori di Arcadia – Recensione

Da una delle serie di maggior successo su Netflix, complice il coinvolgimento di Guillermo del Toro, arriva un tie-in ispirato alla serie Trollhunters. Ma riuscirà ad essere fedele oppure cambierà tutto? Seguitemi in questa mia personale esperienza per scoprirlo.

Nato dalla fatica di WayForward, questo prodotto riprende fedelmente la serie prodotta da Guillermo del Toro e DreamWorks Animation disponibile, per chi non lo sapesse, sulla piattaforma di streaming Netflix. Infatti, Trollhunters: I Difensori di Arcadia ambienta le sue vicende come sequel temporale della storia raccontata nella serie tv: Il New Jersey viene attaccato da alcuni troll pirata capitanati da Porgon, un troll molto pericoloso, e toccherà ancora una volta al trio di eroi cacciatori composto da Jim, Toby e Claire porre rimedio alle malefatte di Porgon che riuscirà a spedire in un loop temporale dove il nostro giovane protagonista avrà solo una possibilità di salvare il mondo, e salvare se stesso ovviamente. Il titolo appartiene alla categoria dei giochi d’avventura in stile platform a scorrimento laterale in cui Jim, nel caso giocassimo da soli, e Claire, nel caso giocassimo con un’altra persona in co-op locale, dovranno attraversare i numerosi livelli di cui è composta la storia utilizzando le loro abilità speciali e gli attacchi per sconfiggere i nemici che ci sbarreranno il cammino, o i boss che ci daranno un po’ di filo da torcere. Sparse sulle varie piattaforme, e ottenibili alla sconfitta dei nostri nemici, potremo collezionare monete d’oro da spendere nel Mercato dei Troll per comprare potenziamenti di vario genere oppure consumabili che ci forniranno un ottimo supporto durante i combattimenti, così come gli amici che faranno parte del nostro team e che ci aiuteranno a superare ostacoli altrimenti insormontabili. Utilizzando una barra dedicata infatti, possiamo richiamare uno degli altri personaggi secondari che ci permetterà di continuare la nostra avventura indisturbati o di infliggere danni considerevoli ai nostri nemici. Inoltre, durante il nostro vagabondare troveremo Vite e Cuori extra, che andranno ad aumentare le nostre possibilità di riuscire nella missione e la nostra vita che potrà essere ripristinata grazie a del cibo chiamato Nougat Nummy, Calzini Sporchi da scambiare con oggetti al Cambia Calzini di Rout, Gnomi che poi useremo in un minigioco all’interno del Pub e l’ Horngazel, uno strumento con il quale potremo liberare il tesoro nascosto dietro alle Arcate tracciate col gesso. Ma non preoccupatevi, se ne mancate qualcuno potrete sempre rigiocare il livello e raccoglierli comodamente quando più vi aggrada. A spezzare la monotonia che si può creare dopo qualche ora di gioco ci sono i tre minigiochi: Go Go Sushi, in cui dovremo raccogliere più sushi possibile, la Sfida degli Gnomi, utilizzandoli come freccette dovremo colpire i bersagli sia fissi che mobili per raggiungere un determinato punteggio, e l’ultima sfida in cui dovremo raccogliere un determinato numero di monete entro un tempo limite scegliendo la strada giusta da percorrere. Durante la mia esperienza non ho riscontrato cali di frame-rate, ma qualche piccolo glitch grafico l’ho riscontrato, come lo sdoppiamento di Jim all’interno di un negozio, ma niente che possa davvero rovinare la vostra esperienza videoludica. Infine, questo titolo non offre una vera e propria sfida, ma risulterà davvero facile per chi è già navigato nel genere. Nonostante questo, saprà farvi divertire come si deve.

Dal punto di vista tecnico Trollhunters: I Difensori di Arcadia si presenta con un comparto grafico molto semplice, ma ben realizzato, che ripropone fedelmente le location e i personaggi sia principali che quelli secondari della serie tv, cosa molto gradita ai fan della serie. Anche il comparto audio fornisce un ottimo accompamento durante il nostro vagabondare, sia in termini di musica da sottofondo che nel doppiaggio in italiano, sia parlato che scritto, anche se alcuni dei personaggi secondari parleranno in inglese di tanto in tanto creando una piccola sbavatura nell’insieme.

La recensione è stata realizzata grazie al codice fornito dal publisher per PlayStation 4.

In conclusione

voto - 7.5

7.5

Lo studio di sviluppo ha fatto un lavoro egregio, non un capolavoro ma nemmeno una totale schifezza, riuscendo a imprimere l'essenza della serie tv al suo interno e riportando pad alla mano il giocatore nelle vicende accadute nella serie targata Guillermo del Toro. Trollhunter: I Difensori di Arcadia è un titolo abbastanza lineare, l'ideale per il target che si prefigge di raggiungere ma che i giocatori più esperti potranno trovare un po' troppo facile da completare e senza quel giusto mordente che può dare loro la voglia di rigiocarlo oltre a non offrire una sfida che riesca davvero ad appagare una volta portata a compimento.

User Rating: 3.45 ( 1 votes)
Mostra tutto
Back to top button