Ghost Recon Wildlands: disponibile la Special Operation 4, ecco i contenuti

Svelati i contenuti della Special Operation 4 per Tom Clancy’s Ghost Recon Wildlands, il nuovo aggiornamento gratuito per il secondo anno di contenuti post-lancio del gioco. La Special Operation 4 è disponibile da oggi, 27 febbraio, per PlayStation 4, Windows PC e la famiglia di dispositivi Xbox One, tra cui Xbox One X. L’aggiornamento include la nuova modalità PvE Guerrilla, la nuova classe PvP Guastatore e molte altre funzionalità richieste dalla community.

La modalità Guerrilla amplia l’esperienza PvE del gioco con una sfida davvero unica, in grado di mettere alla prova la resistenza, le abilità e le tattiche dei giocatori. Da soli o con un team di massimo quattro Ghost, i giocatori dovranno difendere alcune posizioni chiave da ondate di membri del Cartello e della Unidad sempre più letali. Per ogni ondata completata, avranno la possibilità di acquistare e potenziare armi, abilità e accessori, grazie alle risorse ottenute dai nemici eliminati. Ogni scelta sarà determinante e la strategia sarà essenziale per superare questa sfida davvero impegnativa.

Oltre alla modalità Guerrilla, la Special Operation 4 introduce una vasta gamma di nuovi contenuti focalizzati sul PvP di Ghost War, tra cui:

  • Una nuova classe PvP: il Guastatore è una nuova opzione per la classe Supporto in grado di impiegare un drone specializzato che può lanciare mine “a concussione”. Queste mine riducono la resistenza dei giocatori, eliminandoli o rallentandone la corsa.
  • Due nuove mappe PvP.
  • Due nuovi eventi PvP:
    • Arms Race: i giocatori entrano in azione armati solo di pistola e sono costretti a esplorare la mappa alla ricerca di armi migliori.
    • Danger Zone: i giocatori vengono periodicamente bombardati con esplosioni ultrasoniche, che li costringono a muoversi in continuazione.

In linea con i precedenti aggiornamenti del secondo anno, Tom Clancy’s Ghost Recon Wildlands riceverà anche molte funzionalità e miglioramenti richiesti dalla community, tra cui impostazioni dell’ora per la modalità Campagna in giocatore singolo, una nuova notifica di emorragia in Ghost War, un’opzione per l’aggiunta della bussola nell’HUD nel PvE, oltre all’introduzione di sfide giornaliere della campagna con maggiori ricompense. Infine, l’Operazione Speciale 4 aggiungerà la nuova visuale Mappa di calore, grazie alla quale i giocatori potranno visualizzare i luoghi più visitati nelle Wildlands e scoprirne alcuni che potrebbero non aver mai visto prima.

Il Ghost Recon Wildlands Year 2 Pass offre sette giorni di accesso anticipato alla nuova classe di Ghost War, oltre all’esclusivo Active Duty Pack a partire da oggi. Tutti gli altri giocatori potranno accedere alla nuova classe PvP dal 6 marzo.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.