Recensione Far Cry 3 – We were all born mad, but someone’s remains

Far Cry 3 si presenta come un romanzo di formazione ricco di colpi di scena e con una trama a dir poco originale dall’inizio alla fine.

La storia è ambientata in un arcipelago del sud est asiatico, che si presenta con dei paesaggi paradisiaci, purtroppo governati da spietati pirati, rendendola quindi un inferno in Terra.

Il protagonista è Jason Brody che lungo la sua avventura si troverà a dover scegliere tra strade completamente opposte che lo porteranno quasi alla pazzia. Jason, il fratello e altri amici si godono una vacanza nei pressi di Bangkok dedicandosi pienamente a sport estremi, e serate tra droghe e super alcolici. Tutto perfetto finchè, un giorno, atterrando con il paracadute sull’isola sbagliata, quella assoggettata, per l’appunto, dai malvagi pirati, vedranno la loro vacanza trasformarsi in un terribile incubo ad occhi aperti.

Il compito di Jason sarà quello di salvare tutti i suoi amici dalle grinfie dei pirati e di vendicare il fratello, una volta fuggito dalla prigione in cui il capo dei nemici, Vaas, lo aveva rinchiuso. Si ritroverà davanti ad un’avventura del tutto inaspettata, ben diversa dalla vacanza sognata, a combattere tra la vita e la morte.

Per compiere la sua missione il nostro eroe dovrà allenarsi duramente con gli abitanti originari dell’isola, i quali si ritrovano in continua lotta contro gli oppressori.

E a questo punto troviamo un netto capovolgimento del carattere di Jason, il quale inizialmente si presenta impaurito e timoroso, finché non si rende conto, nel corso della storia, che lui è l’unico in grado di salvare i suoi amici e il destino dell’isola, acquisendo determinazione e forza, caratteristiche fondamentali affinché possa riuscire nella sua impresa.

Si può dire che la storia ci prenderà moltissimo, grazie ai colpi di scena e al ritmo sempre più incalzante, i quali riesciranno a farci vivere in prima persona la vicenda, facendoci provare forti emozioni.

Vaas

Le dinamiche di gioco

Il gioco è articolato tra missioni principali e secondarie, in cui si va alla scoperta di un’avventura sempre più entusiasmante. Tutte le missioni, dalla più importante alla più semplice sono funzionali alla crescita del personaggio. Inoltre durante la nostra avventura dovremo anche conquistare trentaquattro avamposti e delle torri radio. La liberazione dei primi ci permetterà di accedere ai distributori automatici di armi, munizioni, armature e medicine. Mentre le torri radio ci permetteranno di intercettare meglio le strade, forzieri e reliquie sulla mappa e di avere armi gratuite nei negozi.

Non mancherà la caccia  a cui si dedicherà il nostro eroe, per creare nuove tasche, attraverso le pelli degli animali, dove mettere nuovi oggetti. Intatti Jason arriverà ad indossare munizioni,  armi, zaino, sacche per granate e per razzi, ricariche per lanciafiamme e un portafoglio. Oltre a cacciare sarà necessario raccogliere erbe per creare kit medici, essenziali durante le battaglie.

Nel momento in cui libereremo un avamposto potremo muoverci  e cacciare liberamente nella zona, senza preoccupazioni di attacchi nemici, e trovare in aggiunta, annunci su bacheche che ci daranno consigli su quali animali cacciare e dove trovarli. Quindi per portare al massimo livello la capienza delle tasche del personaggio dovremo liberare tutti gli avamposti. Cacciare sembra facile, ma non è sempre un gioco da ragazzi, poiché ovviamente dipende dalla preda. Quando ci ritroveremo dinnanzi a cinghiali, tigri e quanto di più feroce esiste in terra, sarà opportuno colpire da lontano con il silenziatore e sperare che il branco non voglia vendicarsi.

Tutto ciò che facciamo durante il gioco porta all’accrescimento della persona del nostro protagonista secondo le nostre strategie e meccaniche di gioco.

Salendo di livello, possiamo poi utilizzare i punti guadagnati in tre rami, airone, ragno e squalo, corrispondenti ai tatuaggi sul braccio sinistro del protagonista, attraverso cui potremo scegliere quali potenzialità migliorare  e modificare il suo modo di comportarsi durante le missioni.

Dinamiche di gioco

Liberta di muoversi nel gioco

La conquista degli avamposti si presenta come un punto di forza del gioco poiché permettono la libertà d’azione al nostro personaggio. Essi sono dei piccoli sandbox, dove il giocatore, per conquistare la zona, dovrà attuare un piano studiando le debolezze degli avversari e sterminandoli prima che ne arrivino degli altri.

La strategia è quindi fondamentale. Inoltre grazie alla macchina fotografica potremo trovare degli ingressi secondari e inquadrare i nemici, gabbie con animali, ma soprattutto ci consentirà di vedere dove si trova l’allarme. È consigliabile puntare prima alla disattivazione di quest’ ultimo in modo che i rinforzi non possano arrivare  a complicarci la vita. Una volta fatto ciò potremo divertirci creando scompiglio tra i nemici fino a conquistare l’intera zona.

