Liam Neeson compie 66 anni

Cinema

Oggi facciamo gli auguri al grande Liam Neeson che ha conquistato i cuori di tutti con la sua elegante gentilezza e si è distinto nel tempo per il suo talento, la sua simpatia e la sua umiltà. Nonostante sia uno degli attori Hollywoodiani più popolari e ricercati del momento è molto bravo a rimanere fuori dai riflettori.

Nato in Irlanda del Nord il 7 giugno del 1952 da famiglia profondamente cattolica, papà custode e mamma cuoca, sin da piccolino ha due grandi passioni, il pugilato e la recitazione. Dai 7 anni inizia a prendere lezioni e per tutti gli studi segue questo sport a livello agonistico fino a diventare campione senior di Boxe dell’Ulster. Dopo diversi traumi subiti sul ring tra i 15 e i 17 anni, decide di ritirarsi per paura delle serie conseguenze che avrebbe potuto subire con altri infortuni.

Dopo il liceo si iscrive alla Queen’s University di Belfast con indirizzo fisica e informatica, voleva fare l’insegnante ma non ha mai finito l’università. Per mantenersi si rimbocca le maniche e fa diversi lavori come il camionista e l’operaio alla Guinness.

Continua a coltivare la sua passione per la recitazione ed entra nel Lyric Players Theatre di Belfast. Anche il ministro Ian Paisley è rimasto colpito ed ha affermato “Aveva una magnifica presenza ed è stato incredibile vederlo alle prese con la Bibbia. La sua era una recitazione fantastica e commovente”.

Nel 1980 viene scoperto dal regista John Boorman e inizia così la sua brillante ascesa cinematografica. Nel 1987 si trasferisce a Los Angeles proprio per avviare la sua carriera.

Nel 1994 sposa l’attrice Natasha Richardson, da cui ha avuto due figli. Molto innamorato della moglie rimane traumatizzato dalla prematura morte di lei a causa di un trauma cranico subito per una caduta dagli sci nel 2009 e inizia a bere. Nel 2013 si riprende e torna in forma, in proposito ha affermato: “ero solo e stavo bevendo troppo, ho iniziato quando mia moglie è morta”.

Nel 2012 ha aiutato sua sorella, in difficoltà con la sua attività, a promuovere la lavanderia nella cittadina dove è nato. Neeson non ha fatto altro che farsi vedere da clienti e curiosi per un paio d’ore mentre era intento a stirare camicie.

Nel 2015 ha fatto parlare di se per il suo discorso sulle armi perché ha definito le leggi americane disonorevoli a riguardo, ma è stato grandemente criticato soprattutto dalle società più famose che in America producono armi e le forniscono anche per il loro utilizzo cinematografico tanto che alcune hanno deciso di non voler più sponsorizzare i suoi film. Lo hanno definito ipocrita a causa del largo uso che i suoi personaggi fanno delle pistole ma lui ha giustamente risposto: “Guardare film di cowboy non mi ha trasformato in un killer”.

Soffre di Acrofobia, ovvero la paura dell’altezza. E’ molto amico di Ralph Fiennes ed è tifoso del Liverpool.

Nel 1999 viene nominato Ufficiale dell’ordine dell’Impero Britannico dalla Regina Elisabetta II.

Ha raccontato che la preparazione al film The Grey è stata una delle più difficile da affrontare, ha ripetutamente mangiato carne essiccata di lupo per mesi e per abituarsi alle rigidissime temperature in quel periodo ha fatto solo docce fredde, “avevo visto un documentario su un tipo inglese che ha nuotato nell’Antartico da un iceberg all’altro e prima di farlo è rimasto sotto una doccia gelata per dieci minuti. Così l’ho fatto anche io ma per sette minuti e funzionava!”.

Giulia Ercolani
"Mi guadagno da vivere sognando" [Steven Spielberg]

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Password Persa

Sign Up

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com