Notizie

Mostrato il gameplay di Anthem, il nuovo titolo BioWare

Dopo essere apparso brevemente alla conferenza stampa di Electronic Arts dell’E3 2017, la nuova IP BioWare Anthem si è mostrata alla grande nel finale della conferenza di Microsoft.

Anthem è un action-RPG in un mondo condiviso in cui i giocatori possono avventurarsi, caratterizzato da tecnologia straordinaria e tesori dimenticati. Questo mondo è inoltre pieno di bestie selvagge e spietati predoni, e caratterizzato dalla presenza dei Freelancer, chiamati a sconfiggere le forze che tramano per conquistare l’umanità.

“I nostri sviluppatori BioWare hanno creato qualcosa di speciale”, ha dichiarato Patrick Soderlund, Vice Presidente EA Worldwide Studios. “Stiamo spingendo Frostbite a raggiungere nuovi traguardi, sviluppando un gioco diverso da quello che EA ha mai fatto prima d’ora. Stiamo raccontando una nuova storia, creando un’esperienza sociale e cooperativa e ambientandola in un mondo aperto e dinamico che sarà in continua evoluzione durante gli anni a venire”.

In Anthem, fino a quattro amici potranno svelare i misteri del mondo e affrontare terrorizzanti sfide insieme. Pericolo condiviso significa gloria condivisa, e i Freelancer che avranno successo saranno ben ricompensati per le loro imprese. Durante tutta l’avventura, i giocatori potranno equipaggiare i propri Freelancer con potenti Javelin exosuit, ognuno dei quali dotato di armi e abilità uniche. I giocatori potranno anche personalizzare il loro Javelin con l’equipaggiamento che otterranno e creeranno durante tutta l’avventura e lasciare un segno duraturo nel mondo di gioco.

Mostra tutto

Marco Patrizi

Classe 1983, inizia a videogiocare con Commodore 64, NES e i coin-op nelle sale giochi (di cui sente la mancanza). Da allora non ha mai smesso di menar di pollici sul joypad, seguendo per oltre 20 anni con passione l'industria dei videogame, per poi finire a scriverne su diverse realtà online. Mastica un po' ogni genere, ma predilige RPG, action, adventure, picchiaduro e platform. Amante delle arti marziali, nemico degli estremismi, il suo stato intellettuale ideale prevede riflessioni antropologiche e rutto libero.
Back to top button