V per Vendetta…..

Alcuni film lasciano nelle menti di chi li ha osservati solo il bel sedere della protagonista, solo il colore scintillante dell’armatura dell’eroe, solo il combattimento finale con il cattivo di turno.
Pochi film permettono allo spettatore di riflettere.
Ancora di meno permettono allo spettatore di riflettere non solo sulla tematica del film stesso, ma su tutta la nostra società e su quanto alcune scelte di quest’ultima siano cinicamente spregevoli.
“V per Vendetta” è un film in grado di fare tutto questo.
Diretto dai fratelli Wachowski ( autori della splendida trilogia di “Matrix” ) e tratto dal romanzo grafico di Alan Moore e David Lloyd, il film rivela pian piano la sua storia, ricchissima di sentimento colpi di scena.
In una Inghilterra del prossimo futuro, il potere è incarnato nella figura del primo cancelliere Adam Sutler ( Jonh Hurt ), a cui si frappone un individuo misterioso che si fa chiamare V ( Hugo Weaving ).
Il film ripercorre dagli occhi di una ragazza, Evey Hammond ( una grande Natalie Portman ), il periodo dal 4 novembre 2019 al 5 novembre 2020.
Nel mondo di ” V per Vendetta” la libertà è vista come un qualcosa di pericoloso e nefasto, un qualcosa che deve essere osteggiato dal governo per il mantenimento della pace.
Le persone perdono la loro identità, relegandosi a semplici fantocci senza alcun potere ne volontà, mentre una Polizia Segreta si occupa di perseguitare le minoranze ( ebrei, musulmani, gay, lesbiche, portatori di handicap, neri, gialli ) in nome della purezza e dell’equilibrio.
Un film che scorre bene, in cui l’azione è ben miscelata con i momenti di calma, in cui ogni cosa ha un senso preciso, ma che non deve essere preso come un semplice film d’azione , perchè nasconde qualcosa che in pochi riesco a cogliere.


3 Comments

    • Avatar fullmetalalchemist25
  1. Avatar fullmetalalchemist25

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.