Notizie

Ghost of Tsushima: i nemici non saranno più resistenti all’aumentare della difficoltà

Nate Fox, game director di Sucker Punch, ha dichiarato ai microfoni di PlayStation Blog che in Ghost of Tsushima i nemici non diventeranno più difficili da affrontare in base al livello di difficoltà che selezioneremo per affrontare l’avventura.

Nel dettaglio, il game director ha riferito:

Nel gioco abbiamo tre livelli di difficoltà: facile, normale e difficile. A difficoltà difficile l’esperienza è equa ma molto impegnativa. I mongoli sono più aggressivi e i giocatori devono essere molto precisi per eseguire mosse straordinarie. Per contro, la difficoltà facile è pensata per i giocatori interessati a esplorare l’isola e godersi la storia, combattendo di tanto in tanto con un nemico valido. A prescindere dalla difficoltà scelta, la salute dei nemici non cambia; abbiamo preso questa decisione per non alterare la letalità della katana. Ciò che conta nel nostro sistema di combattimento è la bravura del giocatore. Alcuni di voi hanno guardato i video di Ghost of Tsushima dallo State of Play e sono giunti alla conclusione che è un gioco facile, il che non è vero. Il combattimento è ideato per essere letale per tutti, non solo per i nemici del giocatore. Anche gli avversari di Jin possono ucciderlo rapidamente. Il gameplay che abbiamo mostrato era stato registrato da uno dei tester dello Spettro, molto bravo a usare la katana. Inoltre Jin aveva alcune abilità che non sono disponibili all’inizio del gioco. Volevamo far vedere come funziona il combattimento quando il giocatore padroneggia i comandi e le abilità, ovvero quando Jin dà il meglio di sé. Siamo convinti che il combattimento sarà gratificante e impegnativo per la maggior parte dei giocatori.

Mostra tutto
Back to top button