Festa del Cinema di Roma 2017: ecco il programma di oggi 27 ottobre

Cinema Eventi Festival di Roma

Premio della Giuria al Festival di Cannes 2014 per Mommy e Grand Prix 2016 per È solo la fine del mondo, a ventotto anni Xavier Dolan è già considerato uno dei più originali e carismatici cineasti della nuova generazione: oggi, venerdì 27 ottobre alle ore 17.30 presso la Sala Sinopoli, il giovane autore canadese sarà protagonista di un Incontro Ravvicinato con il pubblico. Dolan parlerà della sua carriera di artista a tutto tondo, regista e sceneggiatore di sei lungometraggi di successo e di due videoclip (fra cui “Hello” di Adele), apprezzato interprete cinematografico e televisivo. Xavier Dolan sarà sul red carpet alle ore 17.

Dopo l’apertura affidata a Hostiles di Scott Cooper, il programma della dodicesima edizione della Festa del Cinema ospiterà nella serata di oggi quattro film di Selezione Ufficiale.
Alle ore 19.30 presso la Sala Sinopoli dell’Auditorium Parco della Musica, sarà proiettato il nuovo film di Paolo e Vittorio Taviani, Una questione privata. I due autori toscani – che da cinquant’anni segnano il cinema italiano e internazionale con la loro personale estetica fatta di continui richiami alla poesia e al realismo, alla letteratura e all’attualità dei temi civili e politici – portano sul grande schermo l’omonimo capolavoro di Beppe Fenoglio, pubblicato postumo nel 1963. Le vicende narrate ruotano attorno al giovane partigiano Milton: sullo sfondo delle Langhe attraversate dalla guerra, fra romanticismo e ossessione, sogno e mistero, Milton intraprende un viaggio eroico e disperato alla ricerca della verità sull’amore che lo ha legato a Fulvia. Sul red carpet delle ore 19, al fianco dei registi, ci saranno i protagonisti del film: Luca Marinelli, Lorenzo Richelmy, Valentina Bellè.

Alle ore 19.30 presso la Sala Petrassi, il pubblico potrà assistere alla proiezione di Detroit, nuovo e atteso film di Kathryn Bigelow. La regista di Point Break e Strange Days, prima e unica donna a ottenere il premio Oscar per la miglior regia con The Hurt Locker, torna dietro la macchina da presa, a cinque anni dall’uscita di Zero Dark Thirty, per firmare un’opera di straordinaria intensità: Detroit rievoca infatti uno dei più tragici e sanguinosi episodi della storia statunitense, la sommossa che ha attraversato le strade della metropoli americana esattamente cinquant’anni fa, fra il 23 e il 27 luglio 1967.

Alle ore 22.30, sempre nella Sala Petrassi, avrà luogo la proiezione di Tout nous sépare di Thierry Klifa. In una cittadina della costa, tra Sète e Perpignan, una madre e una figlia segnate da un legame tormentato da disabilità e tossicodipendenza, finiscono invischiate in una vicenda di ricatti legata a un pericoloso sottobosco criminale. “Dopo Les yeux de sa mère avevo voglia di scrivere ancora per Catherine Deneuve – ha spiegato il regista – Poco tempo dopo mi è venuta quest’idea su una donna disposta ad imbracciare le armi pur di proteggere sua figlia, una guerriera pronta a tutto per difendere il suo territorio. Ho iniziato ad immaginare lei che dà fuoco a una macchina nel bel mezzo della notte, o imbracciare un mitra per respingere questi pericolosi intrusi, un po’ come Gena Rowlands in Gloria di John Cassavates: risoluta, forte e coraggiosa. Sebbene non così sincera come sembra”.

Il Teatro Studio Gianni Borgna ospiterà, alle ore 21.30, Nadie nos mira di Julia Solomonoff, ritratto intimo e commovente di un uomo in cerca del suo posto nel mondo. “Il film esplora i piaceri della libertà e dell’anonimato della moderna migrazione urbana e il loro rovescio: la solitudine e l’isolamento dell’emigrante – ha detto la regista – Qual è il nostro posto e cosa ci appartiene? Cosa ci definisce? Più diventiamo virtuali, più sembriamo desiderare radici, qualcosa a cui aggrapparci, qualcosa che ci trascenda, che ci preceda e ci continui”.

Alle ore 22, sarà presentato The Party di Sally Potter, il primo film della linea di programma “Tutti ne parlano”, uno spazio dedicato ad alcuni titoli che arrivano alla Festa del Cinema dopo un sorprendente esordio internazionale. Ricca di dialoghi taglienti e fotografata in uno splendido bianco e nero, The Party è una commedia che vira in tragedia, in cui una festa tra amici volge al peggio nell’arco di pochissimo tempo.

