Telltale Games chiude i battenti per bancarotta

Telltale Games, tramite un comunicato stampa ufficiale, fa sapere a tutto il mondo videoludico che ormai lo studio di sviluppo è in bancarotta con la conseguente chiusura dello stesso e del licenziamento ingente del personale.

Questa notizia è un fulmine a ciel sereno soprattutto per i dipendenti dello studio che sono stati avvertiti del licenziamento solo il giorno stesso della chiusura, senza nemmeno ricevere una buonauscita di qualsiasi tipo (essendo in bancarotta la società non avrebbe potuto somministrarla in nessun modo), venendo ridotto da 250 membri a solo 25 che avranno il compito di concludere le serie in uscita, tranne la seconda serie di The Wolf Amoung Us e Stranger Things, il cui accordo avrebbe potuto salvarli. I profitti della società sono aumentati solo grazie al primo capitolo della serie di The Walking Dead mentre tutte le altre produzioni non hanno prodotto i risultati sperati, facendo crollare ancor di più la società in una crisi finanziaria, soprattutto con Batman: The Enemy Within che ha rappresentato un vero flop per loro.

Pete Hawley, CEO di Telltale Games, ha così dichiarato in merito:

Sfortunatamente, abbiamo finito il tempo concessoci per raggiungere lo scopo. Abbiamo pubblicato alcuni dei nostri migliori contenuti quest’anno e ricevuto feedback largamente positivi ma alla fine, tutto questo non si è tradotto in vendite. Con grande dolore, vediamo i nostri amici lasciarci oggi per diffondere la nostra cultura della narrazione in tutta l’industria videoludica.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.