Two Point Hospital (PlayStation 4) – Recensione

Diciamoci la verità: titoli strategici e console hanno fatto spesso a “cazzotti” a causa della impossibilità nello gestire truppe o spostare cursori attraverso un levetta analogica che, come immaginabile, non offre assolutamente la stessa affidabilità e precisione del puntatore di un mouse. Nonostante tutto però, forte del successo su PC, il team di sviluppo Two Point Studio ha tentato l’esperimento di portare su  Switch e PlayStation 4 (questa la versione da noi testata) un titolo come Two Point Hospital, uno di quei titoli che fa della velocità di gestione e di movimento del puntatore la sua caratteristica principale. Alla fine dei conti, se dobbiamo essere sinceri, siamo rimasti veramente esterrefatti del risultato…

L’implementazione del pad in Two Point Hospital è sicuramente l’elemento caratterizzante di questa versione del gioco che, in quanto a contenuti, non si differenzia dalla sua controparte PC. Iniziamo col rassicurarvi che la spiegazione dei comandi via pad è eseguita attraverso  un lungo e completo tutorial che vi permetterà in meno di mezz’ora di poter controllare e gestire l’ospedale in totale libertà. Alle levette analogiche è stato assegnato il compito di muovere i cursori e la visuale, mentre ai tasti L1 e R1 è assegnato il compito di roteare la visuale mentre sarà possibile accedere ai menù di selezione dello staff e/o degli oggetti decorativi attraverso l’uso dei quattro pulsanti tipici Sony. Sebbene non offra lo stesso tipo di precisione e affidabilità, il pad si rivela dopo poche battute di gioco uno strumento funzionale e rapido per la gestione dell’ospedale anche se, in tutta onesta, abbiamo avuto qualche difficoltà nell'”acchiappare” lo staff per collocarlo nella stanza alla quale era assegnato.

Senza troppi giri di parole o retorica circa la “saudade” o la nostalgia, Two Point Hospital è un titolo che ripropone le meccaniche di gioco del celeberrimo Theme Hospital, titolo prodotto dalla mai troppo compianta Bullfrog, nota al pubblico anche per il coloratissimo Theme Park. Come era auspicabile, Two Point Hospital  vi metterà alla guida di un ospedale in cui le vostre decisioni e la vostra visione d’insieme potranno fare la differenza; ricoprendo quindi il ruolo di “deus ex machina”, il vostro compito sarà quello di creare le varie stanze per i pazienti, migliorare le strutture e aprirvi a nuove cure sperimentali, scegliere lo staff, formarlo, arredare l’ospedale e, ovviamente, macinare tantissima grana curando i diversi pazienti che decideranno di curarsi presso la vostra struttura. Similmente a quanto accadeva in Theme Hospital, i pazienti saranno afflitti dalle più stravaganti patologie, da quella che li trasforma in Freddie Mercury a quella che gli fa comparire una lampadina al posto della testa, e il vostro compito sarà quella di progredire nel gioco, nello sviluppo e nella ricerca al fine di trovare la cura anche per questo tipo di patologie. Inutile dirvi, ovviamente, che per potersi cimentare nello sviluppo del proprio ospedale sarà necessario utilizzare il denaro a propria disposizione, ma per questo e altri dettagli, vi rimandiamo alla nostra recensione della versione PC del gioco, le cui dinamiche sono identiche a quelle viste nella versione da noi testata su PlayStation 4 Pro.

Dal punto di vista tecnico, Two Point Hospital è un titolo che si presenta in tutto e per tutto identico alla prima release del gioco. Fortuna vuole, inoltre, che il gioco non soffra di alcun tipo di rallentamento o problema, neanche quando si tratta di dover girare la telecamera per poter osservare il proprio ospedale da un altro punto di vista. L’azione di gioco è accompagnata anche questa volta da una colonna sonora composta da brani allegri e scanzonati, mentre il doppiaggio, per quanto presente, si presenta in lingua inglese con sottotitoli e informazioni localizzate completamente in lingua italiana.

In Conclusione

Sebbene dal punto di vista tecnico non possa parlarsi di una vera e propria rivoluzione tecnica, la versione per PlayStation 4 di Two Point Hospital è assolutamente sorprendente dal punto di vista ludico. Il team di sviluppo ha eseguito un lavoro di adattamento al joypad della gestione mouse + tastiera sublime e tutto questo permetterà una gestione precisa e tempestiva delle diverse emergenze che si verificheranno nel corso della partita. Two Point Hospital è (ancora una volta) un acquisto assolutamente obbligato per i nostalgici di Theme Hospital e per coloro che non hanno la possibilità di giocare alla versione PC del titolo.

La recensione è stata realizzata grazie al codice fornito dal publisher per PlayStation 4.


9
voto