E3 2013: Kojima parla di Metal Gear Solid V: The Phantom Pain

Hideo Kojima ha rilasciato alcune informazioni su Metal Gear Solid V: The Phantom Pain, in occasione della conferenza pre-E3 di Konami.

Di seguito le parole del celebre game director.

“Il filo conduttore è un pò diverso dai precedenti episodi della serie.
Affrontiamo argomenti moto coinvolgenti come il concetto di razza e di vendetta. Questo rende l’atmosfera più dark. Volevo quindi che Snake avesse un contegno più controllato, espresso con sottili mutamenti del viso e del tono di voce piuttosto che con le parole.
Benché sia lo stesso personaggio, si tratta di un ruolo diverso. Inoltre il gioco è ambientato nel 1984, quando Snake ha 49 anni, pertanto avevamo bisogno di qualcuno che potesse esprimere con naturalezza i lineamenti e la voce di un uomo di quasi 50 anni.
Per il ruolo abbiamo scelto Kiefer Sutherland. Kiefer ha compreso immediatamente cosa volevo. Sono rimasto molto colpito dal suo coinvolgimento nel progetto. Nei precedenti episodi le emozioni di Snake erano espresse con frasi come: “Kaz, stai bene?”. Ma questa volta la dice solo: “Kaz” poiché tutte le emozioni verranno comunicate al giocatore attraverso il viso di Snake e il tono della sua voce.
Grazie alla recitazione di prim’ordine, è stato un grande successo.
Penso che si dimostrerà qualcosa di veramente speciale.”


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.