Un fattore positivo di questo titolo è che non si incorre mai nella ripetitività grazie al design dei livelli nelle varie zone, spesso molto complesso e strutturato, che caratterizza principalmente la missione principale.

Le varianti di gioco sono tante a partire da quelle in cui c’è solo azione a quelle in cui governa quella suspense che ci farà sudare freddo. Inoltre troviamo le fasi psichedeliche, in cui è la pazzia del personaggio che regna a causa di droghe o veleni. In queste varianti Jason si ritroverà in una realtà altamente distorta a combattere nemici demoniaci, frutto della sua immaginazione.

libertà di movimento

Pianificare prima di agire

Non tutti i nemici sono facili da battere grazie alla loro intelligenza artificiale che rende le sfide di alto livello, anche se a volte i loro comportamenti tenderanno ad andare in crisi.

Essi sono divisi in categorie, in base alla loro capacità uditiva e visiva creando una difficoltà maggiore nel giocatore, per questo motivo è necessario pensare bene prima di agire impulsivamente. Logicamente ognuno è libero di giocare e divertirsi come meglio crede, ma è molto difficile in questo gioco uscire allo scoperto e iniziare a sparare all’impazzata poiché a causa di cecchini nascosti, kamikaze, nemici che lanciano molotov e fucilieri, si potrà morire in una frazione di secondo. Al contrario se riusciremo a studiare attentamente la situazione e trovare la soluzione migliore per completare la missione, il tutto sarà risolvibile con estrema facilità, basterà un pizzico di ingegno!

Una volta completata la campagna principale sarà possibile accedere a tutto ciò che abbiamo lasciato incompleto, dalla conquista degli avamposti a delle prove Rakyat, dove sarà possibile divertirsi con dei mini giochi con classifiche online (gare automobilistiche, omicidi mirati, missioni per gli abitanti dell’isola etc).

Non ci stancheremo mai

C’è da dire che quindi la varietà non manca  e avremo i nostri buoni motivi per continuare a giocare una volta completate le missioni principali, senza dimenticarci delle modalità coop online e multiplayer. In modalità multiplayer sarà possibile raggiungere obiettivi multipli, grazie ad ulteriori mappe e ad un maggiore equipaggiamento.

La campagna online prevede una storia del tutto diversa, poiché potremo vestire i panni di 4 personaggi intenti a fuggire all’abbordaggio della nave da crociera dove lavorano, da parte di alcuni pirati. Arriveremo sull’isola e da lì si creeranno le dinamiche delle vicende piuttosto varie che ci impegneranno in sei capitoli. Come in modalità single player, anche qui sarà possibile equipaggiarsi e salire di livello. Per certi aspetti questa campagna si presenta più facile e divertente, data la presenza di quattro personaggi, mediante i quali ci si potrà anche tuffare all’attacco senza studiare una vera e propria strategia.

Il design dei livelli è estremamente dettagliato grazie alla presenza di innumerevoli elementi che compongono il paesaggio e lo rendono più ricco e articolato. Nell’area di gioco possiamo trovare di tutto: scogliere, grotte, cascate, rovine, templi, fiumi, laghi, panorami, dove potremo muoverci liberamente alla scoperta di nuovi punti di interesse.

C’è da dire inoltre che nel gioco è presente un alto tasso di violenza  a causa delle brutali uccisioni della popolazione da parte dei pirati impazziti e accecati dall’odio.

La grafica e ben strutturata a parte qualche “bug”. Non dobbiamo spaventarci se vedremo quindi nemici che restano a fissare muri o che si incastrano nel terreno.

Il sonoro è perfetto, soprattutto grazie ai doppiatori italiani che hanno regalato delle voci adatte ai ruoli dei personaggi.

scena di caccia

Commento

Infine non si può che parlar bene di questo magnifico progetto realizzato dalla Ubisoft, la quale è riuscita in un compito alquanto arduo. I creatori sono riusciti a realizzare una grande varietà di modalità, che grazie alla loro originalità non si presenteranno mai ripetitive e non stancheranno mai il giocatore. Il titolo è principalmente un free roaming a parte alcune parti in cui si è obbligati a procedere secondo mosse stabilite. Concludendo possiamo dire che Far cry 3 ha soddisfatto a pieno le nostre aspettative e ci ha fatto trascorrere ore di gioco piacevoli e divertenti.

PRO CONTRO
  • Modalità cooperativa molto divertente
  • Storia ben narrata e molto realistica
  • Tantissime missioni da svolgere
  • Alcuni bug durante le azioni Stealth

 

Grafica: 9

Sonoro: 9

Gameplay: 9

Longevità: 9


5 Comments

  1. maidenmaniac
    • Alucard2812
      • Davide
    • fullmetalalchemist25
  2. fullmetalalchemist25

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.