Recensione: Oddworld: Munch’s Oddysse

Il titolo uscito in esclusiva per Xbox nel 2002 è un platform sviluppato da Oddworld Inhabitans.

Il titolo è il terzo capitolo della serie e questa volta Abe non sarà l’unico protagonista ma sarà accompagnato nelle sue avventure da Munch, un piccolo tripedonte catturato dai saddik , ma grazie ad un sonar e all’aiuto di piccole creature chiamate fuzzles riesce a scappare . Abe invece deve nuovamente salvare i Mudokon , il suo popolo fatto schiavo da una corporazione a cui fa capo Glukkons , principale antagonista del gioco . Abe e Munch inseguito si incontrano e decidono di collaborare per trovare una strategia in grado di sconfiggere definitivamente Glukkons .

Già dalle primi momenti di gioco si comprende la grande libertà e varietà che riesce a fornire il gameplay , infatti Abe e Munch hanno diversi poteri e i due personaggi saranno obbligati a collaborare per portare a termine i vari livelli di gioco che riescono ad offrire un ottima longevità al titolo se si pensa che il gioco ha diversi finali in base al numero di Mudokon salvati e alle scelte fatte  nel gioco . Abe sarà in grado di sfruttare un potere per entrare momentaneamente nel corpo degli avversari per fargli esplodere o per combattere contro altri nemici e questa meccanica risulta necessaria per portare a termine i livelli , inoltre potrà sfruttare l’aiuto dei mudokon e fornire loro un equipaggiamento migliore per poter sconfiggere i vari nemici presenti nel gioco caratterizzati da un ottima varietà e originalità . Munch invece potrà bere speciali bibite in grado di conferirli speciali poteri come una scarica elettrica in grado di sconfiggere i nemici o la possibilità di compiere salti enormi .

Il gameplay risulta in questo modo davvero originale e vario e sarà possibile completare i vari livelli in differenti modi anche se la difficoltà rispetto ai titoli precedenti della serie risulta inferiore e sarà abbastanza agevole per chi ha già giocato i titoli precedenti completare l’intero gioco . Nonostante ciò il titolo offre una libertà davvero enorme .

Sotto il punto di vista grafico il titolo sfrutta al meglio le potenzialità dell’Xbox con un dettaglio delle texture altissimo e con una creazione dei livelli molto dettagliata e colorata , ottima , inoltre , risulta la creazione dei personaggi .

La trama corrisponde al miglior elemento del titolo , essa è davvero divertente e scorre via senza problemi anche grazie al carisma trasmesso dai personaggi che non fanno che rendere il gioco esilarante grazie alla loro stupidità .

L’unico difetto va riscontrato nella leggera ripetitività delle fasi finali che non vanno minimamente ad intaccare l’altissimo valore finale dell’opera che a conti fatti grazie alla trama esagerata , al gameplay vario originale e divertente e al motore grafico da urlo risulta uno dei miglior platform della storia e il miglior episodio della serie .

PRO:

  • graficamente sfrutta al meglio le potenzialità dell’hardware xbox
  • trama divertentissima
  • ottimo gameplay
  • longevità ai massimi livelli per il tipo di gioco

CONTRO:

  • troppo facile per i fan della serie
  • leggermente ripetitivo nelle battute finali

 

Longevità: 9, 6

Gameplay: 10

Trama: 9, 2

Grafica: 9, 5

Voto finale: 9,7


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.