Battlefield 3 è sviluppato da DICE e pubblicato da EA, il titolo fin dalla sua uscita è stato accompagnato da diversi giudizi positivi che lo definivano lo sparatutto più realistico della storia o lo sparatutto definitivo, per me è andato molto vicino a ciò, ma essendo penalizzato da un comparto single player insufficiente e da delle missioni co-op che sembrano la copia delle missioni in single player, Battlefield 3 non rappresenta lo sparatutto definitivo, ma il miglior sparatutto del 2011 e uno dei migliori in assoluto.

La campagna in single player racconta la solita storia vista in diversi sparatutto : l’esercito americano deve sventare un attacco terroristico. Il single player è caratterizzato da una varietà di situazioni invidiabili e da una storia divertentissima e mette in risalto il comparto tecnico praticamente perfetto, ma viene penalizzato da una trama scontata, troppo lineare e raccontata in maniera imperfetta, inoltre il gameplay del comparto single player viene penalizzato da una ia nemica davvero imbarazzante .

Le missioni co-op non riescono a salvare il comparto single player , poichè riprendono mappe e situazioni già viste nella trama principale . Ma fortunatamente è presente  l’online competitivo che rappresenta uno dei punti più alti mai visti in un fps , le mappe sono enormi , varie e dettagliatissime e in ogni partita si creeranno situazioni sempre diversi e sempre spettacolari con allo stesso tempo soldati , carri armati e aerei . Le modalità sono molto diverse tra di loro e molto divertenti , spiccano sopratutto per originalità conquista e corsa .

Il sonoro è semplicemente realistico e i campionamenti delle armi perfetti dando la sensazione di essere realmente in battaglia.

Graficamente il frostbite 2.0 è il comparto tecnico più evoluto presente sia per console sia per computer .

Il gameplay risulta divertentissimo e realistico , risultando praticamente perfetto , grazie ad una varietà di armi e di oggetti con cui personalizzare le armi enorme .

Insomma dal punto di vista dell’online Battlefield risulta un capolavoro e lo sarebbe senza la presenza di una campagna in single player imbarazzante.

Fan di Halo e PCista, vado matto per il cinema, le serie tv, lo sport, la musica rock anni 60-70, i Simpson e Futurama, Tolkien e Asimov. Amante di natura e animali, spero in futuro di poter lavorare come redattore per un sito videoludico. Per contattarmi: [email protected]

Lascia una Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Password Persa

Sign Up