Il tema del futuro delle professioni nel cinema e nell’audiovisivo sarà al centro del convegno che si terrà a partire dalle ore 9.30 presso la Sala Petrassi dell’Auditorium Parco della Musica, organizzato da Fondazione Cinema per Roma nell’ambito della Festa del Cinema di Roma, con il sostegno del MISE – Ministero per lo Sviluppo Economico e di ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, e con la partecipazione di istituzioni, associazioni, professionisti e protagonisti del settore. Interverranno Francesco Rutelli (Presidente dell’ANICA), Giancarlo Leone (Presidente APT), Roberto Cicutto (Presidente di Istituto Luce-Cinecittà), Nicola Borrelli (Direttore Generale per il Cinema del MiBACT), Piergiorgio Borgogelli (Direttore Generale dell’Agenzia ICE), Stefania Ippoliti (Presidente di Italian Film Commission), Fabio Benigni (Presidente A.S. For Cinema) con le testimonianze dei premi Oscar Dante Ferretti, Francesca Lo Schiavo e Milena Canonero, protagonisti di prestigio del Made in Italy nel cinema. Il convegno sarà introdotto da Piera Detassis, Presidente della Fondazione Cinema per Roma, e moderato dal critico e giornalista Gianni Canova.

Alle ore 17, la Sala Petrassi ospiterà, per i suoi 65 anni, l’Associazione Nazionale Autori Cinematografici ha avviato un progetto di film documentario strutturato in quattro parti di cui 65 volte Anac è una riduzione non ancora terminata. Il nucleo centrale è formato dalle testimonianze e dalle interviste ad alcuni dei suoi soci e esponenti storici, fra cui Carlo Lizzani, Ettore Scola, Citto Maselli, Ugo Gregoretti. A seguire, si terrà un incontro con Francesco Ranieri Martinotti, Giuliana Gamba, Alessandro Rossetti e Giacomo Scarpelli alla presenza dei protagonisti della storia di Anac.

Alle ore 15 presso il Teatro Studio Gianni Borgna sarà presentato il documentario Romarcord. Storia e memoria dei cinema romani realizzato dagli studenti di cinema dell’Università “La Sapienza” di Roma (Dipartimento di Storia dell’Arte e Spettacolo). Diviso per quartieri e zone della città, Romarcord racconta la storia e la memoria delle sale cinematografiche romane. Una storia sociale dei cinema di un tempo vista con gli occhi dei giovani di oggi. Parteciperanno Enrico Magrelli, Andrea Minuz, Marina Righetti, Damiano Garofalo, Felice Bagnato, Roberta Picciallo.

Al MAXXI alle ore 15, si terrà anche l’incontro “I temi del Made in Italy e la sua importanza” dedicato alle eccellenze dell’artigianato italiano. All’incontro parteciperanno Antonio Quirici, Paolo Borghini, Fulvia Bacchi, Caterina Murino, Luciano Tristano, Michele Pecchioli, Luca Nardini, Mario Bemer. L’evento si terrà in occasione della presentazione del cortometraggio Cinque dedicato al Made in Italy, da una idea di Michele Pecchioli (Aria Adv), per la regia del collettivo TO GUYS, al secolo Alessandro De Leo & Alex Avella, con l’attrice Caterina Murino, il musicista Francesco Tristano e lo chef Simone Rugiati, prodotto da Cuoio di Toscana.

FENDI celebra il suo profondo e duraturo legame con il mondo del cinema attraverso una mostra innovativa e sorprendente, intitolata FENDI STUDIOS, che esplora questo rapporto unico tra la storica Maison e la settima arte avvalendosi di tecnologie digitali e immersive. La mostra si svolge presso il Palazzo della Civiltà Italiana, sede della Maison romana, fino al 25 marzo 2018, dalle ore 10 alle ore 20 (ingresso gratuito).

Nel programma delle repliche, la 3 e Google Cinema Hall ospiterà Hostiles di Scott Cooper (ore 17), Una questione privata di Paolo e Vittorio Taviani (ore 20) e The Party di Sally Potter (ore 22.30). Il My Cityplex Europa accoglierà la replica di Hostiles (ore 20).

Nel programma della Festa del Cinema, in collaborazione con Alice nella città, si terrà la proiezione di The Breadwinner di Nora Twomey (ore 11 Sala Sinopoli).

Alice nella città, sezione autonoma e parallela della Festa del Cinema, presenterà le proiezioni per le scuole di Dreams by the Sea di Sakaris Stórá (ore 9.30 Sala Sinopoli, in replica alle ore 14 presso la 3 e Google Cinema Hall), The Best of All Worlds di Adrian Goiginger (ore 11.30 Sala Sinopoli, in replica alle ore 18 presso il My Cityplex Europa). In sala Sinopoli (ore 15) si terrà la replica di Tomorrow and Thereafter di Noemie Lvovsky. Al Cinema Admiral avrà luogo la proiezione di Brigsby Bear di Dave McCary.

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Password Persa

Sign Up