I’M – Infinita come lo spazio: canzone trailer e dettagli sul film

Cinema Musica

È online il primo trailer ufficiale di I’M – Infinita come lo spazio, il quarto film da regista di Anne-Riitta Ciccone, con Mathilde Bundschuh, Barbora Bobulova, Guglielmo Scilla, Julia Jentsch e Piotr Adamczyk.Scritto insieme al marito Lorenzo d’Amico de Carvalho, Infinita come lo spazio è stato pensato dalla Ciccone per un uso sperimentale della stereografia 3D. Il film affronta alcuni temi di riferimento della regista: pregiudizio, emarginazione e isolamento del “diverso”, con reazioni anche di inattesa violenza.

Figlia di madre finlandese e di padre siciliano la Ciccone ha dichiarato di aver seguito profondamente la sua “idea di Teatro e Cinema come rappresentazione, facendo deflagrare la realtà e ricostruendola come mito.
Per questo ci si muove tra personaggi che non cambiano mai d’abito, in cui gli arredi di scena sono legati ad archetipi e la vicenda è immersa in una dimensione senza tempo e luoghi precisi. Quasi un mondo di marionette e di giocattoli dentro una realtà parallela e impersonale”.

I’M – Infinita come lo spazio arriverà il 16 novembre al cinema, distribuito da Koch Media.

La canzone del trailer ufficiale è Nil dei Project Pitchfork, disponibile qui.

Segue la sinossi ufficiale:
Jessica, 17 anni, vive in un piccolo paesino, un luogo misterioso circondato dalla neve. Qui un’apparente normalità convive con straordinari elementi che fanno sospettare che possa non essere il mondo a cui tutti siamo abituati. Prigioniera di questa dimensione, alla quale sente di non appartenere, Jessica inizia a mettere su carta, grazie ad un grande talento nel disegno, la sua realtà creando una nuova interpretazione delle sue paure, delle sue piccole vendette personali e dei personaggi con i quali si incontra e si scontra quotidianamente. Il suo futuro e cosa farne sono il centro dei suoi pensieri visto che frequenta l’ultimo anno di Scuola e proprio la Scuola è il suo principale terreno di sfida; per gli altri ragazzi, infatti, Jessica è la “stramba” per via dei suoi atteggiamenti e delle sue aspirazioni così diverse da quelle dei suoi coetanei e per i suoi capelli viola. Solo un ragazzo timido e introverso, Peter, sembra capirla subito perché incompreso e isolato come lei. Fin dal primo sguardo, infatti, è chiara l’attrazione che provano l’una per l’altro, forse perché sentono di condividere una battaglia comune. Peter, il suo grande talento nel disegno e un incontro con una persona speciale, diventeranno per Jessica le chiavi per affrontare le paure. La sua matita è la potente arma con la quale potrà modificare il suo futuro e il destino al quale sembra essere condannata imparando ad avere fiducia in se stessa e nel suo valore. Ma, improvvisamente, la fervente immaginazione di Jessica o forse quella realtà alla quale viene continuamente richiamata dalla madre, provocherà nella storia l’inatteso imprevisto che ne cambierà completamente il corso.

“Quando sei in dubbio, Meriadoc, segui sempre il tuo naso”

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Password Persa

Sign Up