E3 2013: EA Conference Recap

Featured Videogiochi

Palloni e fucili

EA non è propriamente la software house più amata del momento, tanto che si è aggiudicata a più riprese il premio di “peggior industria dell’anno”. Ciò non toglie che possieda alcuni dei brand più amati, il che di fatto le passa il proverbiale coltello dalla parte del manico.

In questo E3 2013 non si è infatti risparmiata di mostrare i titoli di punta che la contraddistinguono, ma han fatto la loro comparsa alcune simpatiche chicche, in mezzo alla massa di titoli sportivi e all’immancabile Battlefield 4.

War has changed

L’apertura della conferenza è stata certamente originale: mascherato come un trailer di Battlefield 4, il primo titolo mostrato è stato Plants VS Zombie: Garden Warfare. Dimenticate tutto quanto avevate visto nel primo Plants VS Zombie, e passiamo ad una visuale in terza persona che mescola una impostazione TPS al classico tower defense. La nuova creazione PopCap si è rivelata piuttosto interessante, grazie ad un ritmo veloce, una grafica coloratissima e la follia delirante che caratterizza l’atmosfera di gioco.

Cambiamo completamente toni con Titanfall, che, dopo essersi mostrato alla conferenza Microsoft, ritorna sul palco losangelino col più classico dei video dietro le quinte. Ricordiamo che il titolo è previsto solo per la Xbox One.

Grandi annunci e… niente presentazioni?

La strategia adottata successivamente da EA è stata quella dell’hype ad oltranza, presentando IP ‘d’effetto con video tremendamente brevi ed in CG per lasciare spazio, neanche  a dirlo, ai titoli sportivi.

E per IP d’effetto parliamo di niente meno che Star Wars: Battlefront, di cui ci è stato mostrato soltanto un video in prima persona in CG su un ambiente nevoso (la battaglia di Hoth probabilmente) di una manciata di secondi, seguito da Dragon Age: Inquisition che ha ricevuto un trattamento analogo fatta eccezione per una data di uscita: autunno 2014.

A questi due annunci che hanno infiammato i cuori del pubblico, si sono contrapposti i titoli sportivi, affiancati a Need For Speed: Rivals.

Il gameplay di quest’ultimo si fonda sul sistema “guardie-ladri”, mostrando un giocatore impegnato in una gara e un altro insinuarsi nell’evento come poliziotto. Graficamente il titolo si difende bene (anche se non presenta un comparto davvero next gen), mentre il gameplay sembra frenetico quanto basta per divertire i fan e non solo.

Imprevisto l’annuncio di un adattamento cinematografico della prolifica saga automobilistica.

SPORTS-SPORTS-SPORTS

Enorme lo spazio lasciato a giochi sportivi – già annunciati alla conferenza Microsoft dedicata ad Xbox One – e il nuovo motore Ignite.

Dopo una introduzione rap di dubbia qualità è toccato ad NBA Live 14 con la nuova tecnologia BounceTek in grado di restituire fedelmente il feeling con la palla nel momento del dribbling e la presenza del sistema NBA Live World, tramite il quale i giocatori virtuali saranno aggiornati tramite internet, in modo che rispecchino costantemente lo stile di gioco delle controparti reali.

Seguono Madden e FIFA 14 che allo stesso modo si propongono di garantire partite e IA estremamente realistiche ed infine il nuovo capitolo del gioco di lotta UFC che, pur senza impressionare graficamente, presenterà un sistema di “danni” in tempo reale che restituirà con crudo realismo i colpi ricevuti dai lottatori nel corso dei combattimenti.

It’s DICE time

L’ultima parte della conferenza è stata tutta in mano alla Dice (che ha avuto il gravoso compito di risollevare gli animi dopo la lunga ed estenuante parentesi sportiva).

Come naturale che fosse, Battlefield 4 è stato il protagonista con due novità: la nuova implementazione di Battlelog attraverso smartphone e, soprattutto, la Commander Mode che ci permetterà di prendere il comando, online, di un gruppo di soldati per coordinarli e supportarli dalla distanza – come si è visto con bombardamenti aerei -.

La mappa enorme ed estremamente dettagliata ha mostrato anche una elevatissima distruttibilità, con tetti che crollavano e, nello spettacolare finale, con la distruzione di un intero grattacielo dopo che il team si è lanciato dalla cima col paracadute.

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=m8P-EBNUOj0]

A chiudere la conferenza è arrivata l’inaspettata quanto gradita apparizione di Mirror’s Edge 2, mostrato nuovamente solo con un breve video in CG, più che sufficiente comunque a fare la gioia dei fan del primo capitolo.

Ora tutti in spogliatoio

L’evento EA non è stato forse il più prolifico, in quanto molto poco si è detto di giochi da tempo attesi quali Star Wars: Battlefront e Mirror’s Edge 2.

Ciononostante la sconvolgente presentazione del multiplayer di Battlefield 4 e il nuovo titolo di Plants VS Zombie non hanno fatto che piacere, e i titoli sportivi di punta della SH americana sembrano pronti a conquistare il mercato.

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Password Persa

Sign Up