E3 2018: la conferenza Ubisoft

Benvenuti al quarto appuntamento con le eventuali anticipazioni dell’E3, oggi tocca a Ubisoft, la casa francese che terrà la propria conferenza lunedì alle ore 22:00 italiana. Come ogni anno, Ubisoft è tra le conferenze più attese da parte del pubblico, per il semplice motivo che, volente o nolente, hanno sempre qualcosa da presentare ed è sempre interessante. Quest’anno sicuramente ci saranno novità su Assassin’s Creed Odyssey, così come The Division 2, Rabbids, Skull and Bones e via dicendo, ma ci saranno delle sorprese sicuramente, perché se c’è una cosa che possiamo confermare ogni anno è che Ubisoft non si tira mai indietro: le loro idee sono formidabili e spesso rivoluzionarie, ma di contro, sembrano aver sempre un po’ paura. Basta pensare ad Assassin’s Creed che nella sua storia ha creato praticamente il nuovo stile di action-adventure, Watch_Dogs che prometteva essere rivoluzionario mentre fu enormemente downgradato, ma non possiamo non citare Beyond Good & Evil, oppure Rayman e tanti altri titoli importanti, tra cui la serie Tom Clancy’s e le sue varie produzioni. Insomma, Ubisoft ci crede ogni volta, non si arrende al mercato stazionario, ma tende a cadere nella trappola della paura, dei limiti del mercato. Quest’anno sarà ancora così?

Assassin’s Creed Odyssey, Skull & Bones, Beyond Good & Evil 2, The Division 2

Come detto, quella di Ubisoft è tra le più interessanti conferenze, e quest’anno c’è molta carne al fuoco per poter fare il botto. Se mentre tra le sorprese avremmo qualche titolo da proporvi, non possiamo non guardare a ciò che è già ufficiale e che sicuramente sarà molto apprezzato dal pubblico. Assassin’s Creed Odyssey è il nuovo capitolo della saga, dopo l’arrivo di Origins lo scorso anno che ha portato una piccola rivoluzione nel gioco. Odyssey si è solo rivelato nella sua esistenza, ma non si è presentato, quindi non sappiamo nulla del gioco se non il periodo storico. Immaginiamo che il titolo sia simile a Origins per meccaniche, mentre ci sarà sicuramente qualche novità di gameplay. Rimane comunque un ottimo titolo che, con i suoi difetti, riesce sempre a farsi apprezzare. Skull & Bones è stato rimandato, quindi l’interesse è scemato un po’, ma non è detto che non sia presente una qualche nuova demo da vedere o trailer, con magari qualche informazione maggiore. Voci vogliono che il gioco sia stato rimandato per lavorare ad una campagna single-player e miglioramenti generali al titoli, che non è più una semplice battaglia navale in multiplayer, ma qualcosa di più. Beyond Good & Evil 2 è uno dei titoli più attesi dai giocatori che dopo il primo capitolo uscito fin troppo tempo fa, avevano quasi perso le speranze. Michael Ancel ci ha creduto e la sorpresa è arrivata l’anno scorso: non ci sono molte informazioni in merito, né si è visto un gameplay concreto del gioco, ma è possibile che venga mostrata una build più completa e che ci si possa emozionare. The Division 2, anche, annunciata la sua esistenza ma poi scomparso del tutto dai radar. Il primo capitolo si porta qualche difetto, ma non si può dire che fosse un gioco brutto, anzi, era una perla molto sottovalutata. Come accennato nella prefazione, Ubisoft tende ad annunciare titoli e grosse rivoluzioni, ma forse il peso e la paura gli si ritorcono contro e non ci credono manco più loro. Non dimenticherò mai le parole di Guillemot durante un’intervista, che spiegò come molti dei titoli più importanti e belli, come un Horizon: Zero Dawn o un The Legend of Zelda: Breath of the Wild avessero preso ispirazione dai molti sistemi di gioco nati in Ubisoft, ma che le avessero perfezionate e rese migliori. Quindi sanno che le idee non mancano ma bisognerebbe crederci di più.

Le sorprese e gli annunci

Non mancano interessanti novità per Ubisoft, assolutamente. Tra le voci più belle di questo E3 è il ritorno di Sam Fisher, ovvero Splinter Cell, uno dei titoli stealth migliori mai fatti, con un personaggio incredibile e situazioni sempre avvincenti, seppur leggermente banali. L’ultimo Blacklist fu un ritorno alla grande per Fisher, un gameplay pazzesco unito ad una grafica all’epoca molto godibile. Ma cosa si potrebbe fare ora con la potenza di PS4 Pro e Xbox One X? Uno dei titoli più in attesa di questa conferenza, una delle sorprese più belle. Un altro ritorno gradevole è quello di Rayman, soprattutto in questo periodo in cui si ritorna alle origini con i vari Crash, Spyro e Medievil. Rayman Origins e Legends sono stati due titoli incredibili, divertenti e spettacolari da vedere. Un ritorno al mondo 3D non sarebbe da escludere ma anche un seguito di Legends crediamo possa essere apprezzato. Sicuramente Rayman ha la sua schiera di fan, quindi un annuncio su un eventuale nuovo titolo non sarebbe una cattiva idea. Watch_Dogs 3 è un’altra pedina da poter sfruttare, nonostante sia ancora un titolo che non riesce a far innamorare il pubblico. Con il secondo capitolo si erano migliorati tantissimi aspetti del precedente e problematico gioco, ma nemmeno è riuscito nell’impresa di far cambiare parere sul gioco: la scottatura del downgrade è stata troppo grande. Ma un eventuale terzo sequel potrebbe veramente cambiare le cose e presentare un titolo migliore sotto tutti i punti di vista. Sicuramente l’arrivo di Assassin’s Creed Odyssey fa immaginare che Watch_Dogs si prenda pausa quest’anno per tornare l’anno prossimo con un terzo e incredibile capitolo, ma tutto si può sperare. Voci vogliono pure l’arrivo di nuovi titoli indipendenti come fu per Child of Light, Valiant Heart e simili, ma non si sa se possono essere seguiti o nuove produzioni. Ancora, Ubisoft sicuramente presenterà qualche titolo per il PS VR e soprattutto per Nintendo Switch, con cui lo scorso anno aveva lavorato a Mario + Rabbids in esclusiva Nintendo Switch. Non possiamo quindi che attendere e vedere i relativi annunci.

Ubisoft ha dalla sua una lista di sorprese che può annunciare ed è la casa che ogni volta propone nuove proprietà intellettuali, com’è stato per Watch_Dogs, The Division, STEEP e altri. Si prende dei rischi e noi apprezziamo molto questo, ma crediamo che l’anno in corso porterà qualche vecchia conoscenza: Splinter Cell, Rayman e altri. La sua line-up è già valida così, anche se non c’è nulla di nuovo sotto al sole, ma qualche guizzo potrebbe renderla ancora migliore e noi non possiamo che aspettare lunedì 11 giugno alle ore 22:00 per poter finalmente scoprire cos’ha in serbo.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.