Julianne Moore e i ragazzi: “Seguite sempre le vostre inclinazioni”

La star americana al Giffoni Film Festival

Cinema Eventi Featured Giffoni Film Festival

Che bello vedere una grande star americana come Julianne Moore prestarsi con  naturalezza, energia e grande capacità comunicativa alla giuria dei giovanissimi al Giffoni. Bella nel suo abitino bianco, di una bellezza non patinata e proprio per questo ancora più reale e tangibile, lascia intuire la determinazione di un carattere forte e complesso, ornato di quell’ ottimismo istintivo così caratteristico di quelli che Oltreoceano ce l’hanno fatta, come se il sogno americano facesse parte del loro dna. Anche se quest’attrice è tutt’altro che omologata, e anzi si presenta come una voce fuori dal coro nel panorama delle stelle di Hollywood.

Parla con entusiasmo, abbracciando con larghi sorrisi la platea dei ragazzi e mostrando una intensità mimica che è una piccola chiave per capire la sua bravura di attrice. Si presenta come un’affettuosa complice, disponibile a fornire tutti  i consigli necessari per quella età che la intenerisce e che ricorda tanto bene.

“Recitare non è qualcosa che ti capita, è qualcosa che impari” – ha detto l’attrice -, bisogna fare gavetta e bisogna studiare. E’ importante che i ragazzi sappiano che nulla ti accade se non fai in modo di farlo accadere”. E ancora “Non fatevi mai dire da nessuno quello che dovete o non dovete fare, siate sempre voi a decidere la vostra direzione”.

Julianne ha raccontato le motivazione che l’hanno spinta a recitare, e ha detto che la sua motivazione è nata dall’amore per la letteratura e dall’appassionato immergersi nelle pagine di un libro. “Sentirmi coinvolta in una storia è quello che mi ha portata ad evolvermi da lettrice ad attrice. Quello che cerco nei miei ruoli e nei film è una storia avvincente, non tanto dal punto di vista dell’azione, quanto dal punto di vista dei personaggi”.

Julianne Moore ha incontrato i giurati della 47ª edizione del Festival, coi quali ha ripercorso le tappe salienti della sua carriera, rispondendo alle loro domande e confrontandosi con la coinvolgente realtà del Festival. Ha parlato dell’incontro fatale con il regista Robert Altaman, che l’ha diretta in un grande film comeAmerica Oggi”, facendola conoscere al grande pubblico, lei che proveniva dal cinema indipendente americano. La sua interpretazione in “Still Alice”, aggiungiamo noi, le ha fatto vincere un Osca e un Golden Globe. Parlando di quest’ultimo ruolo ha spiegato come avesse fatto delle ricerche sulla malattia,  e di quanto le interessasse portare sul grande schermo qualcosa di vero, fortemente realistico. “La gente capisce quando si finge. Quello che spesso accade è che da giovani si sottovaluti questo aspetto: con l’esperienza si capisce che portare la verità al cinema è importante e rende la tua interpretazione più vicina a chi la guarda”.

Rispondendo ancora ai ragazzi questa splendida attrice, nella sua maturità sempre più richiesta dalle produzioni e dai registi, ha voluto ancora una volta sottolineare ai ragazzi l’importanza di seguire sempre le proprie inclinazioni. “Seguite sempre quello che amate, anche se vi dicono che non è possibile. Quando qualcuno vi dice che non potrà mai capitare a voi è vero, perché le cose non vi capitano, le fate succedere. Assecondare le vostre inclinazioni può portarvi a fare sempre di più e passo dopo passo potreste trovare la vostra strada. Ponetevi tante domande, chiedetevi sempre perché amate tanto qualcosa e se non conoscete subito la risposta, sappiate che arriverà”.

L’attrice è recentemente tornata sul palcoscenico con il dramma “Wondestruck”, tratto dal romanzo di Brian SelznickLa stanza delle meraviglie”. A settembre uscirà negli Stati Uniti “Kingsman”, al fianco di Colin Firth e Halle Berry, mentre per il mese di novembre Julianne Moore sarà al fianco di Matt Damon, in “Suburbicon”, diretto da George Clooney.

(Video e foto di Menossi Video Productions)

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Password Persa

Sign Up