Recensione: Special Forces Team X – Occasione sprecata?

Zombie Studios è uno sviluppatore non molto conosciuto, ma che in passato ha riscosso un discreto successo grazie ai primi capitoli della serie Spec Ops e grazie al recente Blacklight Retribution. Lo stesso team di sviluppo, torna, il 6 Febbraio 2013 con Special Forces Team X, titolo quasi sconosciuto e pubblicato su Xbox 360 e Steam. Il gioco meriterà davvero i soldi o rappresenterà la classica occasione sprecata e il classico gioco privo di innovazione?

GAMEPLAY

Special Forces Team X si presenta come un semplice TPS, molto accessibile e con una forte presenza del sistema di coperture, il cui gameplay è stato preso di peso da serie di videogiochi più blasonate, come Gears of War e Ghost Recon. Molto importante è il sistema di personalizzazione del personaggio, che permette di modificare non solo l’equipaggiamento del proprio soldato, ma anche il suo aspetto esteriore. Una feature purtroppo piuttosto limitata e che sicuramente sarà ampliata da futuri DLC. Gli sviluppatori hanno puntato molto sul bilanciamento del gameplay e su questo non si può che rimanere stupiti, anche se le machine gun, come il Pkp Pecheneg, sono forse troppo semplici da utilizzare e letali, e la presenza dei cani (qualcuno ha detto Call of Duty World at War?), rende il titolo sbilanciato in alcune fasi. Il gioco, in sostanza, è un TPS dal gameplay decisamente Arcade, frenetico e divertente. Interessantissima è la feature legata alle mappe di gioco. Infatti prima di iniziare un match, i giocatori potranno modificare le tre sezioni in cui è composta la mappa; chiaramente le sezioni che hanno ricevuto maggiori voti, andranno a determinare il layout definitivo (in tutto ci sono 100 combinazioni differenti!). Si tratta di una, e anche l’unica, feature innovativa di SFTX, in quanto i giocatori non potranno più imparare a memoria e studiare le zone delle mappe. Purtroppo, però, in questo caso si nota una scarsa qualità e varietà di contenuti. Mancanza di originalità si nota anche per quanto riguarda le modalità di gioco, cinque in tutto: Tema Deathmatch, Capture the Flag, Control Points, Hot Zone e High Value Target; si tratta di modalità già viste e riviste negli FPS e TPS. Tutto ciò pesa per quanto riguarda la longevità; giocando con amici il titolo potrà tenervi impegnati per un discreto numero di ore, ma giocando da soli, il titolo annoierà in fretta e per la mancata cura nei contenuti, tornerete in fretta a giocare ai vari Halo, Battlefield e Gears of War. Altro difetto, non imputabile direttamente agli sviluppatori, è la scarsa presenza di giocatori online, infatti è stato davvero difficile riuscire a trovare partite con i due team al completo; il gioco è appena uscito e se gli sviluppatori non lo supporteranno, i server saranno letteralmente deserti tra non molto tempo.

GRAFICA E SONORO

Tecnicamente parlando, SFTX riesce in parte a soddisfare, grazie a una grafica in Cel-Shading, lontanissima dalla qualità mostrata da Borderlands, ma comunque di impatto e piacevole per un titolo Arcade, da un budget decisamente più limitato rispetto alla produzione di Gearbox. Scendendo nei particolari, però, si notano difetti evidenti, la modellazione poligonale è decisamente approssimativa e il design dei livelli appare poco ispirato e piuttosto banale. Complessivamente parlando, però, il titolo raggiunge, sotto questo aspetto, una sufficienza piena. Dimenticabile in fretta, invece, è il comparto audio, sopratutto per quanto riguarda gli effetti sonori delle armi.

CONCLUSIONE

Concludendo Special Forces Team X sembra un gioco ancora in fase Beta, in quanto piuttosto limitato per i contenuti che ha da offrire, se a ciò aggiungiamo il fatto che non offre assolutamente nulla di nuovo, che non eccelle in nessuno dei suoi aspetti e che i server sono poco popolati, risulta davvero difficile trovare qualche giocatore a cui consigliarlo, anche a causa del prezzo di lancio. Magari con una maggiore publicizzazione e cura da parte dei sviluppatori il risultato sarebbe stato diverso, ma per adesso SFTX è caldamente sconsigliato.

PRO      CONTRO
  • Gameplay piuttosto bilanciato
  • Sistema di creazione della mappe
  • Non offre nulla di nuovo
  • Poco curato
  • Qualche modalità in più non avrebbe guastato
  • Prezzo eccessivo

Gameplay: 6,5

Grafica: 6

Longevità: 5,5

Sonoro: 5


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.