FEFF 15 – le anteprime del 23/04 e aperture del workshop Ties That Bind

Cinema Featured

Due grandissimi ritorni al FEFF 15: stiamo ovviamente parlando di Ip Man – The Final Fight, nuovo capitolo della saga dedicata al leggendario mentore di Bruce Lee, e di The Complex, il nuovo J-horror di Nakata Hideo (Udine, ricordiamo, fu il primo domicilio occidentale della trilogia di The Ring).

Dopo Ip Man e Ip Man 2, entrambi firmati da Wilson Yip e applauditi al Far East Film Festival (rispettivamente nel 2009 e nel 2010), ecco dunque Ip Man – The Final Fight: un’opera davvero appassionante che, subito dopo aver aperto l’Hong Kong International Film Festival, approda in anteprima europea sul grande schermo del FEFF 15.

Dietro la macchina da presa, a garantire continuità e qualità, c’è il versatile Herman Yau, che accompagnerà il film sul palco udinese, mentre nei panni dell’indimenticabile mister Ip, precedentemente indossati dal bravo Donnie Yen, c’è un’altra vecchia conoscenza del FEFF people: il superdivo Anthony Wong (spalleggiato dall’asian Joe Pesci Eric Tsang)!

Ip Man – The Final Fight descrive l’ultima parte della vita di mister Ip ma anche la vita della comunità hongkonghese, letta attraverso i decenni, e alterna preziose coreografie action a dolci palpiti crepuscolari, combattimenti pubblici a dolori privati, configurandosi come un film dentro il kung fu e non semplicemente sul kung fu.

Il programma della quinta giornata, ancora una volta fittissimo, include anche l’attesissima anteprima europea di The Guillotines, spettacolare super produzione del signor Andrew Lau (un nome, una garanzia: basti pensare a Infernal Affairs!), e 3 corti del Fresh Wave International Film Festival di Hong Kong, voce dei giovani e giovanissimi talenti “figli” di Johnnie To che, nella città cantonese, lui stesso dirige per conto dell’Hong Kong Arts Development Council.

Ore 9.15

Million Dollar Crocodile

di LIN Lisheng

China 2012, 87’, creature movie

Con i coccodrilli di 8 metri e 2 tonnellate non si scherza, lo sanno tutti. Ed ecco Lin Lisheng con il suo film: un racconto più interessato al divertimento che all’attendibilità, dove il regista, assieme al mostro, sguinzaglia anche buone dosi di humour nero! Tra paludi fangose e gente terrorizzata.

 

Ore 11.00

FAR EAST TALKS

I registi Park Hoon-jung (New World) e Kang Yi-kwan (Juvenile Offender) incontrano il pubblico e la stampa. Coordina: Darcy Paquet.

 

Ore 11.00

My Sassy Hubby

di James YUEN

Hong Kong, 2012, 106’, comedy-romance

Thirteen è un impegnato professore di psicologia, sua moglie Yoyo un’imprenditrice in erba. Yoyo vorrebbe metter su famiglia ma il marito è troppo concentrato sul lavoro. Peggio ancora, Thirteen è colto da una crisi di mezza età ed è attratto da una studentessa, mentre dal passato riappare un ammiratore segreto di Yoyo. Una deliziosa commedia romantica, graditissimo sequel di My Wife Is 18.

 

Ore 14.00

FRESH WAVE

Tre titoli selezionati al festival internazionale dei corti di Hong Kong, voce dei giovani e giovanissimi talenti “figli” di Johnnie To: Dong di Li Yushan, Flowers With Aphasia di Happyheart Li e God Bless All Parents di Lau Wing-tai.

 

Ore 15.30

Design of Death 

di GUAN Hu

China/Taiwan, 2012, 108’, black comedy

Dopo Cow, in competizione nella sezione Orizzonti alla Mostra del Cinema di Venezia 2009, Guan Hu torna a lavorare con il popolare attore comico Huang Bo che qui interpreta il ribelle cittadino di un villaggio del sud-ovest della Cina, il Villaggio della Longevità, dove il suo anticonformismo gli costerà un destino nefasto…

 

Ore 17.25

The Guillotines

di Andrew LAU

Hong Kong, 2012, 113′, period action

Le Ghigliottine, squadra segreta di assassini agli ordini dell’imperatore, cattura il pericoloso Wolf. Quando arriva il giorno dell’esecuzione, il criminale fugge rapendo Musen, membro della squadra e figlia del loro comandante. Il gruppo parte per vendicarsi, scortato da Haidu, una guardia imperiale che ha in serbo un piano che potrebbe decretare la fine delle Ghigliottine

 

Ore 20.00

Ip Man – The Final Fight

di Herman YAU

Hong Kong, 2013, 102′, Kung fu biopic

Il grande maestro di Wing Chun è ormai restio ad entrare in azione ma, per difendere l’onore dal potere della Triade, non ha scelta: deve combattere per l’ultima volta e la sfida finale si svolgerà, durante un tifone, dentro le mura proibite di Kowloon City… Il nuovo e appassionante capitolo della saga di Ip Man, leggendario maestro di Bruce Lee. Un film destinato a lasciare il segno!

 

Ore 22.20

The Complex

di NAKATA Hideo

Japan 2013, horror

Trasferitasi con la famiglia in un tetro complesso residenziale, Asuka trascorre una vita solitaria. La situazione peggiora quando dei sinistri rumori le fanno scoprire il cadavere del vicino. I sensi di colpa per non averlo aiutato originano il timore di una vendetta del suo spirito. Nakata Hideo torna al mix di orrore e solitudine che ha terrorizzato il pubblico in capolavori come Dark Water.

 

Inoltre, si è aperto lunedì 22 aprile, nel cuore del FEFF 15, il workshop internazionale Ties That Bind, dedicato alle coproduzioni cinematografiche tra Asia ed Europa e organizzato dal Fondo per l’Audiovisivo del Friuli Venezia Giulia, EAVE, Far East Film Festival e Busan International Film Festival, col supporto del programma MEDIA Mundus.

I lavori sono suddivisi, come sempre, in due sessioni: quella italiana, ospitata appunto nell’ambito del FEFF 15 (fino al 26 aprile), e quella sudcoreana, ospitata nell’ambito del Festival di Busan (dal 3 al 12 ottobre).

I lavori del workshop riuniranno ancora una volta cinque produttori asiatici ed altrettanti produttori europei, e i partecipanti avranno l’opportunità di confrontarsi con alcuni dei maggiori esperti mondiali su temi che vanno dallo sviluppo delle sceneggiatura al marketing, passando anche attraverso gli aspetti strettamente legali e finanziari delle co-produzioni.

Il network Asia-Europa innescato da Ties That Bind non si è, ovviamente, fermato alla pura teoria ma, nell’arco di questi suoi primi anni, ha già dato ottimi risultati e alcuni dei progetti discussi a Udine e Busan sono ora nella fase di sviluppo. Tra questi, ricordiamo Moneyboys, film realizzato in cordata da Cina, Austria, e Francia, Flapping in the Middle of Nowhere, targato Vietnam e Germania, e Small Birds, che batte doppia bandiera olandese e cinese.

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Password Persa

Sign Up

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com