FeaturedNotizie

Jade Raymond: sì ai contenuti creati dagli utenti

Jade Raymond, managing director di UbiSoft Toronto, ha rivelato che nel prossimo Splinter Cell: Blacklist, si potranno introdurre contenuti creati dagli utenti.
Ma non si tratterà di mappe o funzionalità simili.
Di seguito un estratto della dichiarazione rilasciata da miss Raymond.

“Secondo me i giochi in futuro dovranno avere dei contenuti creati dagli utenti. Con questo non intendo che tutti i giochi avranno un editor delle mappe, anche perchè non sono molti che hanno la pazienza di sedersi e mettersi a creare un intero livello, è troppo complicato e non credo che lo includeremo in Splinter Cell: Blacklist.
Il mio modello ideale sarebbe quello iniziato da Dark Souls, e di come il gioco sia influenzato dagli altri utenti connessi. In quali modi i giocatori possono influenzare gli altri? Penso che questa sia la strada del futuro, e permetterà a tutti  di lasciare il segno e sentirsi gratificati per aver contribuito nel loro piccolo. Inoltre questo permetterà di rendere il gioco sempre interessante e vario senza costringere gli sviluppatori a creare qualcosa spendendo grandi somme di denaro, aumentando di conseguenza il costo del servizio. Sarà qualcosa che porterà benefici ad entrambe le parti.
Al momento non sappiamo ancora che tipo di contenuti creati dagli utenti saranno presenti in Splinter Cell: Blacklist, ma se facciamo le cose in modo intelligente avremo tutti dei vantaggi.”

Se la cosa dovesse evolversi per il meglio, sarebbe un punto a favore per gli utenti e per la software house.
Carina ed intelligente… Cosa volere di più?

Mostra tutto

max kelevra

Videogiocatore vecchio stile (predilige il singleplayer alle modalità online), si avvicina ai videogame alla tenera età di 9 anni con Resident Evil e Metal Gear Solid, divenendone immediatamente stregato. Amante del rock e del metal (o della buona musica in generale), la notte diventa il Cavaliere Oscuro, a patto che sia quello scritto e diretto da Christopher Nolan (e non quello di Tim Burton o l'aborto di Joel Schumacher). Del regista britannico è un grande sostenitore, mentre la sua vita è costantemente accompagnata dalle musiche di Hans Zimmer. Ama i gatti e i cani.
Back to top button