Crash Team Racing Nitro-Fueled – Recensione

Dopo il lancio della trilogia di Crash Bandicoot N. Sane nell’arco dello scorso anno, segnando l’acclamato ritorno degli amati platform classici fedelmente rimasterizzati, era nell’aria che un altro grande classico dedicato all’animaletto australiano potesse essere riproposto al pubblico moderno. E infatti oggi ci troviamo tra le mani il buon vecchio Crash Team Racing nella versione rimasterizzata Nitro-Fueled; uno straordinario rimontaggio della sua controparte originale.

Ma per parlare di CTR bisogna comunque parlare obbligatoriamente del suo storico rivale, ovvero Mario Kart. Il titolo Nintendo  rimane il campione indiscusso nel suo campo: abbiamo visto una selezione di rivali nel corso degli anni, ma nessuno di essi si avvicina abbastanza alla serie di Mario. Questo non vuol dire che altri giochi non si siano avvicinati al detentore del trono di miglior gioco di kart su console, come ad esempio Team Sonic Racing, ma la grande domanda che ci poniamo oggi è: Crash Team Racing Nitro-Fueled sarà in grado di essere un degno concorrente  e quindi un acquisto obbligato? Scopriamo assieme la risposta.

Già dall’avvio il gioco si presenta come lo ricordavo: immediatamente accessibile  con menu e interfacce pulite e chiare, da farci sentire immediatamente a nostro agio, a parte il fatto di dover scorrere pagine e pagine di accordi legali appena avviato il gioco la prima volta. Saremo portati nell’hub principale, dove semplicemente potremo selezionare le varie modalità di gioco che CTR NF ci propone:  Avventura, Arcade locale, Online, Pit Stop e Punteggi. Partendo da quest’ultimo per semplicità, come vedete il nome è autoesplicativo e ci consente di sfogliare le nostre corse migliori attraverso diverse modalità, aree e tracciati. Un’aggiunta eccellente per quelli che hanno l’insana passione di migliorare i propri record personali.

The Pit Stop è un’interessante aggiunta che invece farà felice gli amanti delle personalizzazioni. Durante il gioco e completando le gare guadagniamo una valuta in-game nota come Wumpa Coins, che potremo spendere nel Pit Stop. Esso è pieno zeppo di modifiche cosmetiche che possiamo applicare ai nostri karts, suddivise per rarità: basica, esotica e leggendaria.
Gli oggetti variano notevolmente, passando dalle nuove ruote per kart alle decalcomanie, tutti non immediatamente disponibili all’inizio, ma sbloccabili gara dopo gara. Questo è sicuramente un valore aggiunto che porta ad aumentare non di poco la già eccellente longevità di CTR NF.

Anche Arcade online e Arcade locale è abbastanza chiaro che tipo di modalità siano. Nel primo caso, avremo la completa libertà di confrontarci sui vari circuiti disponibili contro avversari reali, dimostrando la nostra abilità (o inefficienza) al mondo intero. Ci sono tutte le modalità e gli strumenti di matchmaking che ci si può aspettare da una componente online e, nonostante alcuni problemi iniziali che si sono presentati nei giorni a ridosso del lancio di CTR NF, adesso la modalità online è ben fruibile.
Anche Arcade locale è in linea con le aspettative, offrendoci un sacco di modalità tra cui scegliere (corse, battaglie, prove a tempo, gare di reliquie e altro ancora), garantendo una illimitata selezione di cose da fare nel tempo.

Ma è sicuramente la modalità Avventura, il fulcro di tutto il gioco. Prima di immergerci nelle avventure di Crash e Co., potremo scegliere tra la variante Classica oppure quella Nitro-Fueled, con tre opzioni di difficoltà disponibili per quest’ultima. L’unica vera differenza tra i due è che in Classico, giocherai esattamente nello stesso modo nel quale eravamo abituati in passato, mentre in Nitro-Fueled, potremo giocare con qualsiasi cosa si sia sbloccata fino a quel momento. Troviamo queste opzioni nella schermata successiva, dove potremo scegliere personaggi e kart di tutte le forme e dimensioni.

C’è una vasta gamma di personaggi tra cui scegliere, ognuno dei quali ha le proprie statistiche preimpostate. Le statistiche consistono in velocità, accelerazione e virata. Questi elementi non hanno un vero e proprio peso all’interno del gameplay, perchè alla fine i vari personaggi sono molto simili tra di loro, ma in alcuni casi potrebbero fare effettivamente la differenza, anche se di poco. Molti dei personaggi saranno bloccati inizialmente, ma il roster verrà ampliato man mano che il vostro tempo verrà investito nel gioco. Alcuni di essi vengono sbloccati quando si sconfiggono in Avventura, altri  attraverso determinati compiti da completare, e altri ancora tramite il sopraddetto Pit Stop. Questo oltre che per i personaggi vale anche come metodo per sbloccare nuovi kart.
È tutto ben strutturato e facile da capire, rendendo questo kart racer molto aperto a tutte le fasce d’età. Ci sono una miriade di kart da sbloccare, ognuno dei quali può essere modificato con nuove ruote, shaders e adesivi. Certamente  non è il più profondo dei sistemi, ma funziona proprio perchè tutto è semplice, immediato, alla portata di tutti, senza fronzoli o sbavature.

La trama della sezione avventure si risolve in poche parole: un alieno malvagio conosciuto come Nitros Oxide ha invaso il nostro pianeta e sfida Crash e i suoi compagni in una serie di gare per dimostrare chi sia il più forte pilota dell’universo. Se dovesse diventare il campione, trasformerebbe la Terra in un bel parcheggio, ma se Crash e gli amici dovessero batterlo, se ne andrebbe a tutta velocità.

