Gears of War Judgment – Anteprima e Hands On

Featured Videogiochi

gow_judgment_horiz_rgb_final

Il 18 Gennaio siamo stati invitati presso il Microsoft Innovation Campus a Peschiera Borromeo (MI) alla presentazione ufficiale italiana di Gears of War Judgment. Come nelle grandi occasioni non potevano mancare ospiti illustri: la presentazione è stata condotta da Jim Brown, Lead Level Designer di Epic Games, e da Walon Brink, Art Director di People Can Fly (già sviluppatori di Bulletstorm, sempre in collaborazione con Epic Games), studio che sta sviluppando questo nuovo capitolo.

Quando nel 2006 (17 Novembre NdAlex) è stato lanciato sul mercato il primissimo episodio di quella che sarà una delle esclusive più invidiate dalla concorrenza, Epic Games inventò un nuovo genere di gioco.  Gears of War Judgment si colloca temporalmente 14 anni prima dei fatti narrati nel primo GoW, e narra di quello che accadde nel Giorno dell’Emersione, quando le Locuste invasero il pianeta Sera, dagli occhi di Demon Baird e della sua Squadra, alle prese con una pesante accusa di alto tradimento. La scelta ricade proprio su quest’ultimo in quanto nella trilogia originale non è stato raccontato nulla della sua storia, creando cosi le basi per poterla raccontare in questo nuovo capitolo. Ritroveremo anche Cole in aggiunta a nuovi personaggi tra le quali c’è Sophia Hendricks.

ffa_gondola_pax_01

Io non farei arrabbiare la ragazza…e voi?

Sia il single player che il multiplayer sono stati revisionati e presentano nuove caratteristiche interessantissime, delle quali potrete leggere qualche riga sotto nel nostro hands on. Il menù è pressochè lo stesso di Gears of War 3, e la difficoltà di gioco generale è stata innalzata. Immutata la possibilità di giocarlo in co-op con amici sia in locale che online. Abbiamo testato la prima missione della campagna, che ci da la possibilità di impersonare Baird. Graficamente il gioco è davvero eccezionale: gli sviluppatori hanno sfruttato al meglio le potenzialità dell’Unreal Engine 3. Sia le texture che i modelli tridimensionali sono realizzati in maniera maniacale. Anche il comparto audio è pulito e la colonna sonora riesce a immergere il giocatore nella scena.

Il Gameplay è rimasto quasi immutato, fatta eccezione per alcune subquest attivabili tramite il classico Crimson Omen presente su un muro: in queste missioni secondarie ci sarà chiesto di uccidere un certo numero di locuste in un certo tempo o in un determinato modo per ottenere punti esperienza extra. Oltre a questo il gioco è intenso e dinamico, sarà necessario avere buona mira e coprirsi bene per non finire uccisi dalle Locuste. Anche le nuove armi ci saranno di parecchio aiuto: il Markza è un fucile di precisione semi-automatico, mentre è stato introdotto anche il Booshka, un lanciagranate che esplodono al contatto col nemico. Siamo rimasti veramente impressionati positivamente dal comparto single player, nel quale sono state introdotte delle novità mantenendo comunque i capisaldi della serie. Il gioco risulta impegnativo anche a difficoltà normale, costringendo il giocatore a pianificare ogni mossa. Purtroppo la parte cooperativa non era in prova, sarebbe stato interessante vedere come cambiano le dinamiche quando in campo ci sono due o più giocatori controllati dall’uomo.

