Switch e PS4 aumentano le vendite in Sud Corea a causa del COVID-19

PS4 e Nintendo Switch vanno a ruba in Sud Corea, dove l’epidemia di Coronavirus ha colpito duramente la popolazione, che è costretta a cercare dei passatempi per la quarantena in casa.

In Corea del Sud, paese più colpito dall’epidemia di COVID-19 (meglio conosciuto come Coronavirus), le vendite di PS4 e Nintendo Switch sono aumentate esponenzialmente. Il paese è infatti in regime di quarantena, con gli abitanti costretti nelle proprie abitazioni per evitare l’ulteriore ed incontrollata diffusione del virus. Ecco allora che le persone hanno cercato un modo per sfuggire alla noia casalinga, e sembrerebbero averlo trovato proprio nelle console Sony e Nintendo.

Le vendite di PS4 e Switch, relative al mese di Febbraio 2020 nel paese, unite ai videogiochi per le due console, sono aumentate del 336%, stando a quanto dichiarato da Toys R Us Online. Inoltre, le scorte di console sembrerebbero essere agli sgoccioli nei negozi dedicati e sui siti online relativi alla Corea del Sud.

Ovviamente questa non può che essere una notizia positiva per le due case di produzione, nonostante arrivi a margine di una crisi internazionale che sta vivendo il suo apice. Tuttavia, in un sistema economico quanto mai fragile e messo a dura prova dall’epidemia, sembrerebbe davvero una boccata di ossigeno per i produttori.