Giffoni 2017: c’è anche Gabriele Muccino

Tanti incontri speciali, dal portagonista della serie "Il Trono di Spade", Keith Harington, ad Amy Adams e al rapper Clementino

Cinema Giffoni Film Festival

Ci sarà anche il regista Gabriele Muccino tra gli ospiti del Giffoni Film Festival 2017. Il suo cinema probabilmente sarebbe piaciuto a François Truffaut, al quale è intitolato il Premio che riceverà il 22 luglio a Giffoni. Non che tra i due metteur en scène ci siano delle similitudini, ma l’ossessione che il regista francese aveva per le storie d’amore a tinte forti lo avvicinano alle tematiche di certo cinema di Muccino.

Il regista sarà protagonista di una masterclass, e racconterà ai ragazzi della sua carriera divisa tra Italia e Stati Uniti. Un’occasione speciale per ripercorrere il cammino artistico di un’indiscussa firma del cinema italiano, acclamata anche all’estero.

Gabriele Muccino era già stato ospite del Giffoni Film Festival nel 2001, e ritorna portando con sé una lunga esperienza e il suo sguardo rivolto alla contemporaneità, all’amore, certo, ma anche alle difficoltà e le contradizioni sociali ed economiche della realtà odierna. Per raccontare queste ultime storie dolorose si è avvalso negli ultimi anni della collaborazione con l’attore Will Smith, protagonista di pellicole come “La ricerca della felicità” (2006) e “Sette anime(2008).  Prima ancora aveva disegnato l’amore e il passaggi generazionali con film caratterizzati da una particolare recitazione concitata, che rende inconfondibili le sue pellicole italiane: “Come te nessuno mai” (1999), “L’estate addosso” (2016) e “Ricordati di me, che gli è valso, nel 2003, il Nastro d’argento come miglior sceneggiatura, “L’ultimo bacio”, premiato con il David di Donatello per la regia nel 2001 e con l’Audience Award al Sundance Film Festival nel 2002.

La 47esima edizione del Festival continua così ad arricchirsi di grandi ospiti, grandi voci del cinema e talvolta anche legati ad altri settori dello spettacolo.

Ambra Angiolini

Già annunciati gli attori Amy Adams (American Hustle), Bryan Cranston (Breaking Bad), Claudio Amendola (Poliziotti, Pasolini un delitto italiano), Jasmine Trinca (La meglio gioventù, The Gunman), (Ambra Angiolini (Saturno contro), Keith Harington (Il Trono di Spade). Cristiana Capotondi (Educazione siberiana), Paolo Ruffini (Maschi contro femmine). I registi Gabriele Salvatores, Alessandro D’Alatri, Giovanni Veronesi, Marco Giallini, Edoardo De Angelis. E poi ancora il rapper Clementino, Clara Alonso, Francesco Apolloni, Arisa, Giorgio Colangeli, Diego Dominguez, Laura Esquivel, Fabio&Fabio, Paolo Giordano, Max Giusti, Fabio Grassandonia, Gianni Ippoliti, King Danza, Francesco Montanari, Enrico Pau, Antonio Piazza,  Igino Straffi.

Bryan Cranston

Anche questa edizione, dal titolo “Into the magic”, sarà ricca di anteprime ed eventi. Il programma completo sarà annunciato ufficialmente dal presidente del Festival Claudio Gubitosi, nella prossima conferenza stampa che si terrà a Roma il 6 luglio.

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Password Persa

Sign Up