Sony apre alla possibilità di rimborso…ma solo a determinate condizioni!

Il sito dell’assistenza PlayStation è stato aggiornato con tutte le informazioni sulla nuova politica dei rimborsi. Gli utenti che hanno fatto acquisti su PlayStation Store possono ora chiedere l’intera cifra sborsata, ma solo a determinate condizioni

I preordini potranno essere rimborsati nei 14 giorni che precedono l’uscita. Ma la situazione di complica nel periodo successivo all’uscita del prodotto. Sony permette di ottenere il rimborso solo ed esclusivamente se l’utente non ha scaricato, installato o avviato lo streaming del titolo entro le due settimane dall’acquisto (o dall’uscita, nel caso dei preorder).

Se invece si dventa proprietari di titoli che hanno degi “bug” conclamati che rendono il prodotto palesemente ingiocabile, allora si potranno riavere i nostri soldi anche dopo aver avviato il gioco per la prima volta. Si tratta ovviamente di casi eccezionali e supponiamo che Sony difficilmente  accetterà richieste di rimborso solo per qualche bug risolvibile con un aggiornamento.

Si potrà richiedere il rimborso anche le iscrizioni a servizi quali il PlayStation Plus, PlayStation Now, Spotify Premium e PlayStation Music. Vale sempre la regola dei 14 giorni, anche se verrà sottratto al rimborso una cifra proporzionale al numero di giorni durante i quali gli utenti avranno effettivamente usufruito del servizio.

Una piccola apertura che è sempre meglio di niente!


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.