FeaturedRecensioni

Woodle Tree 2: Deluxe+ (XBox One) – Recensione

Woodle Tree 2: Deluxe + arriva su Xbox One, con una versione potenziata più che un vero e proprio sequel di Woodle Tree Adventures, il primo gioco di Chubby Pixel. È un platform 3D, tutto sviluppato in Italia, che si va ad inserire nel segmento già popolato sulla console Microsoft da titoli come Yooka-Laylee e Hat in Time, per cui andremo adesso a capire se vale la pena investire il vostro tempo su questo titolo. Seguiteci nella recensione.

Lo spirito che permea il gioco è proprio quello dei platform classici, questo è innegabile, quindi i puristi del genere saranno ben felici di confrontarsi con meccaniche chiare, semplici, ma che permettono anche di fare azioni complesse. Il nostro eroe Woodle ha l’arduo, ma piacevole, compito di viaggiare in un coloratissimo open-world per riportare l’acqua e quindi la vita ai suoi amici alberi, i quali sono stati “ingrigiti” da una entità malvagia. Non vi aspettate niente di clamoroso dalla trama, che svolge degnamente il suo compito, ma non brilla certo di originalità. Il fatto che tutto il gioco si basi su una struttura open world potrebbe spaventare, in quanto ci si potrebbe aspettare di dover vagare per ore senza meta, ma la progettazione del  mondo aiuta moltissimo i giocatori, anche quelli più sprovveduti, ad orientarsi e sapere sempre dove sono e dove devono o possono andare. Rimane comunque la possibilità di esplorare a nostro piacimento, anche se a volte saremo limitati da pareti invisibili, anche e soprattutto per andare a scoprire segreti e tesori disseminati nella grande mappa di gioco. U limiti a questa progettazione è che alcuni passaggi che dovrebbero essere obbligati, possono invece essere bypassati senza grossi problemi, aggirandoli. Già dalle prime fasi del gioco ci siamo accorti di questa possibilità, andando a scegliere una strada alternativa perché attirati da una serie di bacche fuori dal percorso stabilito. Questo non si riflette in maniera pesantemente negativa sulla nostra avventura, ma i più smaliziati potrebbero usare questa modalità per superare alcuni punti più ostici.

Seguendo le orme dei suoi predecessori  Woodle Tree 2 ha proprio tutto quello che vi aspettereste da un solido e longevo platform adventure: oggetti da collezione, puzzle ambientali, miglioramenti ed aggiornamenti (anche estetici), nuove abilità e punti dove la nostra abilità nel superare passaggi ostici a livello di platform viene messa alla prova. Dal punto di vista tecnico, nonostante la realizzazione sia stata fatta con molta cura, il gioco soffre, come tutti i giochi della sua stessa specie, dei soliti problemi legati alle inquadrature con una camera che deve essere sempre posizionata nel posto giusto, oppure alcune meccaniche di gioco che risultano legnose. Ma se volete la perfezione, allora dovete comprarvi la Switch e giocare a Super Mario Odyssey. Woodle Tree 2 rimane comunque altamente giocabile, una volta presa confidenza con i comandi sia del nostro protagonista che con quelli che permettono di regolare la camera e quindi ottenere la visuale migliore, soprattutto nelle sezioni platform più impegnative, dove è richiesta precisione. Il nostro Woodle è dotato di un numero di abilità, che vanno dal doppio salto alla planata con la sua fida foglia, che serve anche come arma per eseguire attacchi combinati. Procedendo nel gioco si possono scoprire ed apprendere ulteriori abilità, ma lasciamo a voi il piacere di sperimentarle.

Il design dei livelli in Woodle Tree 2 è ben strutturato e permette anche ai giocatori meno esperti, come potrebbero essere i bambini ai quali sicuramente questo gioco è dedicato, di accedere senza grossi problemi alle sezioni platform alla risoluzione dei puzzle ambientali. Poiché tutto il gioco gira attorno al tema delle piante e dell’acqua, la maggior parte degli “enigmi” da risolvere ruota attorno, ovviamente, alle gocce d’acqua che potremo trasportare sulla nostra foglia per far crescere piante che serviranno poi a oltrepassare determinati punti. Ma non pensate che questo sia sempre facile e vi possiamo assicurare che in alcuni frangenti sarete chiamati a metterci più impegno di quello che vi aspettereste. Nonostante l’impianto generale sia chiaramente ispirato e strutturato sui classici del genere, fortunatamente gli sviluppatori hanno introdotto alcune caratteristiche moderne, come la possibilità di fare degli spostamenti veloci da un luogo all’altro della mappa, oppure l’inserimento dei numerosi checkpoint che ci semplificano la vita. Questo anche al fatto che tutti gli aggiornamenti li faremo alla nostra base, che funge da hub per le varie missioni e che contiene i vari negozi, per cui avere la possibilità di utilizzare il “viaggio veloce” rende molto più semplice tornarci per migliorare le nostre abilità.

L’estetica di Woodle Tree 2 è volutamente pulita e semplice, considerando che si tratta di un gioco low budget e anche dal costo contenuto, per cui è normale che non ci siano effetti speciali, texture elaborate e anche il comparto sonoro, nonostante sia discreto, non è esente da difetti. Ma nel suo complesso, a parte qualche glitch sporadico, il design minimalista è comunque piacevole e i colori vividi lo rendono un gioco molto apprezzabile anche dagli utenti più piccoli.

In Conclusione

Woodle Tree 2: Deluxe + su Xbox One si dimostra per quello che è, ovvero un platform adventure solido, semplice ma non da sottovalutare, adatto sicuramente ai bambini, ma che piacerà molto anche ai genitori. Il design minimalista ma comunque colorato, una trama semplice ma non troppo banale, una serie di enigmi ambientali ben strutturati e un open world tutto da esplorare, lo rendono u titolo perfetto per gli amanti del genere per passare qualche ora di sano divertimento, soprattutto in questo periodo di forzata reclusione domestica.  Non è esente certo da difetti, ma difficilmente sul mercato troverete un prodotto con un ottimo rapporto qualità/prezzo come Woodle Tree 2: Deluxe +

La recensione è stata realizzata grazie al codice fornito dagli sviluppatori per Xbox One 

Mostra tutto

Sergio "Cateye10" Grazzini

Digital dreamer, videogames addicted, wannabe Jedi. An old player that is still capable of wonder.
Back to top button