Sapere è Potere: I Decenni – Recensione

Da qualche anno Sony ha ideato in esclusiva per la sua console una nuova categoria di giochi chiamata PlayLink. Con tredici titoli all’attivo, di cui sei sono appena stati rilasciati, offre una vasta scelta di divertimento con giochi da fare in compagnia di amici e parenti per trascorrere qualche ora allegra, soprattutto nelle giornate fredde e uggiose che stanno incalzando sempre di più. Oggi vi parlerò della mia personale esperienza con Sapere è Potere: I Decenni.

Wish Studios, il team specializzato che ha curato la realizzazione e lo sviluppo del titolo originario della città di Brighton situata nel cuore dell’Inghilterra, ha confezionato un nuovo prodotto appartenente sempre alla serie PlayLink, una categoria di giochi pubblicati da Sony Interactive Entertainment Europe in esclusiva per PlayStation 4 di cui fanno parte moltissimi titoli tra cui il primo Sapere è Potere (sviluppato sempre dai ragazzi di Wish Studios), Scimpazziamo, Frantics e Hidden Agenda, tutti nati con il solo scopo di essere giocati con i nostri amici e parenti permettendo di condividere intere ore di divertimento spassionato comodamente seduti sul divano di casa. Tutti i titoli di questa serie PlayLink si contraddistinguono per una particolarità comune: per essere giocati dovremo prima scaricare l’app apposita su ogni smartphone o tablet che intende partecipare al gioco, è richiesto necessariamente un minimo di due giocatori fino a un massimo di sei, per poi essere collegato alla console, abbandonando il joypad per tutta la durata della sessione di gioco. Prima di iniziare a giocare dovremo scegliere il personaggio che ci rappresenterà tra i vari disponibili, scattarci un selfie e dare inizio al nostro quiz. Dopo la breve spiegazione del nostro immancabile presentatore saremo indirizzati verso quattro porte dorate che daranno accesso ognuna a un decennio in particolare ovvero, partendo da sinistra, gli anni 80, i 90, il 2000 e il 2010.

Qui ogni giocatore dovrà scegliere verso quale porta indirizzarsi e, in caso di scelta multipla, verrà scelta in maniera del tutto casuale in quale porta dovranno convergere i partecipanti. Ma c’è un modo per costringere tutti a scegliere la nostra, utilizzare il Super Potere! Dopo aver scelto la porta infatti, sullo schermo di ogni dispositivo comparirà un super potere a disposizione che annullerà tutte le altre scelte costringendo gli altri concorrenti a entrare nella porta da noi scelta (inutile dire che una volta usato non potremo più utilizzarlo). Una partita sarà composta da tre manche, ognuna formata da tre domande più un minigioco sfida. Ogni domanda di ogni manche, tranne la prima, dovrà essere scelta la tematica della stessa che spaziano tra categorie generiche come musica, tv o film oppure specifiche per un personaggio famoso come Raul Bova o Alberto Sordi. Prima che la domanda venga effettuata potremo scegliere un potere da utilizzare, due fissi più uno scelto randomicamente al momento, che ci daranno un vantaggio enorme facendo raddoppiare il nostro risultato finale, eliminare due risposte sbagliate o raddoppiando il risultato di tutti i partecipanti oppure uno svantaggio che ci farà perdere qualche secondo come un blocco di ghiaccio su tutte e quattro le risposte, togliere la cerniera per vedere le risposte o le lettere ingarbugliate facendoci perdere secondi importanti e, di conseguenza, ottenere un punteggio inferiore. Dopo tre domande si passa al minigioco che sarà diverso ogni volta e spazierà tra il semplice Questo o Quello, in cui dovremo spedire un disco con un nome nella sua categoria d’appartenenza, abbinare le parole per compiere frasi di senso compiuto fino ad arrivare ad abbinare il nome di un attore all’inizio che viene dato. Tutti avranno un tempo limite che ne aumenta anche la difficoltà man mano che sta per arrivare alla scadenza ma stavolta non avremo i Poteri ad aiutarci, quindi dovremo cavarcela con le nostre sole forze diventando una dimostrazione delle proprie abilità e della velocità di coordinare la ragione e il movimento delle dita.

Arrivati all’ultima domanda si passa alla scalata della piramide per guadagnarsi la vittoria. In base al punteggio ottenuto nelle manche prima partiremo da uno dei vari scalini che compongono la piramide quindi, come ovvio che sia, più alto sarà il punteggio più in alto sulla scalinata partiremo e più vicina sarà la vittoria. Ogni scalino avrà un Potere prestabilito che andrà a dar fastidio al nostro avversario, e a noi, per metterlo e metterci in difficoltà. Ogni risposta esatta ci farà guadagnare da una a tre posizioni, in base alla velocità della nostra risposta, finché uno dei concorrenti arriverà sulla cima e conquisterà la sua meritata vittoria. Inoltre, una piccola alternativa alla modalità classica è la domanda del giorno, che consiste in una serie di quattro domande da rispondere entro un tempo limite, di cui solo la prima sarà esente dai Poteri che cercheranno di metterci in difficoltà.

Dal punto di vista tecnico Sapere è Potere: I Decenni si presenta con un comparto grafico che mantiene gli standard elevati del suo predecessore. Ogni personaggio che vedremo e ogni elemento scenico donano quell’effetto di un film in stop motion (alla Nightmare Before Christmas per intenderci) con delle animazioni fluide e senza rallentamenti o cali di frame di alcun tipo. Ottimo anche il comparto sonoro composto per lo più da effetti sonori creati ad hoc divertenti e mai noiosi. Ottimo anche il doppiaggio in italiano, che viene accompagnato dalla sua controparte scritta nei menù e durante le domande.

In Conclusione…

Sapere è Potere: I Decenni è uno di quei titoli che si lascia apprezzare e coinvolge tutti i partecipanti con la sua simpatia e facilità di svolgimento. Adatto ai videogiocatori di tutte le età saprà intrattenervi donandovi molte ore di divertimento con la vasta gamma di domande (in tutte le partite che ho fatto non ho mai risposto due volte alla stessa domanda) e curiosità che continueranno ad arricchire il nostro pozzo del sapere. Potrete trovarlo sia in versione retail che in versione digitale al prezzo di € 19.99, come gli altri giochi della serie PlayLink, offrendovi un buon rapporto qualità prezzo.

Voto finale: 7.8


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.