Dragon Ball FighterZ – Recensione (Switch)

Qual è la vostra serie animata preferita? Probabilmente, molti di coloro che stanno leggendo non avranno dubbi: Dragon Ball. La serie di Akira Toriyama è un vero e proprio cult, ed è (senza esagerare) l’anime di maggior successo di sempre. Chi non si è mai emozionato, da piccolo, a guardare le avventure di Goku e Vegeta? D’altronde, la serie si è espansa quasi all’infinito anche al di fuori del fumetto e della TV. Particolare fortuna hanno avuto le trasposizioni videoludiche delle avventure dei guerrieri Z. Dai tempi della prima Playstation, non si contano i videogiochi di Dragon Ball usciti su console, senza considerare i tantissimi giochi gratis di Dragon Ball Z che è possibile trovare sul web.

L’ultimo arrivato nella grande famiglia dei videogame dedicati a Goku & co è Dragon Ball FighterZ. Sviluppato da Arc System Works (già creatori dell’acclamato Guilty Gear), si tratta di un picchiaduro 2D in cui è possibile impersonare i personaggi più iconici della saga di Toriyama. La struttura di gioco è semplice: all’inizio di ogni partita si sceglie una squadra di tre personaggi, che è possibile cambiare a piacimento durante lo scontro tramite la pressione di un tasto. Vince il round chi riesce per primo a mettere al tappeto la squadra avversaria.

Nonostante quello che si possa pensare, le meccaniche di Dragon Ball FighterZ sono semplici e facili da imparare. Ci sono solamente quattro tasti di attacco: leggero, medio e pesante, oltre a un attacco speciale (di solito legato al lancio di sfere di energia). Anche le combinazioni di tasti per le mosse speciali sono veloci e intuitive. Proprio per la sua semplicità, il sistema si rivela perfetto, anche perché in ogni partita sarà necessario controllare tre personaggi diversi.

Nonostante ciò, Dragon Ball FighterZ regala non poche soddisfazioni. Innanzitutto, il sistema di gioco si rivela sorprendentemente profondo e tattico, soprattutto quando ci si trova di fronte ad avversari del nostro stesso livello. Schiacciare tasti a caso non è mai una buona scelta: bisogna saper scegliere il momento più adatto per scatenare le mosse speciali, così come essere in grado di pianificare bene quando cambiare i personaggi. A questo proposito, il roster di combattenti disponibili non delude, anzi: i personaggi di base sono 24, ma è possibile acquistarne altri tramite i DLC. Sono tutti molto ben caratterizzati, e le mosse riprendono da vicino quanto visto nell’anime.

Ma il vero punto di forza di FighterZ è la capacità di trasmettere al giocatore la sensazione di trovarsi all’interno di uno scontro tipico della saga di Dragon Ball. Fra sfere di energia gigantesche, avversari scagliati in aria, mosse segrete e crateri lasciati a terra dai colpi, vi sembrerà di essere in un episodio della serie. Complice una grafica curatissima, di sicuro la migliore mai vista in un picchiaduro 2D. Il cell shading utilizzato ricrea alla perfezione l’effetto “fumetto”, tanto che i personaggi sembrano quasi disegnati a mano.

Ogni partita di Dragon Ball FighterZ è in effetti una gioia per gli occhi. I combattimenti sono velocissimi e spettacolari. Dopo aver preso dimestichezza con i comandi, sarete in grado di dare vita a scontri spettacolari, soprattutto grazie alla possibilità di concatenare combo e attacchi speciali cambiando al volo i membri della vostra squadra.

In FighterZ è presente uno story mode che, anche se non molto originale, risulta comunque gradevole; ma la vera chicca è il comparto multiplayer. E’ infatti possibile sfidare online giocatori da tutto il mondo, con tanto di classifica da scalare.

In conclusione

Dragon Ball FighterZ riesce nel suo intento: ricreare alla perfezione il feeling dei combattimenti all’ultimo sangue visti nell’anime. E lo fa con un sistema di gioco semplice, ma non banale, che sa regalare molte soddisfazioni, sia dal punto di vista tecnico che da quello visivo. La grafica è spettacolare, così come gli effetti di luce e la sensazione di “distruzione” data dalle mosse speciali. Ciliegina sulla torta, un roster di personaggi ampio e vario, che comprende tutti i protagonisti della saga. Unica pecca, molti personaggi andranno comprati tramite DLC, ma ciò non inficia la qualità del titolo. Insomma, FighterZ è senza ombra di dubbio il miglior gioco di Dragon Ball in circolazione, ed è un ottimo picchiaduro.


9
voto

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.