Valorant: rimangono i ban assegnati in beta

Riot Games conferma I ban assegnati in fase beta, che perdureranno anche ora che il gioco è nella sua versione finale.

I furbetti sono avvisati. Valorant, che da poco è uscito dalla sua fase di Beta, ha già collezionato molte presenze di cheater tra i tanti giocatori che hanno provato il nuovo lavoro di Riot Games. Per loro è arrivato prontamente il ban da parte degli sviluppatori e questo è stato confermato anche per la versione finale del gioco, impedendo a questi giocatori di usufruire, in maniera definitiva, del servizio.

Il tutto è stato annunciato direttamente da Paul Chamberlain, Anti-Cheat Lead del gioco, che nelle parole raccolte da IGN ha così commentato: “«gli account sono stati bannati permanentemente e la maggior parte dei ban è collegata all’hardware, il che significa che possiamo rintracciare gli utenti e bannarli nuovamente anche se dovessero creare un nuovo account“.

Nonostante ciò, Chamberlain ha altresì chiarito che i ban prevedono una rivalutazione periodica. Questo per dare una seconda possibilità ai giocatori in relazione della gravità della condotta tenuta e quindi concedergli una rimozione delle misure restrittive adottate. Insomma, non ogni speranza è perduta, ma chi bara non ha spazio alcuno sui server di Riot Games.