SP_Museum_01

Non ha l’aria amichevole…

Ciò che ha subito il maggior numero di modifiche è stato il comparto multiplayer. La novità maggiore è costituita dal nuovo sistema di classi: esattamente come accade in shooter militari in prima persona, possiamo scegliere la classe che più ci rappresenta tra le 4 a disposizione, ognuna dispone di 2 armi, una principale e una secondaria, e di 1 abilità unica, ma vediamole in dettaglio:

  • Soldato
    • Arma primaria: Booshka (Nuovo lanciagranate)
    • Arma secondaria: Lancer
    • Abilità: Fornisce Munizioni
  • Ingegnere
    • Arma primaria: Fucile Gnascer
    • Arma secondaria: Attrezzo Riparatore
    • Abilità: Sentinella, attiva una torretta che tiene lontani i nemici
  • Scout
    • Arma primaria: Markza (Nuovo fucile di precisione semi-automatico)
    • Arma secondaria: Pistola Snub
    • Abilità: Segnalatore di nemici
  • Medico
    • Arma primaria: Lancer
    • Arma secondaria: Shotgun
    • Abilità: Lancia granate curative

Anche lato locuste ci sono le 4 classi, ma non abbiamo potuto provarle in dettaglio. Potremo scegliere però tra Ticker, Wretch, Granatiere e Kantus.

rooftopseng

Avere l’Ingegnere in squadra è sempre utile…

Per quanto riguarda le modalità troviamo: Survival/OverRun, Versus e Co-op. Per le ultime 2 non c’è molto da dire in quanto sono praticamente le stesse che troviamo nei precedenti capitoli, mentre ci soffermeremo sulla modalità Sopravvivenza che è quella che abbiamo potuto provare in dettaglio. La modalità Survival/OverRun riunisce il meglio delle modalità Horde e Beast: in Survival dovremo lottare contro orde di Locuste controllate dall’IA del gioco che dovranno distruggere ciò che noi dobbiamo proteggere. Se sopravviveremo alle 10 Ondate avremo vinto. La modalità OverRun differisce da Survival nel fatto che entrambe le squadre sono controllate da persone in carne ed ossa. Una volta scesi sul campo di battaglia dopo la scelta della classe, sarà necessario trovare dei punti di copertura adatti. Ogni ondata introdurrà Locuste sempre più forti e numericamente superiori. Man mano che perdiamo obiettivi il nostro punto di rigenerazione arretrerà: esattamente come accade in guerra man mano che il nemico conquista la posizione bisogna arretrare. Avremo la possibilità di difendere 2 punti strategici prima di arrivare al “vero obiettivo” da difendere. Indubbiamente ci voleva una ventata di aria fresca in un comparto multigiocatore che, aldilà dell’introduzione e delle varie modifiche alla modalità Horde, era “vecchio” di 7 anni. Siamo arrivati fino alla 9 Ondata con non poche difficoltà, anche le classi vanno scelte in modo intelligente: avere una squadra di 5 soldati non sarà proficuo, senza Medici e Ingegneri non sarà possibile curarsi e riparare le fortificazioni che man mano le Locuste ci distruggono per conquistare il punto strategico. Anche uno scout che ci da la posizione dei nemici è essenziale. Anche in questo caso il nostro parere è certamente positivo e il lavoro svolto dai People Can Fly è di primissimo livello.

Non ci rimane allora che attendere il prossimo 22 Marzo, giorno in cui Gears of War Judgment “emergerà” sugli scaffali dei migliori negozi: ovviamente solo su XBOX360.

Ora vi lasciamo all’ultimo Trailer…Stay Tuned perchè arriveranno altre succose news su Gears of War Judgment

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=fc7P3qw-3lc]

1 Commento

  1. Ottima anteprima ! Dopo aver letto l’articolo mi hai fatto venir voglia di prendere questo nuovo capitolo della serie, inizialmente non mi interessava più di tanto, perchè sembrava praticamente identico al 3 e ero scettico su People Can Fly. Però da quello che hai scritto, sembra che il multiplayer sia stato migliorato e questo mi interessa molto. Era davvero necessario qualcosa di nuovo e sembra molto interessante la modalità OverRun. Magari non lo prendo al lancio, ma dato che include anche il primo GoW, sicuramente più in la lo recupero.

    Rispondi

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Password Persa

Sign Up