Snipperclips – Diamoci un Taglio! – Recensione

Taglia e cuci, incolla e rattoppa, quello che nacque come un semplice progetto durante una Game jam di sviluppatori indipendenti, a cura dei fratelli Tom e Adam Vian, si è trasformato in una IP Nintendo proposta al lancio della nuova console: come cambiano i tempi!

Snipperclips nasce così, col suo semplice concetto di multiplayer cooperativo – ma non solo! – e una mano di vernice fresca con cui abbellire la tela bianca rappresentata dal mercato di Nintendo Switch, preda di terze parti disposte a tutto pur di arrivare prima degli altri a colonizzarla. Quindi, fra porting, remaster potenziati e riproposizioni di titoli del passato, ci pensa questo piccolo gioiellino di puzzle solving a portare una sferzata di aria fresca. In Snipperclips, infatti, si muovono due eccentrici protagonisti dalla forma geometrica, senza una vera e propria identità eppure così ricchi di carattere. I due esserini devono affrontare diverse prove racchiuse in numerosi di livelli che costellano un trittico di mondi tematici, passando dall’universo della cartoleria per quello del retrogaming in oltre 45 schemi affrontabili da soli e in compagnia, e se il numero dovesse sembrare irrisorio, sappiate che esistono anche mini-giochi sbloccabili e una modalità party con cui coinvolgere fino a quattro giocatori… sempre che abbiate quattro joycon disponibili nel vostro salotto, ovviamente.

E ora diamoci un taglio!

Ma cosa rende questo miscuglio di platform e puzzle game così fresco e originale? Sicuramente la meccanica con la quale è possibile “tagliare” la carta che definisce la forma dei due protagonisti, potendo di fatto affrontare ogni sfida basata sulla fisica in modo del tutto originale. Arpionare un palloncino dopo essere stati “appuntiti” per bene e usando la testa del proprio compagno di avventura come trampolino è sicuramente efficace, ma sei invece il giocatore a terra decidesse di portare a terra l’oggetto volante sfruttando una forma insolita con cui catturarlo? Beh, è semplicemente fattibile. Insomma, in diverse sfide in cui abilità manuale – soprattutto in queste prime settimane di “luna di miele” con i joycon di Nintendo Switch -, capacità di puzzle solving e creatività devono fondersi per creare la chiave magica con cui aprire ogni serratura, Snipperclips dà sicuramente il meglio di sé senza sfruttare motion control e caratteristiche innovative del nuovo hardware Nintendo, riuscendo comunque a stupire grazie ad un’ottima direzione artistica e ad un level design che, pur non ridefinendo il genere, riesce sempre a proporre qualcosa di nuovo, anche quando gli schemi insistono su una determinata tipologia di puzzle affrontato in precedenza.

Si tratta di un prodotto affrontabile anche da un giocatore singolo, alternando i due eroi alla pressione di un tasto preposto, ma è chiara l’intenzione da parte degli sviluppatori di coinvolgere due persone ai due lati dello schermo di Switch, joycon alla mano. Certo, difficilmente si tornerà su un livello affrontato in passato per ricercare un altro tipo di risoluzione, soprattutto poiché il gioco non sembra curarsi particolarmente dell’effettiva rigiocabilità delle singole sfide, ma se non altro il tempo passato facendo ruotare gli ingranaggi di fronte ad un enigma – o a ridere e scherzare con un compagno umano meno capace di noi nella risoluzione dei puzzle – è talmente appagante da risultare più che sufficiente. Lo sforzo di includere in questo delizioso esercizio di creatività e game design un’ulteriore modalità dedicata al gioco di gruppo (fino a 4 giocatori) sia in cooperativa che a colpi di sfide non può che fare piacere, soprattutto al prezzo al quale Snipperclips viene offerto sul Nintendo eSHop: poco meno di una ventina di euro. E vista la politica dei prezzi promossa da Nintendo in queste prime settimane dal lancio non possiamo che tirare un sospiro di sollievo.

Snipperclips è un affare per chiunque fosse alla ricerca di un buon puzzle game colorato con cui coinvolgere gli amici di fronte alla nuova console Nintendo. Non fa uso delle caratteristiche uniche di questa console, né reinventa il genere dei puzzle game, ma riesce a regalare una buona quantità di sano gameplay cooperativo. Anche a quattro giocatori… a patto di avere altrettanti (costosissimi) joycon.
7.8
voto

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.