Blizzard ammette: Il crunch non è sostenibile ma senza di esso non saremmo qui

L’affermazione è stata fatta da Mike Morhaime, co-founder di Blizzard.

Il crunch, simile agli straordinari, è una pratica che costringe i dipendenti delle software house a fare lunghissimi turni di lavoro, spesso estenuanti, dato che ha anche portato dei lavoratori alla morte.

La pratica viene di solito effettuata in prossimità delle date di uscita dei giochi, per cercare di rispettare le date annunciate.

Il co-founder di Blizzard ha quindi ammesso di aver attuato questa pratica, che anche se non è sostenibile, ha portato la società dov’è adesso.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com