Fetish – Recensione

L’abilità narrativa degli autori orientali è indubbia e mentre alcuni riescono abilmente a raccontare il lato “umano” dell’essere umano (perdonateci il gioco di parole), altri riescono a raccontare senza alcun freno i lati oscuri della mente umana, con il suo turbinio di emozioni e perversioni. Quest’ultimo è il caso di Kaoru Fujiwara, autrice già de Il Giardino dell’Eden che ha recente pubblicato Fetish, album appartenente alla collana Wasabi.
A differenza di altri titoli dello stesso genere, Fetish affronta con estrema crudezza la storia di cinque donne coinvolte in cinque diverse tipologie di amore estremo, amori fatti di morbosità, carnalità e perversione. Nelle 168 pagine che compongo l’albo, infatti, si alternano situazioni di autolesionismo, voyerismo, tortura, sadismo, feticismo che potrebbe sembrare forse troppo per le menti più pudiche o  benpensanti, ma Fetish non ha paura dei giudizi e si lancia in una intensa narrazione in cinque mini storie che, per certi aspetti, non hanno né un inizio né una fine, ma si presentano lì, buttate così, ma comunque capaci di instillare un dubbio nella mente lettore: siamo di fronte a forme estrema di passione o da un disturbo ossessivo? E c’è veramente una differenza marcata tra le due cose?

 WASABI 4

FETISH

Kaoru Fujiwara

15×21, B, b/n, pp. 168, € 12,00

Data di uscita: 13/11/2019 in fumetteria, libreria e Amazon

Isbn: 9788822615732

 

Al di là dello stile narrativo, sicuramente non adatto per coloro che cercano una storia pregna di positività e linearità, Fetish propone uno stile grafico non da poco, con una realizzazione estremamente minuziosa dei dettagli nei disegni e un alternanza di tinte chiaro scure capaci di creare una sintonia unica con la scena proposta: non a caso nei momenti più drammatici i colori dominanti saranno il grigio e il nero.
Fetish è un racconto che sicuramente non può essere apprezzato da tutti ma è innegabile quanto l’autrice sia stata abile nel realizzare su carta alcuni aspetti della mente umana dei quali, a volte, inconsciamente, ne neghiamo l’esistenza.


7.5
voto

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com