Provaci ancora una volta

Il nome di Michel Angel non è forse familiare a tutti i videogiocatori, ma certo lo è una delle sue saghe più famose: Rayman.

Oltre che a questa popolarissima serie di giochi platform, un altro titolo svetta tra quelli ideati dal game designer francese, cioè il misconosciuto Beyond Good & Evil, tanto apprezzato dalla critica quanto ignorato dalla massa di utenti.

Nonostante un gameplay solido e vario, la creatura della Ubisoft non riuscì ad ottenere il successo sperato, rimanendo così un titolo riservato ad un pubblico di nicchia.
Ad anni di distanza viene proposta una rimasterizzazione in HD per il mercato del Digital Delivery, nella speranza di riportare in auge un videogioco di tale valore.

Sarà un successo?

Al di là… della fotocamera

La trama ci porta nel lontano pianeta di Hillys, in guerra con gli alieni Domz e protetto dalle forze della Squadra Alfa.
Il nostro alter ego sarà la giovane ed intraprendente Jade, una reporter che, suo malgrado, si troverà ad indagare su un possibile complotto che si cela dietro l’attacco degli invasori extraterrestri.
Ad aiutarla vi sarà il fedele Pey’j, una sorta di suino umanoide,  e la sua fotocamera, con cu iimmortalare  le prove della cospirazione.

Una storia curata e ricca di colpi di scena, impreziosita da gag e personaggi caratterizzati adeguatamente, trascina il giocatore in un universo particolare, che mescola all’ambientazione sci-fi atmosfere di sapore fantasy.

Meglio di Lara Croft

La nostra eroina Jade avrà come obiettivo principale infiltrarsi in grandi stabilimenti per poi raccogliere le fotografie che le vengono commissionate. Per fare ciò potrà far affidamento sul suo bastone e sulla sua agilità.

Il gameplay di BG&E si struttura infatti su due basi diverse, due anime che si uniscono dando vita ad un gioco vario e sorprendentemente buono e solido.

Da un lato troviamo la parte adventure-action, che ci vedrà impegnati ad esplorare il mondo di gioco, lottando contro i nemici. Il battle-system è molto semplice e si basa sulla pressione di un tasto per eseguire gli attacchi ed uno per schivare i colpi in arrivo. Nonostante sia penalizzato da una certa legnosità dovuta ad un sistema di lock on non sempre ottimo, i vari combattimenti scorrono velocemente e divertono senza troppe pretese. Resta comunque una palla al piede la scomoda telecamera, che talvolta si rivelerà un avversario ancor più temibile dei nemici veri e propri.

Gli ambienti di gioco sono invece creati con dovizia di particolari, ma nonostante le apparenze non lasciano grandissimo spazio ad una esplorazione approfondita, fatta eccezione per alcune sezioni molto più grandi e sviluppate. In entrambi i casi avremo a che fare con sezioni più distintamente platform, in cui le doti atletiche di Jade rivestiranno un ruolo fondamentale per proseguire.

L’altro blocco su cui poggia il titolo è la componente stealth. Di fronte ad alcuni nemici, Jade non avrà molta voce in capitolo, e il modo migliore per avanzare sarà non farsi vedere.
In questi casi dovremo preferire un basso profilo, mantenendo una andatura lenta e una posizione accovacciata. Essere scoperti comporterà l’inizio del combattimento e spesso alla chiusura delle vie di uscita dell’area in cui ci troviamo.

Il gameplay del titolo si rivela vario ed interessante, e viene ancor più valorizzato dalle sezioni a bordo dell’hovercraft.

Nonostante queste ricoprano un ruolo secondario in seno al titolo, il fedele mezzo di Jade e Pey’j sarà necessario per esplorare il mondo di gioco. Sempre attraverso tale veicolo potremo accedere ad alcune missioni secondarie, quali corse in gallerie piene di trappole e gare più “convenzionali”. La vittoria ci fornirà una perla, che funge sia da valuta per acquistare alcuni beni sia da collezionabile.

E’ un peccato constatare come però, a fronte di un mondo di gioco piuttosto vasto e di una ampia serie di attività secondarie, le ore di gioco extra che ci distoglieranno dalla campagna principale non saranno molte. Per quanto in un primo momento BG&E sembri proporre una lunga lista di missioni secondarie, queste si risolveranno in non più di 4 ore, rivelandosi più un breve contentino che una feature adeguatamente incorporata nel titolo.

Rimasterizzami tutto!

Il buon comparto tecnico del titolo (che ricordiamo essere datato 2003) viene valorizzato in modo inequivocabile da un passaggio all’HD che riesce a dare il meglio di sé nei modelli dei personaggi e negli scorci affascinanti di Hillys.

I fan di vecchia data che volessero ancora una volta mettere mano su questa vecchia perla potranno quindi godere di una veste grafica tutta nuova, mentre i novizi al titolo resteranno certamente soddisfatti di un comparto tecnico privo di sbavature .

Ottimo come l’originale il sonoro.
Le musiche che ci accompagneranno nel corso dell’avventura sono state realizzate in modo magistrale e riescono ad emozionare oggi come allora. Il doppiaggio in italiano è buono ed espressivo, nonostante non regga il confronto con quello inglese.

Un acquisto obbligato?

Beyond Good & Evil HD è certamente una degna rimasterizzazione di una perla dell’industria videoludica.

I difetti che lo penalizzano non riescono comunque ad intaccare il gameplay vario, l’intreccio narrativo appassionante e lo humor di alcune cut-scene.

I possessori del titolo originale potrebbero avere pochi stimoli a riacquistarlo, mentre tutti gli altri hanno perlomeno l’obbligo di provare la demo per poter saggiare un videogioco tanto trascurato dall’utenza quanto avvincente.

PRO

  • Trama di livello e personaggi ben caratterizzati
  • Gameplay vario
  • Comparto tecnico/sonoro molto buono
  • Ambientazioni suggestive

CONTRO

  • Telecamera talvolta odiosa
  • Sistema di lock on non praticissimo
  • Mondo di gioco tanto ampio quanto privo di un gran numero di missioni secondarie
  • Pochi incentivi all’acquisto per i possessori dell’originale

GRAFICA: 8.8

SONORO: 8.7

DIVERTIMENTO: 8.3

LONGEVITA’: 8

TOTALE: 8.3

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Password Persa

Sign Up