Lucca Comics & Games, il “Best of Show” diventa “Gioco dell’Anno”

Featured Videogiochi

Il “Best of Show”, il premio che ogni anno viene assegnato nell’ambito di Lucca Comics & Games, si trasforma in “Gioco dell’Anno”, assumendo il titolo e il marchio dello storico e ambito riconoscimento.

La novità sarà comunicata a Play, in programma a Modena Fiere il 6 e il 7 aprile 2013. In quell’occasione sarà lanciato anche il bando.

Perché la trasformazione?

Giunto al suo 20° anniversario, il “Best of Show” si rinnova accogliendo e sviluppando i suggerimenti e le esigenze dell’editoria specializzata, degli addetti ai lavori, dei giocatori. In particolare, si cercherà di soddisfare la necessità di:

  • un premio unico, un bollino di qualità e fiducia presso le famiglie e i consumatori,
  • uno strumento di marketing con un concept efficace e intelligibile anche per le grandi distribuzioni
  • uno strumento di comunicazione e un marchio semplice per intercettare i media generalisti.

A quali giochi è riservato?

  • Giochi prodotti in lingua italiana
  • Giochi editi dal 1° giugno dell’anno precedente al 31 maggio dell’anno di valutazione.
  • Solo i prodotti effettivamente disponibili nei negozi al momento della chiusura delle iscrizioni potranno essere candidati dagli editori. (i negozi online non sono considerati).
  • I giochi in pdf  e i videogiochi non sono presentabili in concorso.
  • I giochi potranno essere iscritti al concorso dagli editori o dai distributori.

Chi sarà premiato? Da chi? Con quali premi?

Al fine di attribuire il riconoscimento, saranno valutate:

1. l’originalità del gioco,

2. la chiarezza e la completezza del regolamento,

3. l’efficacia dei materiali e della grafica,

4. la longevità e il divertimento garantito dal gioco,

5. la capacità di allargare la platea degli interessati

Tra i principali obiettivi c’è infatti l’individuazione del cosiddetto “gioco gateway”, ovvero un titolo in grado di essere un vero e proprio “portale d’ingresso” nel mondo del gioco.

La giuria sarà composta da 9 membri, che resteranno in carica a tempo indeterminato (al fine di garantire l’uniformità e la continuità del giudizio nel corso degli anni) e che saranno scelti per la loro competenza e indipendenza, tra i quali saranno presenti anche alcuni operatori della comunicazione.

La valutazione finale della giuria (oltre all’attività di telelavoro) avverrà in due-giorni di “riunione play test” dal vivo.

La giuria annuncerà cinque nomination sei settimane prima di Lucca Comics & Games 2013 e, tra queste, assegnerà un unico premio al “Miglior Gioco dell’Anno”. L’annuncio ufficiale avverrà tre settimane prima della manifestazione.

Con modalità analoghe verrà assegnato anche un premio al Gioco di Ruolo dell’Anno. Per questo premio la giuria sarà affiancata da un comitato di tre esperti indipendenti che collaboreranno con la giuria principale lavorando da remoto.

Al “Miglior Gioco dell’Anno” sarà anche dedicata una particolare area espositiva all’interno del Padiglione Carducci di Lucca Games, uno spazio centrale e attrezzato per le dimostrazioni dei titoli vincitori.

Al “Miglior Gioco di Ruolo dell’Anno” sarà dedicata una Sala di Villa Gioiosa, lo Special Event delle Ruolimpiadi, e dato spazio nell’Area Generale Dimostrazioni.

(Il meccanismo delle nomination e l’annuncio del vincitore in largo anticipo rispetto alla manifestazione lucchese sono pensati per aumentare l’interesse mediatico generalista e specializzato sul premio e per consentire agli editori premiati di predisporre per tempo un’adeguata e proficua campagna comunicativa, una serie di copie “marchiate” con il riconoscimento, un piano promozionale per arricchire la propria presenza in fiera e godere appieno di questo battage per tutta la durata di Lucca Comics & Games)

Al “Miglior Gioco dell’Anno” sarà anche dedicata una particolare area espositiva all’interno del Padiglione Carducci di Lucca Games, uno spazio centrale e attrezzato per le dimostrazioni del titolo vincitore.

Le tappe del Gioco dell’Anno 2013

GIUGNO: chiusura delle iscrizioni (riservate ai giochi pubblicati tra il 1° giugno 2012 e il 31 maggio 2013)

GIUGNO LUGLIO AGOSTO: attività di playtesting

SETTEMBRE: annuncio delle nomination

OTTOBRE: riunione dal vivo della giuria e annuncio vincitore (con conseguente lancio della sua promozione)

NOVEMBRE: Consegna del premio durante Lucca Comics & Games 2013

Due prestigiosi riconoscimenti si uniscono: un po’ di storia

Forte di ben 27 edizioni in 20 anni, con oltre 90 riconoscimenti assegnati da più di 30 giurati che si sono alternati nel corso del tempo, il Best of Show di Lucca Games è diventato il più ambito premio nel mondo ludico. Nato nel 1993 come premio assegnato dal pubblico della manifestazione, e diventato a cadenza annuale dal 2000, si è evoluto negli anni grazie all’apporto dei consigli degli addetti ai lavori, dei giocatori, dei negozianti degli editori e degli stessi giurati. Nel 2012, ultimo anno in cui è stato assegnato, il premio era composto da varie categorie: Gioco di Carte, Gioco di Ruolo, Gioco da Tavolo per Famiglie, Gioco da Tavolo per Esperti, il “Best of Show alla carriera” e i premi collaterali Side Awards per il Miglior Progetto Editoriale, per la Miglior Meccanica di Gioco, per il Miglior Profilo Artistico.

Lo storico nome “Best of Show” resta per il Premio alla Carriera, il riconoscimento che Lucca Games assegna in ogni edizione ad una personalità che, grazie al proprio lavoro, ha dato lustro e fatto crescere il settore del gioco.

Nel corso degli anni il premio è stato assegnato ad autori di giochi (Albini, Angiolino, Colovini, Donadoni), editori (Di Meglio), divulgatori (Giuliano, Parisi), distributori (Ferrari) e manager (Rotelli). Figure centrali del nostro movimento che con i loro straordinari percorsi di carriera sono state pietre angolari del settore, esempio per i nuovi attori della scena ludica italiana, e che hanno dato lustro internazionale al nostro modo di fare gaming.

Per tutti gli anni Novanta, il Gioco dell’Anno è stato il marchio che ha contraddistinto la migliore produzione ludica. Forte dell’apporto di esperti, giurati e addetti ai lavori quali (tra gli altri) Livio Agostini, Raffaele Cadamuro, Mauro Cammoranesi, Alessandro Castelli, Giampaolo Dossena, Stefano Fabbri, Paolo Fasce, Roberto Flaibani, Fabrizio Luzzatti, Beatrice Parisi, Sergio Valzania, il prestigio del riconoscimento è cresciuto col passare delle edizioni e anche negli anni Duemila il Gioco dell’Anno ha mantenuto l’antico fascino e la sua carica di storia, oltreché un importante indicatore di qualità per editori, negozianti e giocatori.

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Password Persa

Sign Up