JWE: Return to Jurassic Park DLC – Recensione

Per chi non lo sapesse, Jurassic World Evolution è un gioco di simulazione che offre ai giocatori la possibilità di costruire il proprio parco giurassico, sulla scia del successo avuto dalla nuova serie di film che hanno tratto ispirazione dall’originale film di Spielberg, a sua volta tratto dal romanzo di Michael Crichton. Ovviamente il gioco originale, uscito ormai quasi tre anni fa, utilizzava utilizza edifici e tecnologia dall’aspetto “moderno”, ripresi in parte dal film e in parte sviluppati ex novo per questa produzione. E’ stato un gioco che ho amato e che mi sono divertito ad affrontare nelle sue varie missioni, ma sinceramente mi sarebbe piaciuto fare un ritonro al passato, all’originale Jurassic Park e gli sviluppatori di Frontier Developments hanno pensato bene di accontentarmi, pubblicando, sia per console che per PC, il DLC Return To Jurassic Park. I fan della prima ora, quelli che come me hanno avuto modo di vedere il film originale nel 1993 saranno sicuramente interessati a questo nuovo DLC, ma anche coloro i quali hanno giocato a Jurassic World Evolution, potranno avere una piacevole sorpresa nel provare questo titolo. Seguitemi nella mia recensione e ve ne spiegherò i motivi.

Il DLC ci riporta sull’iconica Isla Nublar, laddove tutto ha avuto inizio, per cercare di riprendere in mano le redini del parco ormai distrutto, dopo gli eventi narrati nel film. La campagna ci mette subito all’opera insegnandoci come riparare gli edifici, aggiungerne di nuovi e iniziare a svolgere alcune ricerche, al fine di ripristinare il funzionamento del parco. La prima missione è quindi sostanzialmente un breve tutorial, perché alla fine le dinamiche di gioco sono le medesime di JWE. Le differenze si notano quando iniziamo ad esplorare poiché si nota subito che il gioco ora ha edifici che ricordano quelli del film del 1993. Tutto sembra un salto indietro nel tempo ed è realizzato in incredibile. Si può prendere il controllo di una jeep del primo film ed andare anche ad ammirare il famoso cancello originale di Jurassic Park ed anche la grande voliera, il centro visitatori,che nel film hanno svolto un ruolo importante.

Altro elemento che mi ha colpito positivamente è la presenza delle voci dei protagonisti del cast originale, per cui ritroveremo quella di Sam Neill (Dr, Alan Grant), di Laura Dern (Dr. Ellie Sattler) e di Jeff Goldblum (Dr. Ian Malcolm), che come accade in JWE, ci narreranno attraverso i loro dialoghi, quindi in maniera indiretta, al trama di questo DLC

La campagna si sviluppa lungo una serie di missioni che ci porteranno a ricreare per intero il parco, ma al termine di, il divertimento non finisce. Man mano che rimetteremo in sesto il parco, avremo anche la possibilità di sbloccare sfide e livelli sandbox nel gioco originale, per cui selezionando le varianti Jurassic Park di ciascuna mappa originale,  avremo la possibilità di giocarle in maniera diversa e con altre variabili in campo. Un’idea sicuramente azzeccata che da una ventata di novità a JWE nel suo complesso. Per farci sentire ancor di più a casa a noi vecchi fan del parco giurassico che sempre avremmo voluto visitare, oltre a Isla Nublar, avremo a disposizione anche Isla Sorna, e un sacco di nuove skin dei dinosauri basate sulla prima trilogia cinematografica.

Ho trovato in questo DLC un elemento di semplificazione rispetto al gioco originale, poiché molte strutture sono state accorpate, come ad esempio il trasporto dinosauri e la stazione ranger, per cui le dimensioni dei parchi si e ridotta, essendoci meno edifici. Questo comporta una giocabilità più snella e meno impegnativa rispetto a quanto provato in JWE, ma devo ammettere che alla fine non mi è affatto dispiaciuta questa “semplificazione”. Il concetto di base rimane lo stesso, ma alla fine aver meno cose da seguire mi ha permesso di focalizzarmi molto meglio sui vari aspetti del parco che volevo curare e sono potuto entrare di più nel dettaglio.

In Conclusione

L’impressione che ho avuto, avendo ormai smesso di giocare a JWE da un po’ di tempo dopo averlo completato, è di trovarmi di fronte ad un gioco nuovo di zecca, che mi ha invogliato a rimettermi nei panni del mitico John Hammond e riprendere a costruire il mio parco delle meraviglie. Ci sono veramente un sacco di elementi che ho ritrovato e che mi ero perso non avendo più aggiornato il gioco originale, come la possibilità che i dinosauri attacchino i veicoli della manutenzione e altre variabili che sono state inserite nel corso del tempo che questo DLC mi ha portato a scoprire. Un DLC che quindi consiglio vivamente a tutti i possessori di Jurassic World Evolution e che non è solo un “fanservice” per gli amanti della trilogia originale, ma anzi una ventata di aria fresca per un gioco già divertente e coinvolgente per conto suo, ma che poteva aver perso un po’ di attrattiva.


8.5
voto