Terapia di coppia per amanti, il nuovo film di Federici, uscirà ad ottobre

Cinema

Terapia di coppia per amanti, diretto da Alessio Maria Federici e presentato nel corso delle Giornate del cinema a Riccione, è già nella fase di postproduzione. Nel cast Pietro Sermonti, Ambra Angiolini, Sergio Rubini, interpreti principali, ma anche Franco Branciaroli, Anna Farzetti, Anita Kravos, Giulia Anchisi, Fulvio Falzarano. La sceneggiatura è dello stesso regista, in collaborazione con Diego De Silva, autore dell’omonimo libro da cui peraltro è tratto il film, che verrà distribuito da Warner Bros, Pictures.

L’uscita nelle sale è prevista per il 26 ottobre.

Federici è ormai un regista noto e affermato, e tra l’altro ha diretto film come Fratelli Unici (con Raoul Bova, Luca Argentero,  Carolina Crescentini, Miriam Leone, Sergio Assisi), Stai lontano da me ( con Enrico Brignano, Ambra Angiolini, Anna Galiena, Giampaolo Morelli), Tutte lo vogliono (con Enrico Brignano e Vanessa Incontrada).

Il nuovo film di Federici è fondamentalmente una storia a due voci, maschile e femminile, che si alternano a raccontare la propria vicenda mentre la stanno vivendo.  Stiamo parlando di due adulti sposati, non tra di loro…, entrambi impegnati in relazioni coniugali assorbenti. I due si ritrovano perö coinvolti  in una storia fatta di passioni incontrollabili.

Lei si chiama Viviana ed è sexy, piena di energia, intrigante, combattuta tra restare amante  o lasciarsi invece prendere, afferrare dalla nuova vicenda amorosa. Lui si chiama Modesto, ed è tale non solo di nome ma anche nella elaborazione dei concetti amorosi e passionali. Spara battute spesso senza un filo logico particolare e non vuole impegnarsi in nuove vicende di coppia, preferendo mantenere la testa sotto la sabbia e rinviando a tempo illimitato la risoluzione della stanchezza che ormai affligge la sua presente vita matrimoniale.

Viviana trascina Modesto da un bravo quanto complicato analista, cercando di trovare una via di uscita dal rapporto che sta ormai diventando non più spumeggiante, ma alquanto logoro proprio per l’incertezza che ormai domina la situazione.  Il terapista, per parte sua, si trova spiazzato dall’incontro con questa coppia svincolata da legami coniugali, presi in una relazione non di certo stabile e definitiva, ma poi accetterà l’incarico pur trovandosi immerso in una schermaglia tragicomica, rischiando al contempo di perdere la propria lucidità di professionista rigoroso.

Il film si presenta pertanto come una vera e propria  full-immersion nelle complicazioni sentimentali, nei conflitti fatti di passione ma anche di paura del nuovo, in presenza di un amore che potrebbe, forse, cambiarci la vita, ma che al contempo pare richiedere troppo impegno.

Davide Venturini

Comunicazione e informazione soprattutto per Cinema e Spettacolo, ma anche politica, sport e cultura. Si dedica anche alla pittura, con diverse mostre personali. È anche Avvocato nel Tribunale della Sacra Rota (Città del Vaticano) e si occupa di questioni vaticane come giurista. Per contatto: 349-1281303; zeus.dv@libero.it

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Password Persa

Sign Up