The Last of Us: Naughty Dog discute a proposito dell’approccio “less is more” al suono e alla musica

Featured Videogiochi

the-last-of-us

Naughty Dog , sviluppatore di The Last of Us, ha fatto luce sulla minimalista colonna sonora del gioco e sul sound design. Il regista del gioco, Bruce Straley, parla del tipo di approccio “ less is more ” nel creare una tensione di nervi, momenti toccanti, emozionanti.

In un’intervista con The Collection Soundworks, Straley  ha discusso a proposito degli obiettivi che si volevano raggiungere con l’audio del gioco, tra cui il desiderio di creare un’atmosfera Hitchcockiana di suspense attraverso ciò che si sente, invece di basarsi esclusivamente su elementi visivi.

Devi immaginare che elementi come banditi, che gridano e cercano di stuzzicare Joel ad uscire dai nascondigli, così come la musica del gioco – da quei momenti in cui qualcuno colpisce il metallo con una mazza a quelle belle canzoni acustiche con la chitarra- sono stati tutti progettati per impostare uno stato d’animo tangibile”, è quanto Straley ha detto  nell’intervista.

Ha spiegato: ” Si lavora più sulla psicologia di ciò che sta accadendo attraverso l’audioscape piuttosto che su quello che stai vedendo. Less is more (meno è meglio). A volte non è tanto il dialogo e l’esposizione all’interno di una scena come può essere lo sguardo degli occhi di un personaggio. E’ la stessa cosa con l’audio. Meno è meglio. Poi, quando il suono colpisce, è davvero di forte impatto.

E voi avete avvertito la tensione nella musica del gioco? O il tono emotivo? E’ riuscito a trasmettervi ciò che voleva?

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Password Persa

Sign Up

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com