Call of Duty: Modern Warfare – La prova della beta

Uno degli appuntamenti fissi per ogni anno, oltre ai vari PES, FIFA e Assassin’s Creed, è sicuramente quello con Call of Duty. A differenza delle altre serie citate in precedenza, però, Call of Duty da diversi anni viene sviluppato a fasi alterne tra Infinity Ward e Treyarch con alcune parentesi di Sledgehammer Games e Raven Software. Quest’anno, per fortuna, è toccato a Infinity Ward occuparsi del nuovo Call of Duty, ed è lecito dire per “fortuna” in quanto la celeberrima software house californiana ha sviluppato alcuni dei capitoli di maggiore successo, tra cui l’indimenticabile Modern Warfare del 2007. Arriviamo così al 2019 dove, come vi abbiamo detto in precedenza, vedrà luce sul mercato Call of Duty: Modern Warfare, atteso su PC, PlayStation 4 e Xbox One il 25 ottobre 2019. Grazie al supporto di Activision abbiamo avuto la possibilità di testare una versione beta del gioco su PlayStation 4 Pro. Ecco la nostra esperienza con Call of Duty: Modern Warfare.

Come da prassi nei lanci di queste versioni beta, gli sviluppatori hanno voluto che i giocatori toccassero con mano esclusivamente il comparto multigiocatore del titolo. In questa occasione, infatti, abbiamo avuto la possibilità di combattere su tre diversi campi di battaglia, ossia Hackney Yards a Londra, la cittadina industriale di Grazna Raid e il vilaggio di montagna Azhir Cave. Le mappe in questione si sono alternate nelle diverse modalità di gioco (tre per la precisione), mostrando in ogni occasione difetti ma soprattutto pregi  nella loro realizzazione. Iniziamo col dire che, rispetto al passato, questa volta le mappe si presentano quasi come dei veri e propri labirinti, dove nessun giocatore può sentirsi al sicuro: nonostante la presenza di muri e ripari di vario genere, nelle varie mappe è impossibile sentirsi al sicuro in quanto il nemico potrà avvicinarsi provenendo da qualsiasi direzione e, dobbiamo ammettere, questa sensazione un pò ci è piaciuta in quanto evita di imbattersi in quei giocatori che sfruttano i bug della mappa per “camperare” e uccidere tutti i nemici che passano di là. Quello che non ci ha convinto, invece, è l’impossibilità nel distruggere o modificare le mappe di gioco, lanciando granate contro i muri oppure sfruttando il lanciarazzi presente nel set di armi.

Le modalità di gioco che abbiamo avuto modo di provare sono i classici death match 6vs6, 10vs10 e la modalità di gioco Dominio, in cui i giocatori sono chiamati a conquistare alcune aree presenti sulla mappa e conservarle per più tempo possibile fino al raggiungimento del punteggio necessario per accaparrarsi la vittoria. Nonostante si trattasse di una semplice versione beta, però, abbiamo avuto modo di toccare con mano il cosiddetto “Armaiolo” che consente ai giocatori di modificare le armi a disposizione del proprio personaggi, aggiungendo o rimuovendo accessori così da guadagnare alcuni bonus-malus. Purtroppo non abbiamo avuto modo di testare fino in fondo il sistema di sviluppo delle armi, ma viste le premesse questo sarà sicuramente uno dei fiori all’occhiello di Call of Duty: Modern Warfare. Le armi sono probabilmente l’aspetto che più ci è piaciuto Call of Duty: Modern Warfare poiché ogni arma è stata realizzata con estrema meticolosità, a partire dal peso di ognuna e per finire con il suono dello sparo che è stato riprodotto in maniera decisamente fedele.
Per quanto riguarda il gameplay abbiamo notato che, fortunatamente, è sparito quasi del tutto il ritmo frenetico delle battaglie tipico di Call of Duty, a favore di un approccio più tattico e ponderato sul campo di battaglia. Il time to kill, inoltre, è stato decisamente rimodulato  e, sebbene non si muoia più tanto facilmente, non è neanche necessario dovere crivellare di colpi il nemico per ucciderlo. Un’altra cosa che ci è piaciuta tantissimo è la possibilità di sfruttare il cross-play con le altre versione di Call of Duty: Modern Warfare anche se, temiamo, che in uno scontro tra giocatori console e giocatori PC, questi ultimi saranno i più favoriti.

Non ci resta quindi che attendere la versione definitiva di Call of Duty: Modern Warfare che, vi ricordiamo, arriverà il 25 ottobre 2019 su PC, PlayStation 4 e Xbox One.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com