La modalità Avventura funziona in modo molto simile a una campagna tradizionale, facendoci spostare lentamente in una serie di aree. Ogni area ospita le proprie gare, eventi e incontri con i boss, racchiudendo  la giusta varietà di gameplay per mantenere l’attenzione del giocatore. Potremo spostarci tra le aree iniziali con il nostro kart e potremo impegnarci con le attività a nostro piacimento, seguendo tranquillamente il nostro  ritmo di gioco. CTR NF offre la possibilità in questa sezione di imparare gradualmente le tecniche base per poi passare ad un livello di sfida successivo, con una curva di apprendimento graduale, che ci permette di immercerci completamente nelle varie side proposte. Aku Aku ci farà da cicerone per quanto riguarda molti dei meccanismi del gioco e fornirà spesso suggerimenti man mano che si affrontano le sfide.

C’è una grande quantità di contenuti da utilizzare solo nella modalità Avventura, per cui vi posso garantire che le ore che passerete in compagnia di Crash e dei suoi amici saranno veramente tante, e si moltiplicheranno notevolmente se siete dei perfezionisti/completazionisti compulsivi. Il punto cruciale del gioco è esattamente quello che ci si aspettate da un kart racing. Saremo chiamati a gareggiare per la supremazia su una varietà di piste e modalità, con scatole d’armi, meccaniche e mentalità devianti a tutto tondo che renderanno alcune sfide davvero memorabili. Quindi per rispondere adesso alla domanda iniziale, che se CTR NG non è al livello di Mario Kart, vi posso assicurare che ci si avvicina molto.

Le scatole di armi del gioco sono incredibilmente divertenti da utilizzare e vanno da razzi, TNT, nitro e molto altro ancora. Naturalmente, si ottengono armi e gadget che potranno essere utili o inutili solo in relazione all nostra posizione in una gara, creando una giusta dose di bilanciamento che rende il gioco equilibrato e (quasi mai) frustante. Una scelta di design interessante è che si può migliorare la potenza delle armi se hai la quantità richiesta di Wumpa Fruit, che si recuperano nelle casse sparse sulla mappa. Questo aggiunge un po’ di profondità extra e la possibilità di poter ribaltare una gara potenzialmente negativa.

Un altro punto di forza di CTR NF è sicuramente il  design di ogni tracciato. Non solo ogni pista ospita percorsi multipli, alcuni segreti nascosti e vari meccanismi, ma ognuna di esse dimostra di essere stata accuratamente progettata come un vero e proprio percorso ad ostacoli, che ci costringe costantemente a sfidare i nostri limiti per ottenere un buon posizionamento.

Se per ora vi ho parlato degli elementi positivi, mi sembra giusto citare anche le cose che non mi sono piaciute. Prima di tutto Crash Team Racing Nitro-Fueled è pieno di schermi di caricamento completamente inutili. Capisco che questo possa essere legato alla volontà di avvicinarsi quanto più possibile all’esperienza originale, ma essere costretti ad aspettare prima della gara, dopo la gara, prima del podio, dopo il podio, non è certo un elemento che si abbina bene con la velocità e l’immediatezza che invece il resto del titolo ci propone. L’altro difetto “importate” che ho rilevato è sicuramente più personale, ma penso che sia capitato anche ad altri. Guidare i kart di CTR può sembrare semplice ed immediato, ma non è proprio così. Per mantenere una buona velocità bisogna imparare a d usare bene le derapate e caricare così la barra del turbo, che ci permette di fare repentine accelerazioni. Per fare questo però bisogna avere una buona manualità e conoscenza dei controlli. La versione che ho provato è quella su Xbox One e subito dalla prima partita mi sono reso conto che non mi trovavo a mio agio con la mappatura dei comandi e sono andato subito nel menù delle opzioni per cercare di modificare la mappatura dei tasti, ma con mio grande disappunto ciò non è possibile. Si possono infatti scegliere solo due configurazioni prestabilite, nessuna modifica può essere fatta. Questo lo trovo molto limitante, anche perchè sinceramente non proprio agile gestire l’acceleratore e il lancio delle armi in entrambi i casi e ancora peggio va quando si deve utilizzare la derapata per guadagnare turbo. Spero che in futuro sia introdotta una patch che permetta di poter fare una mappatura personalizzata, che permetta a me e ad altri utenti di poter sfruttare al meglio il gioco, secondo le nostra caratteristiche di controllo.

In Conclusione

Crash Team Racing Nitro-Fueled  è un kart racer da non perdere. La quantità di contenuti inclusi è enorme e il gameplay è costantemente eccitante e offre partire completamente diverse l’una dall’altra. Assieme a Team Sonic Racing, questo è uno dei migliori giochi kart disponibili su Xbox One, e semplicemente  dovrebbe far parte della vostra libreria.
La quantità di dettagli presenti è notevole e dimostra quello che uno sviluppatore di talento può ottenere con gli strumenti giusti. Tutto, dai tracciati meravigliosamente presentati  attraverso ogni animazione, ogni modello di personaggio e ogni effetto, è notevole. Il design audio si trova allo stesso livello, proponendo una solida colonna sonora e alcuni spunti divertenti per rimanere in linea con il tema squinternato del gioco. Crash Team Racing Nitro-Fueled è  stupendo, è profondo, ed è completamente divertente in tutti gli aspetti del gioco. L’unico vero inconveniente si trova con i suoi schermi di caricamento troppo lunghi e la mappatura dei controlli non personalizzabile. Però questi due elementi non vanno certo a penalizzare in maniera così pesante un gioco che vi promette ore ed ore di divertimento sia da soli che in compagnia.


8.5
voto

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.