Recensioni

TT Isle of Man – Ride on the Edge – Recensione

Per poter fruire al massimo di ogni sessione di guida abbiamo a disposizione diverse inquadrature, la più spettacolare delle quali è quella all’interno  del cupolino della moto. Tuttavia, indipendentemente dal punto di vista, godremo di una fantastica sensazione di velocità. Questo grazie sia ad una ottima gestione della camera, che vibra e si muove secondo il nostro pilota, e al sonoro, che ci restituisce un ottimo feedback del motore dei vari tipi di moto, aggiungendo il coinvolgente effetto del vento durante la guida ad alta velocità.

Un altro punto decisivo del pilotaggio sono le piste in cui gareggiamo. Sono tutti tracciati urbani, quindi avremo sentieri stretti, cordoli, segnali stradali e un asfalto imperfetto che può diventare il nostro peggior nemico. Il videogioco ha una ricreazione 1: 1 del circuito dell’Isola di Man, che è stato ricreato traslando in forma digitale con estrema meticolosità tutti i dettagli dell’asfalto e dell’ambiente. Grazie a questo ci godremo 60,72 km di strade pericolose che in questi 111 anni hanno percorso alcune delle moto più veloci del mondo.

Il circuito dell’Isola di Man può essere affrontato nella sua interezza coperto  dall’inizio alla fine, ma il gioco offre  anche la possibilità di completare sezioni separate, sistema molto utile per prendere pratica con la mappa. In questa sezione avremo anche nove percorsi urbani fittizi collocati  in località come l’Irlanda del Nord, la Scozia o il Galles. Questi hanno un buon design e offrono una maggiore varietà, tuttavia, il numero di tracciati rimane comunque risicato e finisce per limitare notevolmente le opzioni giocabili.

La forma base della competizione è incentrata su gare contro il tempo, sia in solitaria che con partenze distanziate, il che ci consente di guidare con più tranquillità e concentrazione. Ci sono anche gare con più piloti, dove l’esperienza di gioco si fa più aggressiva e pericolosa. Ecco perché non sarà strano finire a terra quando si subisce un contatto, lasciando che il colpevole sfili via veloce senza alcun tipo di penalità.

Pagina precedente 1 2 3 4Pagina successiva
Mostra tutto

Sergio "Cateye10" Grazzini

Digital dreamer, videogames addicted, wannabe Jedi. An old player that is still capable of wonder.
Back to top button