ASUS ZenPad 3s 10 – Recensione

Oggi come oggi il settore dei tablet sta ricevendo una leggera inflessione grazie alla diffusione sempre maggiore di portatili 2-in-1, agli smartphone sempre piú performanti e dagli schermi dalla diagonale maggiorata ed infine da una riduzione degli attori in questo segmento. Se infatti 2 anni fa le aziende produttrici di tablet erano centinaia, ora se ne possono contare quasi sulle dita di una mano.
Asus, conscia di ció, si é sempre tenuta stretta la propria cerchia di aficionados e ne ha addirittura aumentato le dimensioni, aggredendo fasce di mercato prima fuori dalla sua portata. L’allargamento del bacino di utenza del colosso taiwanese si spiega principalmente grazie ai suoi prodotti equilibrati, potenti e curati dal punto di vista estetico. Tra questi il tablet ZenPad 3s 10 non é un’eccezione anzi, una conferma che la strada intrapresa da Asus é quella giusta.

Ecco l’iPad Pro di Asus

La dotazione hardware dello ZenPad 3s 10 lo rende un diretto concorrente dell’iPad Pro da 9,7″ di Apple, non solamente per la medesima diagonale del display ma anche per i materiali usati: vetro e metallo dietro e sul frame laterale. Tra le caratteristiche tecniche che fanno risaltare il tablet troviamo una risoluzione di 2048×1536, 4GB di RAM e 64GB di memoria interna, un processore MediaTek MT8176 hexa-core accompagnato dalla scheda grafica GX6250, un lettore di impronte ed una batteria da 5900 mAh corredata dalla tecnologia Qualcomm Quick Charge 3.0.
A questo va aggiunta la possibilitá di utilizzare la Z Stylus, ovvero una penna capacitiva in grado di supportare 1024 livelli di pressione… peccato che non sia inclusa nella confezione di vendita e che va a far lievitare ulteriormente il prezzo di vendita di €399 per la versione Wi-Fi.

I punti di forza di questo Asus ZenPad 3s 10 é quindi la potenza e la versatilitá, uniti da un’ottimo comparto multimediale che non ci ha fatto rimpiangere l’assenza di un notebook durante il nostro periodo di utilizzo. Ascoltare Spotify dalle casse stereo posizionate in fondo é davvero una bella sensazione e la pressione sonora esercitata dagli speaker é di qualche decibel superiore alla norma di altri prodotti testati: oppure ancora guardare un filmato su YouTube o Netflix a pieno bitrate fa di questo ZenPad 3s 10 uno dei compagni fidati di chi vuole fare del tablet il suo fido compagno di tutti i giorni, rivelandosi un’ottima via di mezzo tra uno smartphone e un laptop.

La ZenUI basata su Android 6.0.1 si dimostra ancora una volta veloce e pronta a rispondere alle esigenze anche degli utenti piú smanettoni, con decine di personalizzazioni, gesture rapide (come il doppio tap per spegnere e riaccendere il display). Nonostante questo, i software installati sopra ci sembrano ancora troppo invadenti e spesso inutili e avere ancora una griglia delle icone nella home screen di 5×6 é quantomeno anacronistico vista la generositá di un display da quasi 10″.

I 4GB di RAM e il MediaTek MT8176 fanno girare le applicazioni ottimamente, dai giochi piú spinti come Real Racing ed Asphalt 8 fino ai vari Google Chrome, Twitter, Instagram e Facebook. L’apertura delle stesse non é da record nel settore, tuttavia una volta aperte scorrono fluide sotto le nostre mani che, complici i 430 gr di peso, non faticheranno quasi mai.

Asus Zenpad 3s 10

Non é tutto oro quel che luccica

Ebbene si, questo Asus ZenPad 3s 10 ha anche dei difetti, in primis il device tende un po’ a scivolare dalle mani a causa del metallo spazzolato sul retro ed il frame laterale fa in modo che spesso e volentieri se appoggiato in obliquo, il tablet scivoli cadendo rumorosamente sulla superficie di appoggio. Seppur di ottima qualitá, il reparto audio manca di frequenze media e dobbiamo segnalare un difetto (forse presente solo sul nostro prodotto di test) che abbassava ed alzava improvvisamente il volume del dispositivo senza spiegazione alcuna.

Le due fotocamere integrate nel sistema, una frontale da 5MP ed una posteriore da 8MP, non sono il punto forte di questo ZenPad e questo viene testimoniato dalla difficoltá che si incontra negli scatti con scarsa illuminazione e comunque con una tendenza del sensore ad impastare i colori e generare rumore video. Non siamo su livelli di indecenza per caritá, tuttavia ci saremmo aspettati qualcosina in piú da parte di Asus.

Venendo infine alla batteria da 5900mAh in dotazione, con luminositá al 50% sotto Wi-Fi, non ci fa superare le 5 ore di schermo attivo, quindi la giornata la porterete a casa, ma difficilmente coprirete due giorni interi, probabilmente a causa della risoluzione 2K.

Asus Zenpad 3s 10

In conclusione il prodotto confezionato da Asus si dimostra valido e convincente nella stragrande maggioranza delle situazioni, tuttavia sono presenti dei difetti come una batteria non eccezionale, un lettore delle impronte non sempre preciso ed un reparto fotografico sotto tono. Al netto di questo peró lo ZenPad 3s 10 si dimostra in gran forma e quindi un prodotto consigliato a chi vuole una via di mezzo tra uno smartphone ed un laptop.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.