Giffoni 2018: Francesco Scianna sul set di Salerno con Frank Matano – Intervista

L'attore accetta la sfida di una regia teatrale e il 2 ottobre porterà a Palermo "Morte di un commesso viaggiatore"

Cinema Eventi Giffoni Film Festival Interviste

Simpatico e prestante lo è sicuramente, Francesco Scianna, ma anche dotato del riserbo e del pudore tipico della gente della sua terra, la Sicilia. Consapevole della qualità del proprio lavoro, parla con entusiasmo anche della nuova avventura che sta per intraprendere, quella della regia teatrale. Porterà infatti in scena a Palermo, il 2 ottobre nella sala Strehler del Teatro Biondo, un classico della drammaturgia come “Morte di un commesso viaggiatore”. Alla compagnia di giovani attori siciliani dice di voler trasmettere l’esperienza con grandi maestri, come Montaldo, Tornatore, Ronconi, che gli hanno fatto sentire l’esigenza di provarsi anche alla regia . “Dare agli altri – dice – mi riempie di gioia più che fare qualcosa solo per me, e questo passaggio alla regia ne fa parte, C’è un ridimensionamento di ego notevole”, e, sulle labbra di un attore, questa affermazione non può che fargli onore e squarciare un velo sulla natura del suo tipo d’approccio al cinema e al teatro.

Di “Morte di un commesso viaggiatore”, il dramma di Arthur Miller, ha amato l’universalità e il fatto che parli di una società in cui ha più valore il cuore dell’uomo: “Vorrei che l’80% della costruzione dei personaggi venisse dagli attori, con gli strumenti che do loro. La gioia che mi sta dando questo progetto è superiore a quello che mi hanno dato molte altre esperienze”.

Parla anche della sua esperienza di attore nei tanti ruoli da malavitoso che ha interpretato, primo tra tutti quello del boss della mala Francis Turatello in “Vallanzasca”, di Michele Placido. Dice che il pubblico al cinema non ama i cattivi, ma se gli chiedo ad esempio di “Gomorra – La serie”, Scianna risponde che la responsabilità del pericolo di un’amore ambiguo per i personaggi è da dividere tra l’équipe del prodotto cinematografico ma anche e soprattutto con il pubblico, che investe i caratteri del film del proprio sentire.

In questi giorni Francesco è impegnato sul set, allestito nel centro di Salerno, di un film diretto da Luca Miniero, al fianco di Frank Matano.

riprese di Donatella Bartoli

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Password Persa

Sign Up

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com