Recensione – Sacred Citadel

Non so voi, ma non c’è niente di meglio di un’esperienza di gioco cooperativo di alta qualità. Raccogliersi intorno alla TV con gli amici e pestare un gruppo di cattivi è sempre molto divertente, quindi non dovrebbe stupirvi il fatto che abbia apprezzato aver passato un pò di tempo con Sacred Citadel.

Sacred-Citadel-Logo

Sacred Citadel è un hack’n slash a scorrimento orizzontale che prende le colonne portanti di questo genere e li unisce ad un sistema di combattimento profondo e coinvolgente. I fondamentali sono relativamente semplici, il che lo rende facile ed immediato da iniziare. Come in ogni gioco di questo genere, Sacred Citadel si muove orizzontalmente attraverso ciascuno dei numerosi e vari livelli del titolo, distruggendo ogni creatura si pari davanti per bloccare la strada. Nel tentativo di aggiungere un po ‘di profondità al gameplay, Southend Interactive aggiunge anche un’altra dimensione, il che consentirà di muoversi più vicini e più lontano dallo schermo. Abbiamo già visto questo in un sacco di altri hack’n slash a scorrimento orizzontale, quindi niente di particolarmente speciale, ma comunque degno di nota.

Dopo l’avvio del gioco si procederà alla selezione del personaggio, potremo infatti scegliere tra quattro classi che cambieranno marcatamente il modo di giocare. In Sacred Citadel si potrà essere un Guerriero, un Mago, un Ranger, o uno  Sciamano, e come ci si potrebbe aspettare, il Mago e lo Sciamano possiedono abilità magiche, il Ranger è dotato di un arco ed il Guerriero è dotato di forza bruta.

Il gioco è suddiviso in quattro “Atti”, ognuno con il proprio assortimento di livelli. Questo titolo è una bellezza assoluta da vedere, certo, non sarà il titolo tecnicamente più impressionante che abbiate mai visto, ma i colori lussureggianti e vibranti stile cartoon, aiutano in un maggior appeal del gioco. E’ sono esperienze del genere che ricordano quanto poligoni ed effetti di luce migliori non necessariamente equivalgano ad ottime ed avvincenti immagini.

Dopo aver selezionato il personaggio, sarete accolti da una introduzione abbastanza prolissa. Gli eventi narrati in Sacred Citadel rivestiranno il ruolo di preludio per il prossimo capitolo della storia di Sacred e alzeranno il velo su un intrigante segreto del Serafino, con il quale i giocatori si imbatteranno nell’RPG d’azione Sacred 3, attualmente in fase di sviluppo da parte di keen games e in arrivo sul mercato nel 2013.  I quattro avventurieri dovranno lottare contro una forza malvagia che minaccia di ridurre in schiavitù il mondo di Ancaria, l’esercito Grimmoc, modificazione genetica degli Orchi creati da Zane Ashen.

thumbnail_2_55fcd89e_v2

Il gioco in sé è semplice ed elegante, ogni personaggio avrà a disposizione un attacco base, un attacco pesante e diversi attacchi speciali, costituiti da combo più o meno estese. Concatenare diverse combinazioni di attacchi primari e secondari, aggiungerà un livello incredibile di profondità al gameplay.

Ogni giocatore disporrà di tre barre: una terrà traccia della vostra esperienza, una misurerà la vostra salute, e una terza che vi permetterà di eseguire i vostri attacchi speciali di cui sopra. Con la progressione del vostro personaggio durante il gioco, si potranno sbloccare nuovi livelli per la vostra mossa speciale, aumentandone il potenziale di devastazione, una volta riempita la barra di riferimento.

Ma non dovrete solo utilizzare gli attacchi, come è noto la difesa è la chiave per la sopravvivenza. Infatti, il grilletto di sinistra sarà dedicato alla parata, mentre lo stick analogico destro permetterà di eseguire schivate rapide in direzioni multiple, particolarmente utile quando si andrà incontro a mostruosi boss.

250560-aaheader

Andando avanti, il vostro personaggio guadagnerà esperienza. Accumularne abbastanza vi permetterà di salire di livello, fornendovi punti per aumentare gli attributi del vostro personaggio, come l’attacco, la destrezza, la difesa, e il potere. Naturalmente, ogni classe ha i suoi punti di forza e di debolezza, e tenerle a mente, mentre costruirete il vostro personaggio, vi renderà le cose più semplici. I nemici che incontrerete lungo il percorso e che verranno sconfitti, lasciaranno degli oggetti, tra cui armi, pozioni, denaro, etc. Inoltre, ogni Atto ha la sua città, dove potrete spendere il vostro denaro acquistando pozioni, equipaggiamenti migliori, o anche sfide che aggiungeranno un plus all’esperienza di gioco. Pensi di riuscire a completare un livello in meno di sei minuti? C’è una sfida anche per questo!

C’è un bel po’ da amare in questo Sacred Citadel, soprattutto se sei un fan di beat’ em up e di titoli con componente co-op. Il gioco supporta fino a tre giocatori alla volta, in modo da poter giocare con i vostri amici, sia in locale che online, e per un’esperienza ottimale, vi consigliamo di giocarlo in cooperativa.

Ma non è tutto rose e fiori, come per ogni beat ‘em up che si rispetti, la ripetitività del gameplay potrebbe annoiare dopo un po’, soprattutto se dobbiamo attraversare tutti e quattro gli atti. Ma potrete sempre scaricare il DLC “Jungle Hunt” che offre un capitolo totalmente nuovo della storia di Sacred Citadel, una nuova ambientazione e tre emozionanti livelli bonus. In questa nuova avventura vedremo i nostri eroici combattenti sconfiggere “Big Mama”, il maleodorante leader dei malvagi Grimmocs scappato nella giungla minacciosa di Ancaria, e recuperare una reliquia sacra da lui rubata.

Commento

Se siete in vena di un solido picchiaduro 2D che non mancherà di divertire voi ei vostri amici per ore e ore, vi consigliamo caldamente di dare un’occhiata a questo gioco. Sacred Citadel porta avanti il genere hack’n slash a scorrimento orizzontale, dimostrando che i generi più “anziani” hanno ancora un posto nell’attuale realtà videoludica. Scherzi a parte, se siete amanti del genere, date un occhiata a questo titolo, non ne rimarrete delusi!


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.